F2 | GP Sakhir: Tsunoda conquista l’ultima pole, disastro per Schumacher

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il capoclassifica è 18° dopo un incidente con Nissany, ma Ilott non ne approfitta: nono


Il Gran Premio di Sakhir della F2 non è partito sotto i migliori auspici per i pretendenti al titolo cadetto 2020. In una qualifica segnata dal traffico e dal gioco delle scie, su una pista velocissima e ben poco selettiva, Mick Schumacher non è andato oltre il 18° posto dopo una mezzora a dir poco disastrosa e Callum Ilott non ne ha approfittato segnando solo il nono tempo.

Il più veloce sull'”Outer Circuit” del Bahrain è stato Yuki Tsunoda, in 1:02.676. Il giapponese del team Carlin era stato il più veloce anche nelle prove libere del primo pomeriggio ed è riuscito a ripetersi anche con i quattro punti in palio. Quattro pole position al debutto in F2 per uno dei principali candidati al sedile rimasto libero in AlphaTauri per il 2021.

In prima fila con Tsunoda scatterà Nikita Mazepin, molto rapido sul giro secco anche in questa occasione. Il russo del team Hitech deve recuperare 43 punti a Schumacher in campionato ma senz’altro è nella posizione migliore per rosicchiarne già dalla feature race di domani.

Seconda fila per l’altra Carlin, quella di Jehan Daruvala, e per Robert Shwartzman, abile a sfruttare la scia dello stesso Mazepin nel suo ultimo giro buono. Pochi secondi dopo, infatti, Luca Ghiotto è andato in testacoda in uscita dalla seconda curva causando una bandiera rossa a quattro minuti dal termine.

Al ritorno in pista, si è verificata una situazione alquanto caotica che nel caso di Schumacher si è trasformata in un autentico disastro. Il capoclassifica del campionato si è ritrovato a battagliare con Roy Nissany nel corso dell’ultimo giro lanciato, scontrandosi con l’israeliano all’ultima curva nel tentativo di superare la Trident #22. Un incidente per il quale potrebbe essere proprio il pilota Prema a pagare: in quel caso la retrocessione all’ultimo posto, dal 18° delle qualifiche, sarebbe assicurata.

Terza fila per Felipe Drugovich e Christian Lundgaard, davanti ad un redivivo Artem Markelov e a Dan Ticktum. Solo nono Ilott, che non è riuscito a ritagliarsi uno spazio in pista per sfruttare la sua competitività sul giro secco e nemmeno a trovare una scia buona. Al fianco della Virtuosi #4 partirà Louis Délétraz.

Dopo avere causato la bandiera rossa nel finale, Ghiotto partirà 14° davanti a Marcus Armstrong, il quale potrebbe essere tuttavia oggetto di un’altra investigazione per avere ostacolato Shwartzman durante l’ultimo giro delle qualifiche.

17° Théo Pourchaire, alla sua seconda uscita in F2, mentre il rientrante Ralph Boschung ha chiuso 20° sulla Campos ex-Jack Aitken. 21 piloti su 22 sono rimasti al disotto del secondo di distacco dalla pole, solo Sean Gelael è andato oltre questo limite.

L’appuntamento con la feature race del Gran Premio di Sakhir, potenzialmente decisiva per il campionato. è per domani alle 13:10 italiane.

Classifica:

Immagine: fiaformula2.com

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci