F3 | GP Ungheria 2021: Hauger re della pioggia, sua gara-3 davanti a Leclerc

Terza vittoria stagionale per Hauger, sempre più leader del campionato. Doohan completa il podio, a secco Colombo e Nannini

Dennis Hauger si conferma ancora una volta l’uomo da battere in Formula 3, confermando il suo enorme strapotere conquistando la vittoria nella Gara 3 in Ungheria in condizioni miste a causa della pioggia arrivata nella notte di Budapest, con un ulteriore scroscio di pioggia arrivato proprio in prossimità del via della gara.

Dopo due giri dietro la Safety Car, la gara ha visto i due piloti della Prema Arthur Leclerc e lo stesso Hauger protagonisti in testa alla gara, quando il norvegese del Red Bull Junior Team rompe gli indugi all’ottavo giro compiendo un gran sorpasso nei confronti del monegasco all’esterno della curva 2, dopo alcuni giri in cui gli ha messo pressione cercando il varco giusto per passare.

Da lì in poi Hauger ha gestito alla perfezione la gara e il gap nei confronti di Leclerc, approfittando anche dell’asciugarsi della pista una volta arrivato il sole, prima che la gara venisse interrotta al 18° giro per via dell’incidente tra Ido Cohen e Laszlo Toth in curva 2, con quest’ultimo che si è ritrovato a salire sopra la vettura del pilota israeliano, colpito in precedenza da Rafael Villagomez e rimasto fermo al senso opposto di marcia, salvato dall’Halo nell’impatto con la Campos del pilota ungherese.

La gara si è così conclusa dietro la Safety Car, con Hauger che conquista così la sua terza vittoria stagionale davanti ad Arthur Leclerc, secondo e che completa la doppietta della Prema. Jack Doohan completa il podio in terza posizione, dopo aver provato a tenere il ritmo dei fuggitivi e che prima della neutralizzazione finale sembrava in grado di poter attaccare Leclerc per la seconda posizione.

Giù dal podio le altre due vetture della Trident, con David Schumacher quarto davanti a Clement Novalak, quinto dopo aver resistito al ritorno di Alexander Smolyar alle sue spalle, con il russo che ha chiuso in sesta posizione.

Settimo posto per Frederik Vesti davanti ad Olli Caldwell, ottavo dopo una prima parte di gara in cui è stato aggressivo ma anche confusionario, che lo ha visto anche fare un lungo alla prima curva al quinto giro, rischiando di causare un enorme incidente toccando anche leggermente la ART Grand Prix di Vesti.

Enzo Fittipaldi chiude al nono posto dopo una buona rimonta sul finale di gara, al termine di una bagarre con Logan Sargeant e Lorenzo Colombo, rispettivamente in 10° e 11° posizione davanti ad Ayumu Iwasa, crollato nel finale fino al dodicesimo posto.

Solamente 26° Matteo Nannini, vincitore in Gara-2, per aver tentato l’azzardo del passaggio alle gomme d’asciutto a cinque giri dal termine mentre era ampiamente fuori dai punti, e nel fare ciò è stato anche vittima di un pit stop lento. Gara da dimenticare anche per Victor Martins, protagonista di un contatto con Oliver Rasmussen subito dopo la partenza, danneggiando la sua ala anteriore e costretto a tornare ai box per la sostituzione prima di tagliare il traguardo in 27° posizione.

Formula 3 Hauger

Alla pausa estiva, la classifica del campionato vede Hauger andare letteralmente in fuga con 152 punti contro gli 89 di Doohan, ora secondo a 63 punti di ritardo. Caldwell occupa ora la terza posizione con 86 punti davanti a Vesti, quarto a quota 80.

Immagine: premapowerteam.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM