F2 | GP Azerbaijan, qualifiche: Matsushita in pole con Carlin

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Nobuharu Matsushita ha conquistato la pole position per la feature race di F2 in Azerbaijan. Il pilota giapponese del team Carlin ha girato in 1:54.555 percedendo di 444 millesimi la ART di Nyck De Vries, che partirà alle sue spalle in prima fila.

Terza posizione per Luca Ghiotto: il pilota italiano del team UNI-Virtuosi è stato in testa alla classifica fino alle battute finali. Nell’ultimo giro buono il traffico (nello specifico di Nikita Mazepin) gli ha impedito di migliorare il suo tempo e lottare, quindi, per la pole. Al suo fianco, in seconda fila, partirà la DAMS di Sergio Sette Camara.

Terza fila per Jordan King (MP Motorsport) e Mick Schumacher (Prema), seguiti da Nicholas Latifi (DAMS) e Jack Aitken (Campos) in quarta e Anthoine Hubert (Arden) e Ralph Boschung (Trident) in quinta.

La sessione è stata posticipata di mezz’ora dopo i problemi riscontrati in Formula 1 ed i lavori dei commissari per mettere in sicurezza il circuito.

CRONACA

I piloti scendono subito in pista per far segnare i primi tempi ma subito arriva la prima interruzione. Sean Gelael è fermo con la sua Prema in uscita da curva 8. I commissari si avvicinano per spegnere un leggero principio d’incendio nella zona dei freni: nello spingere la monoposto verso la via di fuga il pilota rimette in moto e partendo coglie di sorpresa due marshal, che vengono colpiti e cadono a terra, per fortuna senza conseguenze. Gelael torna ai box per far controllare la sua monoposto.

Si riparte con ancora 25 minuti sul cronometro: il primo tempo buono è quello di Jordan King in 1:57.213, ma subito arriva la risposta di De Vries con la ART che abbassa il limite da un secondo e sette con 1:55.490, seguito dalla Carlin di Matsushita a tre decimi. Continuano i passaggi sul traguardo ed è Luca Ghiotto a far segnare momentaneamente il miglior tempo a 16 minuti dal termine. L’italiano del team UNI-Virtuosi va in testa per soli 22 millesimi su De Vries. 

Un’uscita di pista di Callum Ilott non richiede fortunatamente una nuova sospensione a 14 minuti dal termine, con Ghiotto che comanda su De Vries, Matsushita, Sette Camara, Hubert, Latifi, Aitken e Boccolacci. Gelael intanto è sotto investigazione per quanto successo in regime di bandiera rossa. 

Dopo qualche minuto di attesa, tutti in pista quando ne mancano sette al termine delle qualifiche per gli ultimi giri veloci. Da Vries è davanti a tutti e quindi sarà l’unico a non avere traffico davanti a sé. I piloti, dopo il giro di lancio, effettuano un secondo giro per riscaldare le gomme prima di lanciarsi per l’unico passaggio veloce che il tempo restante mette a disposizione. 

De Vries migliora in 1:54.999 portandosi in testa, ma Matsushita scende addirittura a 1:54.555 mentre Ghiotto rimane imbottigliato dietro Mazepin e non migliora, scalando in terza posizione. 

Finisce con il giapponese che conquista la pole per il team Carlin davanti a Nyck De Vries (ART), Luca Ghiotto (UNI-Virtuosi) e Sergio Sette Camara (DAMS). Terza fila per Jordan King e Mick Schumacher. Chiudono la top ten Latifi, Aitken, Hubert e Boschung. 

Partirà dal fondo Sean Gelael (senza tempo) mentre Mahaveer Raghunathan, ultimo a sei secondi dal tempo di Matsushita, sarà costretto ad iniziare Gara 1 dalla pitlane per una penalità comminata prima delle qualifiche. Il pilota del team MP Motorsport non si è fermato infatti alla procedura del peso durante le prove libere del mattino.

Seguono i tempi delle qualifiche.

F2 | GP Azerbaijan, qualifiche: Matsushita in pole con Carlin

Immagine: Twitter/Matsushita

P300 MAGAZINE

F2 | GP Azerbaijan, qualifiche: Matsushita in pole con Carlin

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

F2 | GP Azerbaijan, qualifiche: Matsushita in pole con Carlin

Continua a seguirci