F2 | GP Monaco 2024: Barnard vince la sprint race dopo una bandiera rossa

F2 | GP Monaco 2024: Barnard vince la sprint race dopo una bandiera rossa

Formula 2
Tempo di lettura: 3 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
25 Maggio 2024 - 16:00
Home  »  F2

Il britannico si impone per la prima volta dalla pole dopo un’interruzione causata da Maloney, podio sfiorato per Antonelli

Il Gran Premio di Monaco della F2 si è aperto con la sprint race vinta da Taylor Barnard, l’unico pilota rimasto senza punti nei primi quattro appuntamenti della stagione. Il britannico del team AIX Racing ha capitalizzato la pole position della griglia invertita guidando dall’inizio alla fine una gara che, seguendo un fil rouge ormai storico, non ha offerto grandi emozioni.

Nemmeno un’interruzione con bandiera rossa al giro 25 è servita a dare una scossa. A causarla nientemeno che Zane Maloney, leader del campionato: nel tentativo di avere ragione di Zak O’Sullivan, il barbadiano lo ha tamponato alla Rascasse ed è stato a sua volta colpito da Juan Manuel Correa alle sue spalle, finendo in testacoda e bloccando il passaggio della penultima curva assieme a Kush Maini. Le prime avvisaglie di tracollo del pilota del team Rodin nei confronti di O’Sullivan erano arrivate già nella precedente tornata, con un attacco a dir poco velleitario sul marciapiede del Loews costato anche un danno all’ala anteriore.

Barnard ha preceduto Gabriel Bortoleto, al secondo podio di fila dopo la feature race di domenica scorsa ad Imola, e Dennis Hauger, che pur mettendo pressione per diversi giri al brasiliano non è riuscito ad indurlo a gravi errori a parte un paio di tagli della chicane del Porto.

Per la terza volta nella sua stagione da rookie Andrea Kimi Antonelli ha messo in casella un quarto posto. Per l’italiano di casa Mercedes e Prema è arrivata anche l’ulteriore soddisfazione del punto del giro più veloce, obiettivo che tanti piloti hanno messo nel mirino oggi vista la quasi totale impossibilità di commettere sorpassi. Antonelli ha preceduto Franco Colapinto e la Trident di Roman Staněk, quindi Paul Aron e Isack Hadjar a completare la zona punti in una gara servita più che altro come riscaldamento in vista di domani.

Altro capitolo nel 2024 negativo di Oliver Bearman e Victor Martins. Il primo ha cercato disperatamente di recuperare una posizione in top 8 ma si è dovuto accontentare dell’11° posto, dopo un forte scontro con il muro della curva Noghés e una perdita di potenza un paio di giri più tardi, mentre il secondo è finito contro le barriere già alla prima curva a seguito di un pessimo scatto, senza ala anteriore per la duplice chiusura di traiettoria da Jak Crawford all’interno e da Pepe Martí all’esterno. Lo stesso Martí ha invece causato la seconda safety car di giornata, finendo contro il muro all’uscita della Piscina al sesto giro.

Gara da dimenticare anche per il poleman di ieri Richard Verschoor, spedito a muro da Joshua Dürksen e costretto ad un pit stop per la riparazione dell’ala anteriore. L’olandese non è andato oltre il 16° posto, ma la sua vera occasione sarà domani.

Sprint race che non ha spostato di tanto gli equilibri della classifica generale. Maloney resta leader nonostante il ritiro odierno con 68 punti, Aron e Hadjar hanno limato qualche lunghezza portandosi rispettivamente a 65 e 60 mentre Hauger ha rafforzato il quarto posto a quota 47 davanti a Bortoleto con 46.

La feature race della F2 a Montecarlo partirà domani alle ore 9:40.

Classifica:

Immagine copertina: Formula 2 on X

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live