F3 | Test Bahrain 2022, Day 1: Zane Maloney sorprende e chiude in testa

Il pilota dell’isola Barbados ha preceduto Alatalo e Crawford nella classifica combinata; Leclerc il più veloce al mattino

È appena scesa la bandiera a scacchi sulla prima giornata di test di F3 in Bahrain. L’attività in pista si è divisa, come sempre, in due sessioni: una mattutina e una pomeridiana. Stamani gli alfieri della cadetteria hanno dato inizio ufficialmente alla stagione 2022, anche se il turno non è stato tra i più prolifici. Complice una pista in condizioni non ottimali, l’azione si è concentrata principalmente nell’ultima ora, premiando Arthur Leclerc con la prima posizione in 1:48.005.

Il monegasco di casa Prema è riuscito a precedere di pochi millesimi Zane Maloney, con il gruppo dei primi quattro racchiuso nello spazio di un decimo. L’alfiere Trident, infatti, si è imposto a sua volta su Reece Ushijima, terzo. Isack Hadjar completa la top quattro con 1:48.089.

La compattezza dei distacchi è stata ritrovata anche dalla quinta all’ottava posizione. Kaylen Frederick, quinto, è stato il primo pilota a registrare un cronometrico superiore all’1:48.1, centrando un 1:48.128. In sesta posizione c’è Alexander Smolyar, veterano della categoria, con 1:48.144, che gli ha permesso di precedere William Alatalo e Franco Colapinto, artefici di due tempi identici al millesimo: 1:48.184.

Oliver Bearman e Roman Stanek chiudono la top ten, rispettivamente con 1:48.318 e 1:48.515. Francesco Pizzi è il migliore degli italiani col quindicesimo tempo (1:48.843, ndr), mentre il neo-acquisto di Carlin Enzo Trulli è ventunesimo con 1:49.074: quest’ultimo ha obbligato l’uscita della bandiera rossa a causa di un problema al motore, chiudendo anticipatamente la sessione quando mancavano una manciata di minuti al termine. Kush Maini e Caio Collet hanno macinato più chilometri di tutti grazie a 25 giri ciascuno, seguiti da Smolyar (22) e Ayrton Simmons (20); Pizzi e László Tóth hanno compiuto meno tornate di tutti: 7 a testa.

Di seguito la classifica completa della prima sessione:

F1 | Ferrari F92A Story - Parte 4 - Estate senza il sole

Nel pomeriggio i tempi sono migliorati sensibilmente nonostante ben due bandiere rosse (una di Stanek e una di Pasma nei minuti finali, ndr), complice soprattutto una pista più gommata grazie anche ai test di F2. Il giro più veloce del turno e dell’intera giornata è stato fatto registrare da Zane Maloney in 1:47.614, con l’alfiere di Barbados uscito vincitore da una lotta serrata per il vertice della classifica. Il pilota Trident ha chiuso davanti a un sorprendente William Alatalo, secondo in 1:47.783.

Jak Crawford è terzo in 1:47.799; lo statunitense ha compiuto 34 giri, registrando un alto numero di chilometri percorsi rispetto a questa mattina. Il secondo pilota Trident più veloce è stato Roman Stanek, quarto in 1:47.854 con 21 tornate compiute, il dato più basso di tutto il turno. Franco Colapinto è in top cinque grazie al tempo di 1:47.943 (cronometrico fatto registrare all’ultimo giro utile, ndr), precedendo Victor Martins e Oliver Bearman, rispettivamente in sesta e settima posizione.

Arthur Leclerc è in ottava posizione con 1:48.071, un tempo in linea col riferimento fatto segnare nella sessione precedente. Grégoire Saucy è nono, mentre Francesco Pizzi chiude la top ten. Non è sceso in pista Enzo Trulli. Caio Collet è stato lo stacanovista del turno con 38 giri compiuti: seguono i due trio composti da Saucy-Bearman-Maini con 35 e Crawford-Ushijima-Smolyar con 34.

F1 | Ferrari F92A Story - Parte 4 - Estate senza il sole

Immagini: Twitter / F3; timeservice.nl

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS