F2 | Test Bahrain 2023: Richard Verschoor detta il passo nel day 2

Formula 2
Tempo di lettura: 2 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
15 Febbraio 2023 - 18:21
Home  »  F2

Ancora una volta l’olandese è tra i primi della classe, seguito da Martins e Hauger

Dopo il secondo posto di ieri, Richard Verschoor si è confermato tra i primi della classe con il miglior tempo nella seconda giornata di test della F2 in Bahrain. Il pilota olandese del team van Amersfoort ha ritoccato di pochi millesimi il primato segnato 24 ore fa da Théo Pourchaire, portando l’asticella di queste prove collettive a 1:42.140 nel turno pomeridiano (ormai serale).

Il calare del sole e il raffreddamento delle temperature rende la seconda sessione di ogni giornata un autentico attacco al tempo per la categoria cadetta e oggi a spuntarla è stato proprio il vincitore del Gran Premio di Macao 2019, che per appena otto millesimi ha superato un Victor Martins sempre più convincente nel suo ruolo di debuttante.

Bandiere olandesi sventolanti in testa alla classifica anche grazie a MP Motorsport, terza con Dennis Hauger. Il pilota norvegese ha preceduto un suo ex compagno di squadra ai tempi della F3, Arthur Leclerc, quindi un Ralph Boschung che continua ad essere “dark horse” della serie cadetta, sempre nelle posizioni di vertice pur senza mai issarsi davvero al comando. Lo svizzero aveva ben figurato anche nelle prove mattutine con il secondo crono, pur percorrendo appena sette giri contro i 40-50 raggiunti dalla maggior parte degli avversari.

Sesto Jack Doohan, poi Ayumu Iwasa con l’ennesima vettura di Red Bull dipinta (ma solo la seconda più veloce di oggi), Oliver Bearman con la migliore delle Prema ed Enzo Fittipaldi. La sorpresa Kush Maini ha marcato la decima migliore prestazione.

Solo 13° Pourchaire, quarto in mattinata ma questa volta non così efficace sul giro secco a fine giornata dopo avere causato una bandiera rossa a inizio pomeriggio. Due posizioni più indietro Frederik Vesti, il quale ha invece concluso davanti a tutti il primo turno cercando a tutti gli effetti una prestazione più spinta sin da subito.

Altre due interruzioni, una per sessione, sono state causate dalle Trident. Roman Staněk ha avuto un problema meccanico in mattinata, segnando poi il 18° miglior tempo di giornata, mentre Clément Novalak è stato protagonista di appena sette giri nel pomeriggio e si è fermato a sua volta a bordo pista a nove minuti dalla fine per la terza bandiera rossa di giornata: ultimo crono per il franco-britannico.

Sessione mattutina:

Sessione pomeridiana:

Immagine copertina: Formula 2 Twitter

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live