F4 ADAC | La stagione 2023 non andrà in scena, la Federazione tedesca schiererà un team nel campionato francese

Formula 4
Tempo di lettura: 3 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
3 Dicembre 2022 - 13:02
Home  »  F4

Dopo alcune stagioni piuttosto povere di partecipanti, la serie tedesca chiude momentaneamente i battenti: i giovani talenti di casa saranno supportati nel campionato FFSA

Le ultime stagioni non sono state facili per la F4 ADAC. La entry level dei campionati tedeschi è nata sotto una buonissima stella e le sue prime annate, con entry list tra i 25 e i 40 iscritti, hanno portato alla ribalta piloti di indiscusso talento capaci di arrivare fino ai gradini più alti della scala del motorsport; dal 2018, tuttavia, la discesa verso gli inferi è stata sempre più rapida e inesorabile.

Pur continuando a sfornare giovani molto competitivi e campioni quali Théo Pourchaire, Oliver Bearman e Andrea Kimi Antonelli nel 2022, la serie teutonica è arrivata a toccare una miserabile quota di una decina di partecipanti negli ultimi round della stagione conclusasi al Nürburgring a metà ottobre. Per il 2023, l’ADAC ha quindi deciso che il campionato di F4 non andrà in scena.

Nel comunicato ufficiale rilasciato oggi la Federazione tedesca ha fatto riferimento a costi organizzativi elevati che hanno impedito, oltre alla prosecuzione della serie sui binari intrapresi tra il 2015 e il 2017, anche il fiorire della stessa scuola tedesca nel motorsport. Un dato peraltro facilmente riscontrabile prendendo in considerazione le ultime due stagioni della F4 ADAC: nel 2021 i piloti di casa ad avere partecipato al campionato sono stati appena due, nel 2022 tre.

La soluzione attuata di conseguenza ha il nome di ADAC Formel Junior Team, che nel 2023 in assenza del campionato tedesco parteciperà a quello francese organizzato dalla FFSA. I due piloti che rappresenteranno la squadra federale tedesca saranno scelti in base alle richieste inoltrate all’ADAC, tramite un apposito form, da qui al prossimo 13 gennaio.

Queste le parole del presidente di ADAC Motorsport, Gerd Ennser: “Abbiamo molti talenti del motorsport in Germania, ma negli ultimi anni a molti è stato negato l’avanzamento nelle corse in monoposto a causa dei costi molto elevati. Ecco perché stiamo percorrendo una nuova strada e stiamo creando un ingresso facilitato nelle corse in monoposto per i giovani, con il nuovo ADAC Formel Junior Team. L’impegno principale nella FFSA Formula 4 Academy garantisce a due talenti tedeschi pari opportunità e trasparenza dei costi nella prima fase della loro carriera. Per il futuro miriamo ad espandere la nostra cooperazione con la FFSA”.

Il presidente della FFSA, Nicolas Deschaux, ha aggiunto: “Non vediamo l’ora di lavorare con l’ADAC tramite il nuovo ADAC Formel Junior Team. La nostra prima collaborazione nell’ambito della F3 Euroseries a metà degli anni 2000 è stata già un successo. Il nostro know-how acquisito con la FFSA Formula 4 Academy, la trasparenza dei costi e i valori sportivi della serie offrono le migliori condizioni affinché i talenti ADAC possano iniziare una carriera in monoposto”.

Il 2023 delle serie ADAC è ancora tutto in divenire. Oltre alla cancellazione della F4, la Federazione tedesca deve infatti sistemare anche un campionato TCR che negli ultimi anni ha seguito la stessa progressiva parabola discendente delle monoposto. L’acquisizione del DTM ufficializzata proprio ieri, inoltre, aggiunge un’ulteriore gatta da pelare in riferimento al totale dualismo che si è venuto a creare con il GT Masters, essendo questi due campionati di fatto analoghi che ora si ritrovano pure sotto lo stesso tetto.

Immagine copertina: adac-motorsport.de