F3 | GP Belgio 2022, Feature Race: Prima vittoria per Zane Maloney, doppietta Trident con Stanek

F3
Daniele Botticelli - 28 Agosto 2022 - 10:39

Primo successo in F3 per il pilota delle Barbados al termine di una gara di vertice. Stanek e Bearman completano il podio e si inseriscono prepotentemente nella lotta al titolo. Fuori dai punti Leclerc, Hadjar, Crawford e Martins (ritirato).


Zane Maloney ottiene la sua prima vittoria in carriera in F3 aggiudicandosi la Feature Race di Spa-Francorchamps, riscattando nel migliore dei modi la delusione provocata dallo spaventoso incidente della Sprint Race che lo ha visto protagonista.

Il pilota delle Barbados ha conquistato la vittoria dopo i due periodi di Safety Car avuti nei primi giri di gara, causati da molteplici incidenti che hanno coinvolto diversi piloti tra cui Victor Martins, colpito da Kush Maini alla chicane Bus Stop durante il primo giro, quando il pilota indiano ha sbagliato completamente il punto di frenata tamponando inizialmente Francesco Pizzi coinvolgendo poi anche il pilota francese della ART Grand Prix, che conclude nel peggiore dei modi un weekend molto complicato in cui non è riuscito ad ottenere nessun punto iridato, complicandosi notevolmente la vita nella lotta al titolo.

Dopo i due periodi di Safety Car Maloney è riuscito a passare al comando all’11° giro, superando Caio Collet in fondo al rettilineo del Kemmel per poi imporre il proprio ritmo sulla gara. Oltre alla vittoria di Maloney la Trident può festeggiare la doppietta ottenuta con il secondo posto di Roman Stanek, che bissa il risultato ottenuto nella gara di ieri al termine di una gara che lo ha visto protagonista di numerosi sorpassi, riuscendo a rilanciarsi notevolmente nella lotta al titolo.

Oltre al pilota ceco, anche Oliver Bearman è diventato un serio pretendente al titolo dopo il terzo posto ottenuto nella gara odierna, ereditato dopo la penalità di 5 secondi inflitta a Caio Collet per non esser rientrato in pista in modo sicuro, con il pilota brasiliano che è retrocesso così dal terzo al sesto posto finale. La penalità inflitta a Collet favorisce anche Oliver Goethe e Jonny Edgar, autori di un’altra gara di vertice conclusa rispettivamente in quarta e quinta posizione.

David Vidales replica il risultato ottenuto nella Sprint Race tagliando il traguardo al settimo posto davanti a William Alatalo, ottavo e per la prima volta in stagione a punti in entrambe le gare, con Alexander Smolyar e Reece Ushijima a completare la zona punti in nona e decima posizione.

La gara di oggi ha visto molti piloti di vertice nel campionato chiudere al di fuori dalla zona punti, consegnando così una classifica molto più corta rispetto all’inizio del round: Arthur Leclerc non è riuscito a fare meglio dell’11° posizione nella sua rimonta, Isack Hadjar ha chiuso 14° mentre Jak Crawford ha chiuso solamente 17°, tutti e tre condizionati dai pessimi risultati ottenuti nelle qualifiche del venerdì.

Gara difficile per i piloti italiani, con Francesco Pizzi solamente 21° dopo esser stato coinvolto nel contatto con Maini nel primo giro, non riuscendo a sfruttare la possibilità di ottenere un buon risultato dopo il terzo posto ottenuto in qualifica. Enzo Trulli ha chiuso in 24° posizione dopo una penalità di 5 secondi per aver ecceduto con i track limits mentre Federico Malvestiti chiude in 26° e ultima posizione, coinvolto anche lui nell’incidente al primo giro innescato da Maini.

Come detto in precedenza, a due round dal termine la classifica del campionato si presenta veramente corta, con Hadjar che riesce a mantenere il comando con 106 punti, seguito però da Bearman che con questo podio si porta a 105 punti, a -1 dal pilota francese. Seguono Martins a 104 punti, Leclerc a 101 e Stanek, che si porta a 96 punti chiudendo un gruppo di cinque piloti raccolti in 10 punti con i soli round di Zandvoort e Monza rimasti da disputare. Più staccato Crawford, ora sesto con i suoi 80 punti.

Classifica Feature Race Formula 3:

F3

Immagine: tridentmotorsport.com