F2 | Ilott e Correa con Charouz, junior team Sauber

F2
Ilott e Correa con Charouz, junior team Sauber

Si rinnova il legame tra il team ceco e Ferrari di 19 Febbraio 2019, 21:34

Nella mattinata odierna, il team Charouz ha presentato le sue line-up per la stagione 2019. La scuderia ceca ha rafforzato il suo rapporto con Ferrari, dopo avere fatto sfoggio dei loghi FDA nel 2018, divenendo junior team Sauber per le categorie F2, F3 e F4.

Per quanto riguarda la serie cadetta, dopo avere liberato sia Antonio Fuoco che Louis Délétraz, ad occupare i sedili delle due Dallara ci saranno Callum Ilott e Juan Manuel Correa. Due esordienti quindi, anche se Ilott ha già disputato una gara in F2 in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna del 2017. Ilott, peraltro, entra nel team Charouz da pilota della Ferrari Driver Academy.

Entrambi, nel 2018, sono stati protagonisti dell'ultimo campionato di GP3. Il britannico, partito con il ruolo di favorito in quanto pilota relativamente esperto e parte del team ART, ha concluso solo al terzo posto preceduto dai compagni di squadra Anthoine Hubert e Nikita Mazepin, mentre lo statunitense nato in Ecuador ha tenuto alti i colori del team Jenzer chiudendo 11°. 

Ecco le parole di Ilott: "Charouz mi ha impressionato nel 2018 e quando il managing director Bob Vavřík mi ha contattato, parlandomi dei piani suoi e di Frédéric Vasseur, mi sono sentito al posto giusto. La forza tecnica, la passione e il legame con Sauber sono qualcosa di differente, avere una chance per essere parte di tutto ciò è grandioso. Sono in una posizione unica, beneficerò dell'esperienza della Ferrari Driver Academy e avrò il vantaggio di entrare nello junior team della Sauber, per rafforzarmi come pilota. C'è molto da imparare, ma voglio ripagare la FDA per la fiducia che mi ha dato, offrendo grandi performance nella lotta per il titolo F2".

Così invece Correa, soddisfatto per il suo debutto in F2: "Questa stagione è un'incredibile opportunità per la mia carriera, non solo per l'alta qualità del team Charouz ma anche perché questo mi aprirà una porta potenziale verso la F1 tramite Sauber. Un programma come questo è ciò che tanti i piloti sognano, sono davvero onorato di essere parte di tutto questo. Con l'aiuto e la conoscenza di Sauber, confido di migliorarmi ulteriormente come pilota e di correre un'ottima stagione da rookie".



Condividi