F2 | GP Abu Dhabi: ultima pole stagionale per Sérgio Sette Câmara

F2
GP Abu Dhabi: ultima pole stagionale per Sérgio Sette Câmara

Il brasiliano torna al palo per la prima volta dalla Francia, Ilott secondo di 29 Novembre 2019, 17:15

L'ultimo attacco al tempo della stagione 2019 della F2, ad Abu Dhabi, ha premiato Sérgio Sette Câmara e soprattutto il team DAMS, che ha incassato quattro punti fondamentali per la classifica squadre che vede proprio la compagine transalpina al comando. Con 74 punti ancora da assegnare, DAMS ne ha 57 di margine sul team Virtuosi, le cui vetture partiranno peraltro più indietro sulla griglia di domani.

1:49.751 il tempo di Câmara, mezzo secondo esatto più lento rispetto alla pole 2018 firmata da George Russell e meno di un decimo più lesto rispetto a Callum Ilott. Il britannico della Ferrari Driver Academy, in forza al team Sauber-Charouz e promesso sposo di Virtuosi, ha disputato un'altra qualifica efficace e per l'ottava volta su 12 gare in questo 2019 scatterà nelle prime tre file; si tratterà, per l'ennesima volta, di confermare anche nella corsa più lunga le ottime prestazioni sul giro secco, cosa che quest'anno è decisamente mancata al pilota di Cambridge.

Seconda fila tutta Carlin con Louis Délétraz a precedere Nobuharu Matsushita. Lo svizzero ha mancato la pole position per poco meno di due decimi, mentre il giapponese si è confermato essere uno dei piloti più veloci della categoria sul giro secco, pur avendo centrato una sola pole position (a Baku) nell'arco di questa stagione.

Guanyu Zhou ha portato la migliore delle Virtuosi al quinto posto, precedendo il neo campione Nyck de Vries. L'olandese del team ART è arrivato alla sua ultima gara nella categoria cadetta, prima di potersi concentrare al massimo sulla Mercedes di Formula E con la quale ha già ottenuto buone prestazioni ad Ad-Diriyah. All'ultima partecipazione in F2 anche Nicholas Latifi, che prenderà il via della feature race dalla settima casella davanti alla Campos di Jack Aitken.

Al nono posto si è classificato Nikita Mazepin, ma il russo partirà in fondo alla griglia nella gara di domani a seguito delle 15 posizioni di penalità che gli sono state inflitte per avere innescato la carambola della sprint race di Sochi. A partire in quinta fila saranno quindi Mick Schumacher, già confermato da Prema per il 2020, e Luca Ghiotto, destinato ad abbandonare le monoposto per diventare pilota ufficiale di Aston Martin nelle categorie GT3.

Per quanto concerne i colori italiani si segnala il 12° e il 18° posto delle Trident, con Giuliano Alesi e il debuttante Christian Lundgaard rispettivamente, e la 17esima piazza di Sean Gelael sulla seconda Prema. L'indonesiano ha peraltro chiuso anticipatamente la propria sessione a causa di un testacoda a pochi minuti dalla bandiera a scacchi.

A chiudere la griglia, il "solito" Mahaveer Raghunathan. Il pilota indiano del team MP Motorsport ha ricevuto l'ennesima penalità di questa stagione nelle prove libere di stamani, per non avere svolto la prova di partenza secondo le modalità previste, pertanto sarà costretto a prendere il via della gara di domani dalla pit lane.

L'appuntamento con l'ultima feature race della stagione è per domani, alle 15:45 italiane.

Classifica:

Immagine copertina: fiaformula2.com



Condividi