F2 | GP Spagna 2024, Sprint Race: dominio Martins, disastro Prema

F2 | GP Spagna 2024, Sprint Race: dominio Martins, disastro Prema

Formula 2
Tempo di lettura: 3 minuti
di Simone Casadei
22 Giugno 2024 - 15:10
Home  »  F2

Vittoria al francese, seguito da Maini e Correa, che scavalcano Miyata grazie alle penalità. Fuori dai punti Antonelli, mentre Bearman termina addirittura ultimo.

È la giornata di Victor Martins questo sabato spagnolo sul circuito di Barcellona. Il pilota dell’Academy Alpine ha dominato la Sprint Race di Formula 2, dopo una partenza perfetta che lo ha poi portato a dominare per intero la prima gara del fine settimana. Secondo giunge un consistente Kush Maini, davanti a Juan Manuel Correa. I due hanno sfruttato alla perfezione i 10 secondi di penalità, comminati per track limits, a Ritomo Miyata. Per la Prema, invece, non sembra esserci tregua: Antonelli è 10°, dopo essere partito in top 5, Bearman ultimo e in una crisi profondissima.

Allo spegnimento dei semafori, Martins ha bruciato subito Maini mettendosi al comando, mentre Antonelli ha perso la posizione sia da Bortoleto che da Aron, partito nono ma subito sesto dopo la prima tornata. Ottima è stata la progressione di Miyata, da quarto a secondo. Immediatamente evidenti le difficoltà di Juan Manuel Correa, superato da entrambi i piloti del team Virtuosi. Nelle retrovie, Maloney è riuscito a recuperare ben quattro posizioni, transitando al tredicesimo posto.

Protagonisti nelle prime fasi l’italiano della Prema e Isack Hadjar, in lotta per la settima posizione, con il francese che ha più volte tentato l’attacco alla prima staccata senza però riuscire a portarlo a termine. L’altra vettura di Grisignano, quella di Oliver Bearman, non ha invece dato l’impressione di uscire dal calvario già visto ieri in qualifica: all’inizio del decimo giro, l’inglese è stato sorpassato prima da Fittipaldi e poi da Barnard, scendendo ventunesimo.

Dopo numerosi tentativi, Hadjar scavalca Antonelli all’inizio del dodicesimo passaggio, imitato poco dopo anche da Crawford. A dieci giri dal termine, arrivano 5 secondi di penalità per Miyata, a causa delle troppe infrazioni per track limits commesse dal giapponese. A questi se ne sommano altri cinque, arrivati poche tornate più avanti. A 20 di 26, anche Hauger scavalca il diciassettenne di Bologna, portandosi nono.

Si accende sul finale la lotta per il terzo posto, virtuale in pista ma reale a fine gara, data l’ingente penalità per il pilota del team Rodin. Al penultimo giro, è Correa a rompere gli indugi, mettendosi dietro un Bortoleto in difficoltà. In curva 3, all’ultimo passaggio, anche Aron mette le ruote davanti al brasiliano, imitato pochi secondi dopo da Crawford. Là davanti, si gode il trionfo Victor Martins, mai impensierito da nessuno. Ottimo secondo Maini, mentre terzo chiude Correa. Alle loro spalle, sono giunti Aron, Crawford, Bortoleto, Hadjar e Miyata, autore del giro più veloce.

La Formula 2 tornerà domani alle 11:30, orario di partenza della Feature Race.

Immagine di copertina: F2 / X

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live