F2 | GP Monaco 2021, Sprint Race 1: Zhou-Drugovich per una doppietta Uni-Virtuosi

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il cinese concretizza la partenza al palo conquistando il successo di Gara 1 e mantenendo la testa della classifica.

La prima gara della Formula 2 a Monaco si chiude senza particolari momenti salienti. Guanyu Zhou, partito dalla pole position grazie alla griglia invertita rispetto alle qualifiche, ha ottenuto il successo dopo un’ottima partenza e una buona amministrazione della prima posizione.

Al secondo posto il suo compagno di squadra Felipe Drugovich che regala così alla UNI-Virtuosi la sua prima doppietta in Formula 2, oltre al primo doppio podio per la squadra dalla Feature Race di Silverstone nel 2019. Terza posizione per Roy Nissany che guadagna così il suo primo podio nella categoria.

Come detto, al via Zhou ha conservato la prima posizione, ma alle sue spalle Christian Lundgaard ha sopravanzato Drugovich grazie a un ottimo scatto. Poco più dietro, Pourchaire ha invece sopravanzato Oscar Piastri e quindi Robert Shwartzman, autore di un errore alla curva di Massenet. Il russo è finito contro le barriere, danneggiando l’ala anteriore e probabilmente la sospensione anteriore destra. Il portacolori della Prema è stato infatti costretto al ritiro, dopo essere rientrato in corsia dei box.

Il danese in seconda posizione ha agevolmente mantenuto la piazza fino al tredicesimo giro, quando il motore Mecachrome della sua vettura ha iniziato a fumare. Dopo due giri il pilota della ART Grand Prix ha dovuto arrendersi al problema tecnico, andando a parcheggiare la sua Dallara in fondo alla via di fuga del Mirabeau Haute. Così facendo, Drugovich ha riguadagnato il secondo posto, mentre Nissany è salito al terzo.

Nessuna azione degna di nota fino al diciannovesimo giro quando Alessio Deledda, inizialmente non qualificatosi per la gara per non essere stato entro il 107% dal tempo della pole, e poi riammesso, è stato doppiato dal leader della gara. L’italiano della HWA Racelab non ha mai girato a meno di 3 secondi dai tempi della testa del gruppo, accumulando mezzo minuto di ritardo solo nelle prime tre tornate.

Se il ritiro di Lundgaard ha portato all’esposizione di una bandiera gialla, è servito il contatto col muro di Gianluca Petecof alle Piscine per chiamare in causa la Virtual Safety Car prima e la Safety Car poi. Il brasiliano è entrato troppo largo nella seconda chicane, finendo per prendere il volo sul cordolo. Non avendo più controllo della sua vettura, è atterrato direttamente contro le barriere di protezione a bordo pista.

La Safety Car è rimasta in pista per soli due giri, rientrando quindi a tre tornate dalla bandiera a scacchi. Alla bandiera nessun cambio di posizioni, con i primi quattro che hanno accumulato qualche decimo di vantaggio sul resto del gruppo.

Al penultimo giro, però, Marino Sato ha concluso la propria gara contro le barriere della Sainte-Devote, ma non è stato necessario il coinvolgimento della vettura di sicurezza, grazie all’efficienza dei commissari monegaschi.

Negli ultimi metri un sorpasso importante in vista della gara di domani. Marcus Armstrong si è infatti infilato all’interno della Rascasse, aprendosi un varco ai danni di Jehan Daruvala, il quale ha poi subito il sorpasso alla Anthony Noghes, perdendo il decimo posto. A partire davanti a tutti nella seconda sprint race sarà dunque il neozelandese della Dams.

A transitare per primo sotto la bandiera a scacchi di questa prima gara è stato però Zhou, davanti a Drugovich, Nissany e Ralph Boschung. Quinto posto e giro più veloce per Juri Vips, giunto a tre secondi e mezzo dal pilota che lo ha preceduto. Il pilota estone è comunque sotto investigazione per presunta infrazione durante le procedure di Safety Car. La classifica finale potrebbe quindi cambiare, ma per ora a chiudere la zona punti: Dan Ticktum, Theo Pourchaire e Oscar Piastri. Nono Liam Lawson che domani mattina partirà quindi al fianco di Armstrong in prima fila.

La classifica piloti vede ora Guanyu Zhou allungare sulla concorrenza grazie ai suoi 56 punti, contro i 30 di Liam Lawson. Metà dei punti del cinese per Jehan Daruvala che oggi è rimasto a bocca asciutta. Con la doppietta, UNI-Virtuosi sale al comando con 70 lunghezze.

Classifica provvisoria della Sprint Race 1 del GP di Monaco 2021.

Immagine di copertina: Twitter / Formula 2 – Formula Motorsport Limited

P300 MAGAZINE

F2 | GP Monaco 2021, Sprint Race 1: Zhou-Drugovich per una doppietta Uni-Virtuosi

Continua a seguirci

Avatar of Marco Colletta
Marco Colletta
Classe '96, laureato in Comunicazione e Media Contemporanei. Sono nato a Nardò e vivo a Carpi, quindi sin dal primo secondo ho sempre avuto qualcosa a che fare con i motori. Scrivo da quando avevo 16 anni e da allora non ho più smesso. Nei miei racconti cerco sempre di trasmettere tutta la mia passione per il motorsport.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

F2 | GP Monaco 2021, Sprint Race 1: Zhou-Drugovich per una doppietta Uni-Virtuosi

Continua a seguirci