F3 | GP Bahrain 2022, Gara 1: Bearman primo in solitaria, ma la penalità regala ad Hadjar la vittoria all’esordio

Formula 3
Tempo di lettura: 5 minuti
di Marco Colletta @MarcoColletta
19 Marzo 2022 - 12:20
Home  »  F3

La prima gara di F3 vede già colpi di scena. Bearman taglia il traguardo da vincitore, ma i track limits gli negano la vittoria. Successo per Hadjar alla prima gara nella categoria.

Prima gara controversa per questa nuova stagione di F3. In Bahrain è andata in scena la prima corsa del 2022 che ha visto la vittoria di Isack Hadjar con la vettura dell’Hitech Grand Prix. Il pilota francese ha conquistato il successo all’esordio senza nemmeno condurre un giro al comando, dato che i 10 punti gli sono finiti in tasca dopo la penalizzazione di Oliver Bearman, arrivata dopo il traguardo. Il pilota inglese della Prema ha dovuto fare i conti con la direzione gara che gli ha aggiunto 5 secondi al tempo finale della corsa per aver superato troppe volte i track limits durante i 20 giri. Terzo posto per Alexander Smolyar.

CRONACA DELLA GARA

Allo spegnimento dei semafori O’Sullivan è andato subito a proteggere la propria prima piazza dall’attacco di Bearman spingendo il connazionale oltre la linea bianca. Il britannico della Carlin è riuscito a mantenere la prima piazza in curva 1, seguito da Bearman, Vidales e Hadjar nelle prime quattro posizioni che sono rimaste immutate al primo giro. Dalla prima curva c’è chi non è uscito illeso come Roman Stanek che ha subito la foratura di una delle gomme posteriore ed è stato costretto a rientrare ai box.

I movimenti di classifica nelle parti alte della stessa si sono visti a partire da curva 8 dopo Maloney ha sopravanzato Smolyar per la quinta posizione. Il pilota delle Barbados è riuscito a sopravanzare anche Vidales sul rettilineo del traguardo dopo che lo stesso spagnolo aveva perso anche la terza posizione a vantaggio di Hadjar. Nel mentre O’Sullivan e Bearman avevano già iniziato a scavare un piccolo vantaggio nei confronti degli inseguitori.

Nelle prime tornate si è assistito a diversi avvicendamenti tra la terza e la sesta piazza con Maloney, Hadjar, Vidales e Smolyar protagonisti di diversi rimescolamenti di classifica tra la prima e la quarta tornata. Intanto Leclerc, dopo una buona partenza che gli ha fatto guadagnare qualche posizione, si è portato ai margini della zona punti.

Il momento cardine della gara è stato al quinto giro quando Bearman ha sopravanzato O’Sullivan in curva 5 per prendersi la prima piazza. Alle loro spalle, invece, un contatto fatale per l’ART Grand Prix ha messo fuori due delle tre vetture che al momento si trovavano tutte in top 10. Gregory Saucy è arrivato troppo arrembante alla staccata di curva 1, mentre Victor Martins, nel tentativo di difendere la propria posizione ha chiuso la porta in faccia allo svizzero. Il #8 non ha potuto evitare il contatto rompendo la propria ala anteriore e forando la ruota posteriore destra del compagno di squadra. I due sono entrati ai box al termine del giro, ritirando le proprie vetture per i troppi danni subiti.

Con passare dei giri, Vidales, che si trovava nelle prime posizioni, ha continuato a perdere terreno sugli avversari finendo per essere scavalcato da Correa, Leclerc e Collet in poche tornate, finendo così fuori dalla zona punti. Nel mentre il monegasco della Prema è riuscito ad entrare in zona punti insieme al francese di MP Motorsport.

A partire dall’undicesimo giro, Bearman ha iniziato ad allungare il passo sugli inseguitori, aumentando di giro in giro ad aumentare il gap su O’Sullivan e il resto del gruppo. Il pilota britannico della Carlin è stato poi risucchiato da chi lo seguiva, perdendo la posizione su Maloney e Hadjar all’inizio del quindicesimo giro. Alla tornata successiva è stato Smolyar a sopravanzare il poleman, mentre Hadjar ha superato l’avversario per la seconda piazza.

Alle loro spalle Leclerc ha continuato a rimontare posizioni, ritrovandosi dietro proprio a O’Sullivan nel corso del giro 17, riuscendo poi a guadagnare la posizione sul rettilineo del traguardo. Al giro 18 è stato poi il turno di Smolyar di sbarazzarsi di Maloney, salendo così sul terzo gradino del podio. Il pilota della Trident, ormai con gomme finite, ha dovuto poi combattere per mantenere quanto meno la quarta piazza, difendendosi dagli attacchi di Leclerc. Il monegasco ha tentato un attacco disperato alla penultima curva, finendo lungo e dando così la chance all’avversario di ritornare davanti. Il pilota della Prema ha quindi provato a sopravanzare quello di Trident sul rettilineo del traguardo, finendogli però alle spalle per soli 15 millesimi.

Sotto la bandiera a scacchi, Oliver Bearman è transitato per primo cogliendo quella che sarebbe stata la sua prima vittoria in F3, nella gara d’esordio. L’inglese, che aveva un vantaggio di 3.5 secondi sul primo degli inseguitori, si è visto comminare una penalità di 5 secondi che lo ha spedito in seconda posizione. Ad essere promosso sul gradino più alto del podio è stato quindi Isack Hadjar che a sua volta ha colto il primo successo da esordiente della categoria. Terzo posto per Alexander Smolyar. Seguono Maloney e Leclerc, quindi O’Sullivan staccato di tre secondi dal pilota Prema, poi Collet al settimo posto a solo due decimi dal poleman e infine Kaylan Frederick che è riuscito ad avere la meglio su Juan Manuel Correa per l’ottava piazza. I due hanno lottato a lungo nelle fasi finali per contendersi l’ottava posizione. Vidales chiude la top ten e quindi la zona punti.

Da annotare il diciannovesimo e ventesimo posto dei due italiani in gara, Francesco Pizzi ed Enzo Trulli con il primo che ha rimontato dalla ventiduesima posizione in griglia e il secondo dalla ventisettesima. Solo venticinquesimo, invece, Franco Colapinto, poleman della Feature Race di domani, il quale è dovuto rientrare ai box al quarto giro per sostituire l’ala della sua vettura, dopo un contatto, probabilmente con Stanek al via della corsa.

CLASSIFICA DOPO LA PRIMA GARA

Hadjar è quindi il leader del campionato con 10 punti, seguito da Bearman a 9 e Smolyar e Maloney a 8, con il pilota di Trident che ha conquistato il punto aggiuntivo del giro più veloce. Nella classifica a squadre c’è Prema davanti a tutti con i suoi 15 punti, seguita da Hitech a 13 e MP Motorsport a 12 punti. L’appuntamento è per domani mattina alle 9:45 con la seconda gara del weekend in Bahrain.

F3, Bahrain 2022: Gara 1 ad Hadjar dopo la penalità di Bearman

Immagine di copertina: Formula 3 / Formula Motorsport Limited

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA

I Commenti sono chiusi.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)