F2 | GP Bahrain 2021, sprint race 2: seconda vittoria di un rookie, tocca a Piastri

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

L’australiano beffa Zhou nelle ultime fasi, Nannini a punti, sfortuna per Vips e Lawson


Fuochi d’artificio nella notte di Sakhir per la seconda sprint race della F2 in Bahrain. Oscar Piastri ha conquistato il suo primo successo nella categoria cadetta rispondendo da rookie alla vittoria ottenuta stamattina da Liam Lawson, un altro debuttante.

Un successo arrivati negli ultimissimi giri ai danni di Guanyu Zhou, che ha azzardato una gara intera su gomme morbide ma è stato beffato dalla safety car intervenuta per rimuovere la vettura dello stesso Lawson, colpita da Felipe Drugovich durante il 15° passaggio. Il cinese del team Virtuosi aveva gestito alla perfezione le coperture a banda rossa ma la neutralizzazione ha permesso a tutti i piloti partiti su gomme dure di effettuare un pit stop senza grandi perdite di tempo.

Piastri ha recuperato in fretta le posizioni perdute con la sosta approfittando anche dei problemi meccanici patiti da Jüri Vips, che al 21° dei 23 giri ha iniziato improvvisamente a calare il ritmo finendo mestamente in 16esima e ultima posizione e fermandosi subito dopo la bandiera a scacchi.

Secondo al traguardo Christian Lundgaard, retrocesso tuttavia in nona piazza a causa di una penalità di 10 secondi comminatagli a seguito di un incidente con Lirim Zendeli all’inizio del sesto giro. Il danese del team ART si è presentato alla prima curva all’interno del tedesco ma non ha portato a termine la manovra di sorpasso, toccando la gomma posteriore destra della MP #12. Singolare, peraltro, che Lundgaard non abbia scontato la sanzione nel corso del pit stop, fatto che potrebbe essere ulteriormente esaminato dalla Direzione Gara.

La retrocessione di Lundgaard ha vanificato un podio firmato 100% Alpine visto che al secondo posto ha effettivamente concluso Zhou, terzo sotto la bandiera a scacchi. Terzo in rimonta Jehan Daruvala, scattato male dalla nona casella ma capace di recuperare fino al secondo podio consecutivo di oggi.

Dal fondo della griglia alla quarta posizione Richard Verschoor, che non si è dato per vinto dopo lo scontro di stamani con Dan Ticktum mettendo la firma su un eccezionale recupero. MP Motorsport ha comunque potuto gioire nonostante il ritiro fortuito di Zendeli.

Quinto Théo Pourchaire, altro debuttante capace di disputare una corsa di primissimo livello. Il francese del team ART si è lanciato in una serie di sorpassi da brivido nei primi giri ma poi ha preferito una condotta più attenta, peraltro fermandosi per il cambio gomme durante la safety car con un giro di ritardo rispetto a tutti gli altri.

Sesto David Beckmann, autore di un’altra gara positiva dopo il podio della prima sprint, quindi Marino Sato sulla Trident e Matteo Nannini, già in zona punti alla sua seconda gara in F2. Marcus Armstrong ha concluso decimo dopo avere seguito la stessa strategia di Zhou ma con un passo meno competitivo.

Dopo l’incidente con Lawson e la conseguente penalità di 10 secondi, Drugovich non è andato oltre un 14° posto. Ritiro per Alessio Deledda, fermato da problemi meccanici.

Un altro incidente in questa gara ricca di azione è quello che ha coinvolto Ticktum e Robert Shwartzman alla prima curva. Il russo della Prema ha esagerato la frenata andando a colpire la Carlin #5: per entrambi, vettura troppo danneggiata e subitaneo ritiro.

Piastri è anche il nuovo leader della classifica con 23 punti, grazie ai due del giro più veloce, contro i 22 di Daruvala e i 18 di Zhou. L’appuntamento con la feature race, con lo stesso Zhou in pole position, è per domani alle 12:50 italiane.

Classifica:

Immagine copertina: Prema Twitter

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

P300 MAGAZINE

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE