F3 | GP Spagna, Jake Hughes vince Gara 1

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

L’inglese precede Lawson ed il poleman Sargeant. Nannini, 10°, partirà in Pole in Gara 2


Grande prova di forza di Jake Hughes (HWA) che vince Gara 1 del GP di Spagna di F3 davanti a Liam Lawson (Hitech) e Logan Sargeant (Prema).

Il pilota inglese, partito in prima fila, ha messo da subito pressione al leader del campionato operando il sorpasso decisivo all’inizio del settimo passaggio, per poi mantenere un vantaggio di sicurezza anche dopo la seconda Safety Car di giornata.

Sargeant, negli ultimi giri, ha dovuto subire anche il sorpasso di Liam Lawson, che l’ha preceduto sul podio.

Alle spalle dei tre di testa un gruppetto capitanato da Novalak (Carlin), quarto davanti a Beckmann (Trident), Piastri (Prema), Pourchaire (ART), Peroni (Campos), Verschoor (MP Motorsport) e Nannini (Jenzer).

Proprio Nannini, giunto decimo, partirà al palo in Gara 2. Pulcini, al rientro in F3, conclude sedicesimo. Malvestiti finisce al 26° posto, mentre Deledda è ultimo dopo il terzo errore in due giorni.

Cronaca

Partenza con Sargeant che mantiene la prima posizione davanti a Hughes e Lawson, mentre Novalak forza il sorpasso su Piastri per la quarta posizione. Malissimo invece Fernandez che, dalla quinta posizione, finisce undicesimo.

La gara viene subito neutralizzata con la Safety Car per l’uscita di pista di Viscaal in curva 5.

Si riparte all’inizio del terzo passaggio con Sargeant che comanda su Hughes, Lawson, Novalak, Piastri, Beckmann e Pourchaire. Per due giri non ci sarà ancora il DRS.

Piastri si prende la quarta posizione su Novalak al tornantino di curva 10, mentre Hughes è minaccioso alle spalle di Sargeant anche senza usare il DRS.

Arriva il terzo errore di Deledda in due giorni, con l’italiano che si gira in uscita dall’ultima chicane alla fine del quinto passaggio.

Arriva il sorpasso di Hughes per la prima posizione. L’inglese prende ancora bene la scia di Sargeant e passa in fondo al rettilineo all’inizio del settimo passaggio. Continua il calvario di Fernandez, che dopo aver recuperato un paio di posizioni le ha riperse con un lungo all’ultima curva.

Primo giro in testa di Hughes fortissimo. Il pilota HWA prende un secondo a Hughes mentre dietro le posizioni sono abbastanza consolidate con Lawson terzo davanti a Piastri e Novalak.

Il guasto tecnico di Vesti toglie dalla classifica il pilota prima, che navigava in 14a posizione. Ancora dentro la Safety Car quando siamo nel decimo giro.

Si riparte all’inizio del 12° giro con Piastri che perde la monoposto sul salsicciotto dell’ultima curva e viene passato da Novalak e Beckmann, mentre Hughes davanti va via ancora da Sargeant.

Il pilota HWA è bravo a togliersi dal tiro del DRS di Sargeant nei primi due giri dalla ripartenza, mettendo tra sé e il pilota Prema un secondo e mezzo all’inizio del 15° passaggio.

Sargeant che, all’inizio del 16° giro, viene messo sotto pressione anche da Lawson. Il pilota Hitech ha a disposizione il DRS e si avvicina pericolosamente al pilota Prema.

Lawson ci prova sul rettilineo iniziale nel 18° giro, ma Sargeant resiste mentre Hughes approfitta della lotta per portarsi a due secondi di vantaggio sulla coppia.

Dietro, invece, Novalak comanda un gruppo formato da diversi piloti fino alla decima posizione di Nannini.

Arriva il sorpasso di Lawson all’inizio del 20° passaggio: questa volta il pilota Hitech va all’esterno di Sargeant in curva uno e riesce a prendersi la traiettoria ideale nella 2 per passare. Ancora problemi per Fernandez che scivola in quindicesima posizione.

La gara termina con Hughes che vince davanti a Lawson e Sargeant. Novalak è quarto davanti a Beckmann, Piastri, Pourchaire, Peroni, Verschoor e Nannini che, domani, partirà in pole per effetto della griglia invertita.

Segue il risultato di gara. A seguire le classifiche aggiornate.

Immagine di copertina: Twitter / Jake Hughes

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

F3 | GP Spagna, Jake Hughes vince Gara 1 2
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE