F2 | Test Bahrain 2023: day 1 nel segno di Théo Pourchaire

Formula 2
Tempo di lettura: 3 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
14 Febbraio 2023 - 18:40
Home  »  F2

Il francese replica al compagno di squadra della F3 Saucy, marcando il miglior tempo in entrambe le sessioni

Non poteva iniziare meglio il 2023 del team ART Grand Prix. Se Grégoire Saucy ha stabilito il miglior tempo in entrambe le sessioni di test della F3, Théo Pourchaire non è stato da meno in F2 concludendo la prima giornata delle prove collettive del Bahrain in 1:42.165. Anche in F2, come nel caso della sorella più piccola, la sessione pomeridiana ha di fatto stabilito la classifica riepilogativa di questo martedì dopo un turno mattutino di “studio”.

Su una vettura che ha sfoggiato una fiammante colorazione rossonera-Sauber Pourchaire ha preceduto di 128 millesimi Richard Verschoor, confermatosi in grande condizione dopo avere svettato anche nei test di Abu Dhabi dello scorso novembre. Le performance dell’olandese hanno ribadito anche una buona crescita da parte del team van Amersfoort, entrato nella categoria cadetta in punta di piedi e non senza qualche difficoltà e ora più pronto a raggiungere risultati in linea con il glorioso palmarès accumulato in altre categorie.

Terza posizione per Arthur Leclerc, il migliore tra i tanti debuttanti di questo 2023 al volante della DAMS #12. Particolare attenzione è stata suscitata dal fatto che Ferrari, tramite i suoi piloti dell’academy, non abbia influenzato le livree delle vetture di F2 o F3 (anche se di fatto Maranello non ha piloti nella terza formula) come invece fatto da Alpine, Sauber o Williams, le quali hanno letteralmente trasformato le monoposto guidate dai rispettivi giovani nelle due serie propedeutiche in F1 in miniatura.

Quarto Ralph Boschung, indubbiamente il pilota più esperto della categoria, davanti alla seconda DAMS di Ayumu Iwasa. Alle spalle del giapponese dell’academy Red Bull si è stabilito un altro pilota del vivaio guidato da Helmut Marko, ossia Enzo Fittipaldi, quindi Jack Doohan e le MP di Jehan Daruvala e Dennis Hauger, con l’indiano autore del secondo tempo in mattinata ma solo ottavo nella sessione del pomeriggio. Top ten chiusa da un altro rookie di casa Red Bull, Isack Hadjar, in rappresentanza del team Hitech.

Nelle retrovie i colori italiani, che anche quest’anno per la F2 si limitano ai soli team. Trident ha portato a casa un 12° posto con Clément Novalak e un 17° con il debuttante Roman Staněk, mentre per quanto riguarda Prema si segnalano la 14esima posizione di Oliver Bearman e la 21esima di Frederik Vesti.

A differenza della F3, che non ha avuto interruzioni nell’arco dei due turni di prova, la F2 ha registrato una bandiera rossa a sessione. Quella mattutina è stata causata da Zane Maloney, poi comunque settimo, mentre quella pomeridiana è stata frutto proprio del già citato Vesti.

Sessione mattutina:

Sessione pomeridiana:

Immagine copertina: Bahrain International Circuit Twitter

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live