F2 | GP Bahrain 2021: Drugovich il più veloce nelle libere

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Miglior tempo per Drugovich davanti a Ticktum e Lawson. Indietro Zhou e Lundgaard

La Formula 2 ha aperto i battenti della propria stagione 2021 con le prove libere del primo round stagionale in scena sul circuito del Sakhir in Bahrain, con Felipe Drugovich autore del miglior tempo al termine dei 45 minuti della sessione.

Il pilota brasiliano della UNI-Virtuosi ha chiuso davanti a tutti con il tempo di 1:45.340, un tempo molto alto rispetto alle prestazioni viste a inizio mese nei test pre-stagionali disputati sempre in Bahrain. Alle sue spalle ha chiuso Dan Ticktum, fresco di riconferma come Development Driver della Williams, secondo a un decimo di distacco.

Liam Lawson è stato il migliore tra i Rookie, autore del terzo tempo davanti ai due piloti della Ferrari Driver Academy Marcus Armstrong e Robert Shwartzman, rispettivamente in quarta e quinta posizione. Un altro rookie ad essersi comportato molto bene è stato Lirim Zendeli, sesto a tre decimi di ritardo.

Juri Vips e Jehan Daruvala occupano la settima e ottava posizione, separati da un solo millesimo, con Bent Viscaal e Oscar Piastri a completare la Top-10; il Campione in carica della Formula 3 paga sette decimi di ritardo dal tempo di Drugovich chiudendo davanti a Theo Pourchaire, suo avversario la scorsa stagione e 11° al termine delle prime prove libere stagionali.

Leggermente indietro gli altri due pupilli della Alpine Sport Academy, con Guanyu Zhou e Christian Lundgaard, autore del miglior tempo nella tre giorni di test, rispettivamente in 12° e 13° posizione in una sessione che ha visto i primi 15 piloti racchiusi in un secondo.

Completano il gruppo gli unici due piloti italiani presenti quest’anno nella categoria ovvero Matteo Nannini e Alessio Deledda, rispettivamente in 21° e 22° posizione.

Immagini: Twitter / Felipe Drugovich & fiaformula2.com/livetiming

Avatar of Daniele Botticelli
Daniele Botticelli
Classe 1997, laureato in Scienze della comunicazione e con una passione smisurata per il motorsport, il basket e la musica. Cresciuto sotto il mito di Valentino Rossi, Michael Schumacher, Alessandro Del Piero e Kobe Bryant. Poteva andare peggio no? Sono sempre alla ricerca di nuove leve, per raccontare le loro gesta e farvele conoscere ancor prima del loro arrivo sui grandi palcoscenici, questo perché ho sempre ammirato il nuovo che avanza

P300 MAGAZINE

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE