F1 | Verstappen: “Preferisco la sfida con Leclerc”

Alessandro Secchi - 25 Agosto 2022 - 11:51

In un’intervista a SKY in uscita oggi Verstappen parla della lotta con il monegasco

In un’intervista esclusiva a Sky Sport Italia dal nome “Max Numero 1”, in onda oggi alle 17.45 sul canale 207, Max Verstappen ha parlato di sé e dei suoi avversari, da Leclerc a Hamilton, dalla Mercedes alla Ferrari a margine del GP Belgio 2022. Una chiacchierata della quale vi riportiamo qualche anticipazione:

Quella con Lewis era anche una sfida tra generazioni diverse?

Certo. Preferisco la sfida attuale, perché conosco Charles molto bene, è un bravo ragazzo. Abbiamo la stessa età (solo tre settimane di differenza) e stiamo lottando contro un avversario di tutto rispetto, la Ferrari.

Se vincono loro, possiamo congratularci. La stessa cosa se vinciamo noi, loro possono dirci “Ben fatto”. Conosciamo bene le persone nei team, persino Mattia Binotto. Ho un ottimo rapporto con lui, e non solo, anche Gino Rosato, sempre in giro a fare battute. È una persona speciale.

Credo sia fantastico e questo è il senso delle corse: dura competizione in pista, cercando di battere sempre l’avversario, ma fuori si può andare d’accordo. Questo è quello che davvero apprezzo nella stagione in corso”.

Ti mancava questo aspetto nella sfida con Lewis e la Mercedes?

“Mettiamola così: di sabato sera non starei allo stesso tavolo a ridere con…[…]

Ti senti un pilota completo?

“Dico sempre a me stesso che posso fare meglio. Adesso che ho una certa esperienza, se guardo indietro, a quando ho iniziato, sento di essere stato un vero esordiente. Tutto era nuovo: ma adesso, dopo anni di esperienza, errori e cose positive, ho imparato tanto e capisco la Formula 1 molto meglio. Ma non si è mai perfetti. Si può sempre imparare di più e fare meglio”.

Aver vinto il titolo in che modo ti ha cambiato?

“Come persona, nulla. Questo perché, sebbene ami correre e farlo con il mio team, e voglio farlo ancora perché abbiamo una buona macchina e possiamo lottare per vittorie e titoli, non si sa mai quanto questo possa durare. È importante godersi il momento”.

Immagine: Media Red Bull