F2 | ART Grand Prix conferma Théo Pourchaire per un’altra stagione

Formula 2
Tempo di lettura: 2 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
19 Gennaio 2023 - 12:48
Home  »  F2

Quarta annata per l’accoppiata francese, la terza in F2: obiettivo obbligato, la vittoria del titolo

ART Grand Prix e Théo Pourchaire hanno rinnovato il loro accordo per un’altra stagione di F2, precisamente la terza. Per il pilota di Grasse sarà addirittura il quarto anno con il team connazionale, contando anche quello di debutto in F3 datato 2020.

Il titolo diventa quindi obiettivo obbligato per Pourchaire, partito con i favori del pronostico già nel 2022 e largamente battuto dalla sorpresa Felipe Drugovich alla distanza. Per il pilota dell’academy Sauber sono arrivati tre vittorie e sette podi, comunque sufficienti per un secondo posto in classifica finale.

La partnership con Sauber posiziona naturalmente Pourchaire in una corsia preferenziale per il futuro sedile Alfa Romeo Racing in F1, anche se Valtteri Bottas e soprattutto Guanyu Zhou appaiono saldi all’interno del team di Hinwil. Qualora il transalpino dovesse finalmente riuscire a fare sua la corona cadetta, aggiungendola a quella tedesca di F4 vinta nel 2019, la situazione potrebbe volgere maggiormente a suo favore. Pourchaire ha già avuto modo di guidare la vettura di F1 in un weekend di gara durante lo scorso Gran Premio degli Stati Uniti ad Austin.

“Non potrei essere più felice di estendere la mia carriera al massimo livello della F2 con ART Grand Prix, team che è diventato come una famiglia per me”, ha esordito il 19enne della Provenza. “Negli ultimi tre anni abbiamo vissuto momenti intensi ed è importante prepararsi al 2023 con una squadra che mi conosce e che sa come potermi mettere nella migliore condizione possibile. Abbiamo mancato la vittoria lo scorso anno, ma abbiamo guadagnato esperienza e questo ci ha resi ancora più forti. Farò di tutto per portare il titolo ad ART Grand Prix quest’anno”.

Il team principal Sébastien Philippe ha aggiunto: “Théo sarà ancora una volta uno dei piloti più giovani in griglia ma a livello tecnico e personale ha raggiunto una maturità che, unita alla sua velocità e alla sua combattività, sarà fondamentale per competere sempre nelle prime posizioni e aiuterà il team a mantenere alta la concentrazione. La scorsa stagione ha mostrato come ogni dettaglio sia importante e dopo due stagioni di F2 insieme, la missione di ART Grand Prix sarà quella di ottimizzare al massimo le possibilità di vincere il titolo nel 2023”.

Immagine copertina: art-grandprix.com

Lascia un commento