F2 | GP Austria, Drugovich (MP Motorsport) vince Gara 2, Safety car protagonista

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Felipe Drugovich (MP Motorsport) ha vinto la Sprint Race di F2 in Austria davanti a Louis Deletraz (Charouz) e Dan Ticktum (DAMS). La gara, però, è stata condizionata dai troppi problemi tecnici che hanno costretto la Safety Car ad entrare in due delle tre occasioni durante i 28 giri della gara.

Il primo ingresso della vettura di sicurezza arriva già nel secondo passaggio, quando la HWA di Alesi si ferma con il motore in fumo. La gara dovrebbe ripartire nel 5° passaggio ma anche la DAMS di Gelael rimane ferma in pista, prolungando la permanenza della SC di un giro.

Il secondo ingresso arriva per l’uscita di pista di Luca Ghiotto, tamponato da Daruvala ed insabbiato. Il terzo è per un altro problema tecnico, questa volta sulla ART di Armstrong.

La gara, dopo tre neutralizzazioni, inizia nel corso del 17° sui 28 giri previsti, con Drugovich che mette tra sé e gli inseguitori uno spazio di sicurezza da gestire fino al termine della gara dopo essere scattato bene dalla pole. Dietro di lui l’unica battaglia che vivacizza un po’ la gara è quella tra Schumacher e Matsushita, con il giapponese abile a rintuzzare tutti i tentativi di attacco del tedesco.

Giù dal podio arrivano Shwartzman (Prema), Lundgaard (ART), Matsushita (MP Motorsport), Schumacher (Prema), Aitken (Campos), Ilott (UNI-Virtuosi) e Mazepin (Hitech).


CRONACA

Partenza senza intoppi con Drugovich che mantiene la prima posizione davanti a Deletraz e Armstrong. Il primo giro passa senza contatti ma è la HWA di Alesi a neutralizzare la corsa con il motore KO.

La Safety Car entra in pista già nel corso del secondo giro, con Drugovich che comanda su Deletraz, Armstrong, Ticktum, Shwartzman, Lumdgaard.

La SC dovrebbe rientrare all’inizio del 5° passaggio ma le immagini inquadrano la DAMS di Gelael ferma in pista. Altro problema tecnico per le F2.

Si riparte nel sesto passaggio con Schumacher che passa Ilott tra curva tre e quattro portandosi in ottava posizione, mentre davanti Drugovich mantiene il comando. Bella la battaglia tra Deletraz e Armstrong per la seconda posizione, mentre dietro la sfortuna non abbandona Luca Ghiotto. L’italiano viene colpito da Daruvala e si insabbia in curva 4, con Zhou che per evitare la Hitech deve andare largo a sua volta nella ghiaia. La Safety Car entra nuovamente in pista.

Si riparte all’inizio dell’11° giro con Drugovich davanti a Deletraz, Armstrong, Ticktum, Shwartzman, Lundgaard, Matsushita e Schumacher. Errore di Markelov che rompe l’ala non riuscendo ad evitare Daruvala in curva 1.

Arriva un’altra vittima di problemi tecnici. Stavolta è Armstrong a restare fermo nel 14° giro prima del rampino di curva 3, provocando il terzo ingresso della SC. Daruvala viene penalizzato con 5 secondi per il contatto con Ghiotto.

Altri due giri di neutralizzazione e si riparte all’inizio del 17° giro sui 28 totali. Drugovich è ancora in testa davanti a Deletraz, Ticktum e Shwartzman. Bella la battaglia tra Matsushita e Schumacher per la sesta posizione. Il vantaggio di Drugovich su Deletraz è di 1.6 nel 23° giro, con Ticktum che si avvicinato allo svizzero. Ilott perde l’ottava posizione a favore di Aitken dopo un errore alla fine del 25° giro.

La gara termina con Drugovich che vince davanti a Deletraz e Ticktum. Shwartzman è quarto davanti a Lundgaard, Matsushita e Schumacher che non riesce a trovare lo spunto per passare il giapponese. Aitken precede Ilott con Mazepin che chiude la top ten.

Segue il risultato di gara.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

F2 | GP Austria, Drugovich (MP Motorsport) vince Gara 2, Safety car protagonista 2
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE