F3 | Anteprima 2021: giovanissimi alla riscossa

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

TELEGRAM | Canale News

TELEGRAM | Gruppo

GOOGLE NEWS

TWITTER

INSTAGRAM

La stagione 2021 della F3 si distingue per l’età media molto bassa e il grande numero di debuttanti


Con il Gran Premio di Spagna previsto per questo weekend, anche la F3 scriverà finalmente il primo capitolo della sua stagione 2021. Si tratta della terza annata con i nuovi regolamenti FIA, che si sono proposti di ridare ordine alle formule propedeutiche nel lungo viaggio che conduce alla F1.

Il campionato 2021 si distingue per la bassa età media dei 30 partecipanti, con quasi 19 anni e quattro mesi nel giorno delle prime prove libere di Barcellona. La entry list copre annate tra il 1999 e il 2005 e propone ben 16 debuttanti, tanti già affiliati ad un’academy di F1 e in possesso di numeri importanti dalle formule più piccole.

Dopo i titoli conquistati con Robert Shwartzman ed Oscar Piastri, senza scomodare quelli portati a casa nella F3 “originale”, Prema si presenta anche nel 2021 come squadra di riferimento della categoria. La scuderia italiana si è garantita le prestazioni di Dennis Hauger, tenace e vittorioso avversario ai tempi della F4 italiana, promuovendo poi Arthur Leclerc dopo il secondo posto nella Formula Regional europea del 2020 e richiamando Oliver Caldwell come terza guida dopo il biennio 2018-2019 tra F4 e Formula Regional.

Le avversarie sono naturalmente tante e di alto livello. I test di fine 2020-inizio 2021 sono stati dominati rispettivamente da Trident e MP Motorsport, che devono dunque rientrare tra le scuderie da tenere maggiormente in considerazione. La compagine di Maurizio Salvadori e Giacomo Ricci, in particolare, ha rappresentato con una certa costanza una delle più valide alternative allo squadrone Prema tra gli ultimi anni di GP3 e i primi due della nuova F3.

Clément Novalak e Jack Doohan hanno fatto doppietta sia a Barcellona che a Jerez lo scorso ottobre e sono stati dunque ingaggiati da Trident. Il primo, che quest’anno gareggerà con licenza francese come da luogo di nascita accantonando quella britannica, ha già conquistato un paio di podi nella sua stagione d’esordio con Carlin e si propone come possibile sorpresa del 2021. Il figlio d’arte è invece rimasto a quota zero nel 2020, dopo i buoni successi nella F3 asiatica, e dovrà senz’altro rilanciarsi. Il trio della squadra milanese è completato da David Schumacher, altra sorpresa in negativo della scorsa annata.

MP Motorsport si è invece portata a casa ben due giovani dell’academy Alpine, che hanno concluso in cima alla graduatoria nei test di Spielberg e Barcellona dello scorso aprile. Nel primo caso parliamo di Caio Collet, vice-campione in carica della Formula Renault Eurocup, nel secondo di Victor Martins, ossia colui che ha preceduto il brasiliano nel 2020 nella serie ora confluita nella Formula Regional europea. Nella costante ricerca di nuovi talenti olandesi, MP affiderà una vettura anche a Tijmen van der Helm.

Sempre da tenere in grande considerazione il team ART Grand Prix, l’anno scorso ad un passo dal titolo con Théo Pourchaire. Per il 2021 la squadra francese ha deciso di non puntare su alcun debuttante, confermando Alexander Smolyar e strappando a Prema il talento danese Frederik Vesti, già vincitore di tre gare nel 2020 e ora membro dell’academy Mercedes. La compagine di Sébastien Philippe proporrà inoltre la vera storia di motorsport di questo 2021 riportando in pista Juan Manuel Correa, al rientro dopo un anno e mezzo di stop a seguito del terribile incidente di Spa-Francorchamps costato la vita ad Anthoine Hubert e una lunga riabilitazione al pilota statunitense nativo dell’Ecuador.

Folta anche la pattuglia della scuderia giovani Red Bull. Oltre ai già citati Hauger e Doohan, che non gareggeranno con la livrea del team anglo-austriaco, ci saranno altri tre rappresentanti dello storico vivaio di Helmut Marko. Esattamente come in F2, Hitech Grand Prix avrà un paio di Dallara F3 2019 dipinte con i colori Red Bull, precisamente quelle di Jak Crawford e Ayumu Iwasa: lo statunitense di Charlotte sarà anche il pilota più giovane in griglia, avendo compiuto 16 anni appena quattro giorni fa, mentre il 19enne nipponico conterà di ripercorrere le gesta di Yuki Tsunoda. Ultimo ma non ultimo è Jonny Edgar, campione in carica della F4 tedesca e legatosi al team Carlin.

Molto interessante la line-up del team Charouz, fanalino di coda nella classifica squadre del 2020 e assolutamente decisa a lasciarsi alle spalle una stagione così deludente. Il pilota di punta della compagine ceca sarà Logan Sargeant, che paradossalmente si è ritrovato a passare dal riferimento Prema, con la quale ha concluso il campionato 2020 al terzo posto, all’ultima ruota del carro. Enzo Fittipaldi, salito alla ribalta delle cronache della F3 più che altro per le ottime rimonte messe in scena a più riprese l’anno scorso, cercherà di dare seguito alle buone impressioni mostrate nel 2020, mentre il terzo sedile sarà occupato da un pilota proveniente da molto lontano: trattasi del francese Reshad de Gerus, nato sull’isola di Riunione.

Due i piloti italiani al via. La riorganizzazione del calendario tra F2 e F3 ha convinto Matteo Nannini ad impegnarsi in un “double duty”, affiancando il suo debutto nella classe cadetta ad una seconda stagione nella terza formula. Già salito sul podio in F3 a Barcellona 2020, il nipote d’arte cercherà di migliorare ulteriormente i propri risultati in seno al team HWA. Con Campos Racing correrà invece Lorenzo Colombo, proveniente dalla Formula Renault e già veloce sin dai suoi primi test con la F3 datati 2019.

Tra i giovanissimi rientra anche Roman Staněk, 17enne con già una stagione di F3 all’attivo pur senza grandi risultati: il ceco sarà la terza guida del team Hitech. In HWA Nannini sarà affiancato dal danese nato in Francia Oliver Rasmussen e dal messicano Rafael Villagómez, mentre i compagni di squadra di Colombo saranno László Tóth e Amaury Cordeel.

Confermato dal team Jenzer è l’australiano Calan Williams, già al via dello scorso campionato con la squadra svizzera. Williams sarà affiancato da Pierre-Louis Chovet, sceso in pista per un paio di round a fine 2020 e subito autore di buone prestazioni, e dal romeno Filip Ugran che con Jenzer ha già corso in F4. La entry list è completata da altri due debuttanti in forza al team Carlin: l’israeliano Ido Cohen e il campione britannico di F3 in carica Kaylen Frederick.

Come già testato dalla F2 in Bahrain, anche la F3 sperimenterà per la prima volta a Barcellona il nuovo format introdotto dalla FIA per i campionati 2021. Per la F3 si tratterà sostanzialmente della stessa sequenza di gare e della stessa modalità di inversione delle griglie della F2 per quanto concerne le sprint races del sabato, le uniche differenze sono rappresentate dalla zona punti a dieci piloti invece di otto e dal coinvolgimento di dodici piloti nell’inversione della griglia anziché dieci.

Sette i round previsti per questa stagione, in alternanza con la F2 a seguito del mondiale di F1. Sei gli appuntamenti europei con l’apertura di Barcellona seguita da Le Castellet, Spielberg, Hungaroring, Spa-Francorchamps e la novità di Zandvoort. Il gran finale si terrà dall’altra parte dell’Atlantico, in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti sul circuito di Austin.

Ecco, nel dettaglio, la entry list della F3 2021:

Immagine copertina: fiaformula3.com

P300 MAGAZINE

F3 | Anteprima 2021: giovanissimi alla riscossa

Continua a seguirci

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

F3 | Anteprima 2021: giovanissimi alla riscossa

Continua a seguirci