F1 | Verstappen: “Hamilton? Semplice dare la colpa al più giovane”

F1 | Verstappen: “Hamilton? Semplice dare la colpa al più giovane”

Tra i tanti argomenti di discussione scatenati dal vivace weekend del Sakhir, a far continuare a parlare di sé è il contatto avvenuto in avvio di secondo giro tra Max Verstappen e Lewis Hamilton, in seguito al quale l’olandese della Red Bull ha forato la posteriore sinistra, per poi ritirarsi, e la colorita reazione nel retro podio avuta dal britannico, una volta viste le immagini dell’accaduto.

Il Campione in carica, a caldo, aveva apostrofato Max con un emblematico “…such a d***head“, poi difeso sull’argomento in conferenza stampa da Sebastian Vettel. Sbarcati a Shanghai, a Verstappen è stato chiesto subito un parere sulle dure parole del titolato collega: “Sono parole dette a caldo, è chiaro. Ma è anche abbastanza semplice dare la colpa al pilota più giovane, questo è l’unico modo in cui posso vedere la cosa. Queste cose succedono e non vedo il motivo per il quale dovrei cambiare il mio stile di guida“.

Io non credo di aver fatto qualcosa di sbagliato nel mio approccio” – prosegue Max Verstappen – “Stavo solo cercando di superare la sua vettura e, siccome avevo una buona occasione, ci ho provato. L’anno scorso, in Messico, poteva andare male per me o per qualche altro pilota. Ma stiamo gareggiando e non capisco il motivo per cui tutti ne parlino così tanto. Sono cose che succedono e sono sempre successe durante le gare“.

Il giovane pilota della Red Bull si è poi soffermato anche sui guai tecnici patiti da entrambe le RB14 durante il Gran Premio del Bahrain. “La macchina di Daniel ha avuto un problema molto simile a quello che ho subito io l’anno scorso in Canada ed anche nei test invernali a Barcellona, quest’anno” – sottolinea il figlio di Jos –

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

920FollowersFollow
1,677FollowersFollow
F1 | Verstappen: "Hamilton? Semplice dare la colpa al più giovane" 2
Gianluca Zippo
Classe 1988. Laureato in Giurisprudenza, ancora in cerca della sua 'strada'. Appassionato di sport in generale, malato in particolare di Formula 1 e calcio, senza disprezzare MotoGP e NBA. Michael Schumacher, Valentino Rossi, Andriy Shevchenko, Marco Pantani e Stephen Curry i miei 'fari'.

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE