F3 | GP Ungheria: Pourchaire si ripete nel caos

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Dopo il successo ottenuto nella gara-2 del Gran Premio di Stiria, domenica scorsa, Théo Pourchaire ci ha preso gusto. Per il giovanissimo francese è arrivata anche la seconda vittoria in F3 all’Hungaroring, al termine di una gara-1 caotica e ricca di colpi di scena.

Molto largo anche il margine che Pourchaire ha messo tra sé e Oscar Piastri, secondo classificato. Undici secondi e nove decimi sono un gap alquanto insolito per una gara di F3, ma il pilota del team ART si è trovato a suo grandissimo agio sull’asfalto umido e ha dominato a piacimento.

Peggio è andata al suo compagno di squadra e poleman, Alexander Smolyar. Il russo è stato travolto da Logan Sargeant alla prima curva, confermando lo scarso feeling tra i piloti della squadra francese e le partenze dopo la pole vanificata da Sebastián Fernández in Austria nello stesso modo.

Sargeant, non penalizzato nonostante la disattenzione, ha concluso al terzo posto mettendo anche una seconda Prema sul podio. La terza vettura del team italiano non ha invece passato la prima curva, poiché Frederik Vesti è rimasto coinvolto in una carambola da lui stesso innescata: il danese ha toccato Bent Viscaal che a sua volta ha colpito Calan Williams, finito poi contro lo stesso Vesti. Zero pesante per il campione della Formula Regional europea e occasione sprecata per il pilota del team Jenzer, autore di un’ottima qualifica a sorpresa ieri.

Viscaal ha invece portato a casa il quarto posto dopo avere vinto un duello in famiglia con Richard Verschoor. I due olandesi hanno dato vita ad una battaglia spettacolare e pulita, che ha portato comunque molti punti a MP Motorsport.

Sesta piazza per Fernández, che all’inizio del sesto giro ha rischiato di innescare un’altra carambola per essere finito sull’olio lasciato in pista da Liam Lawson. Il neozelandese ha inondato di liquido il primo settore della pista e sulla sua vettura si è poi scatenato un incendio, cosa che ha portato alla sospensione della gara con bandiera rossa.

Alexander Peroni ha concluso settimo precedendo Dennis Hauger, per la prima volta in zona punti, Clément Novalak, nono dalla 26esima casella della griglia, e David Beckmann che ha concluso la zona punti e si è preso la pole di gara-2.

Per quanto riguarda i colori italiani Federico Malvestiti ha tagliato il traguardo in 13esima posizione, Alessio Deledda ha chiuso 20° e Matteo Nannini 22° dopo avere scontato un drive through.

L’ennesima gara di concretezza ha consentito a Piastri di aumentare il suo vantaggio in classifica generale. L’australiano ha ora 62 punti contro i 49 di Sargeant e i 43 di Pourchaire. 148,5 punti per Prema nella classifica squadre, mentre Trident è salita solo a 68,5 con il singolo punto conquistato da Beckmann oggi.

Alle 9:45 di domani prenderà il via gara-2.

Classifica di gara:

Campionato piloti:

Campionato squadre:

Immagine copertina: ART Grand Prix Twitter

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

F3 | GP Ungheria: Pourchaire si ripete nel caos 5
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE