F2 | Dorian Boccolacci torna con Trident a Silverstone

F2
Dorian Boccolacci torna con Trident a Silverstone

Il francese correrà sulla vettura lasciata libera da Boschung di 10 Luglio 2019, 16:19

A poche settimane dalla chiusura del rapporto con il team Campos, Dorian Boccolacci si accinge a tornare in azione in F2. Il francese disputerà il Gran Premio di Gran Bretagna di questo weekend a Silverstone al volante della Dallara #21 del team Trident, scuderia con cui ha già disputato il campionato di GP3 nel 2017.

Il 20enne di Cannes ha avuto anche modo di chiarire quanto accaduto con la squadra spagnola, alla quale aveva portato un budget tale da coprire solo le prime cinque gare. Quella di Silverstone dovrebbe essere solo una one-off per Boccolacci, attualmente 12° in campionato, sulla vettura lasciata libera da Ralph Boschung e pilotata da Ryan Tveter in Austria. Il francese ha colto tutti i suoi 30 punti su circuiti cittadini, con un quinto e un settimo posto a Baku a cui hanno fatto seguito un quarto e un quinto a Montecarlo; meno fortunato il 2019 della squadra italiana finora, fanalino di coda della classifica team grazie ai quattro punti conquistati da Boschung mentre Giuliano Alesi è ancora fermo a quota zero.

Come detto, quello tra Boccolacci e Trident è un rapporto che si ricrea a distanza di due anni dal sesto posto finale centrato nel campionato 2017 di GP3. Nel corso di quella stagione, il francese vinse la sprint race di Abu Dhabi e centrò un secondo posto nelle gare a griglia invertita di Barcellona e Jerez.

"Sono entusiasta di tornare a correre con il team Trident dopo i rimarchevoli risultati conquistati in GP3 nel 2017", ha detto Boccolacci. "C'è fiducia reciproca e rispetto verso il team, sono contento che si siano create le condizioni per lavorare di nuovo insieme. Non vedo l'ora di tornare in pista e di conquistare un risultato importante a Silverstone".

Così il team manager, Giacomo Ricci: "Sono felice di annunciare che Dorian Boccolacci tornerà con il team Trident nel weekend di Silverstone. Daremo il massimo per assistere al meglio il nostro pilota, in modo che possa trovare subito la giusta chimica con la vettura e raggiungere un risultato prestigioso".

Immagine copertina: fiaformula2.com



Condividi