F1 | Ufficiale: il Qatar entra nel calendario 2021. Accordo di dieci anni dal 2023

Il circuito di Losail farà il suo esordio in F1 nel weekend del 19-21 novembre prima di diventare tappa fissa dal 2023.

Il Gran Premio del Qatar farà il suo esordio nel Mondiale di F1 nel 2021, andando a riempire il buco presente nel weekend che va dal 19 al 21 novembre, presente nella stesura della fase finale del calendario.

L’ufficialità dell’inserimento della gara in Qatar è arrivata oggi, con il circuito di Losail che ospiterà così il 20° dei 22 round della stagione 2021 di Formula 1 prendendo il posto del Gran Premio d’Australia, inizialmente previsto per quel fine settimana.

Oltre all’ingresso nel calendario 2021, è stato annunciato anche un ulteriore accordo di dieci anni per ospitare il Circus in Qatar a partire dal 2023, facendone una presenza fissa nel calendario.

Il circuito di Losail è noto agli appassionati di motorsport in quanto ormai è divenuto presenza fissa nel motomondiale dal 2004, iniziando ad ospitare le gare in notturna dal 2008 ad oggi.

In ambito automobilistico, invece, il circuito qatariota ha ospitato in passato l’ormai defunta GP2 Asia Series nella stagione 2008/2009, con Nico Hulkenberg e Sergio Perez a vincere le due gare presenti nel round.

Così recita il comunicato ufficiale pubblicato dalla Formula 1: “C’era una forte volontà del Qatar di essere utile alla F1 e nel corso di questo processo, la visione di una partnership più lunga è stata discussa e concordata per 10 anni”.

“Il passaggio dall’essere utile alla F1 nel 2021 a una strategia a lungo termine è stato breve e semplice e la visione per la F1 di essere la vetrina per il Qatar dopo la Coppa del Mondo FIFA nel 2022 è stata la forza trainante di questo accordo a lungo termine. Come parte dell’accordo, continueranno le discussioni sulla location del Gran Premio dal 2023 con ulteriori dettagli che verranno forniti in un secondo momento”.

Stefano Domenicali, CEO di Formula 1, ha aggiunto: “Siamo molto lieti di accogliere il Qatar nel calendario della Formula 1 in questa stagione e a lungo termine dal 2023”.

“La Qatar Motor & Motorcycle Federation e le autorità locali sono state incredibili e si sono mosse a grande velocità per garantire che la gara possa svolgersi in questa stagione sul circuito di Losail, famoso per molti per ospitare la MotoGP. Abbiamo dimostrato che possiamo continuare ad adattarci e c’è un grande interesse per il nostro sport e la speranza da parte di molte località per avere un Gran Premio. L’enorme sforzo di tutti i team, della F1 e della FIA ha permesso di realizzare un calendario di 22 gare, qualcosa di davvero impressionante durante un anno impegnativo e qualcosa di cui tutti possiamo essere orgogliosi”.

Abdulrahman Al-Mannai, presidente della Qatar Motor & Motorcycle Federation, ha dichiarato: “Questo è un giorno molto speciale per Qatar Motorsport e per le ambizioni della nostra nazione come ospite di importanti eventi sportivi. Sono molto orgoglioso di essere stati in grado di supportare la Formula 1 intervenendo e ospitando una gara nel nostro paese in un lasso di tempo così breve, assicurandoci anche un accordo rivoluzionario a lungo termine con la F1”.

“Questo entusiasmante accordo significa che il Qatar sarà la casa sia della Formula 1 che della MotoGP per il prossimo decennio, che sono gli eventi di punta del motorsport globale. Abbiamo una storia orgogliosa nel motorsport e questo è il prossimo capitolo per noi. Il Qatar sarà un’ottima destinazione per la F1 e non vediamo l’ora di accogliere presto tutti i piloti, le squadre, i media e i fan”.

Jean Todt, presidente della FIA, ha aggiunto: “Mi congratulo con la Formula 1, la Qatar Motor & Motorcycle Federation e le autorità del Qatar, che hanno lavorato instancabilmente per rendere rapido ed efficiente il Gran Premio inaugurale del Qatar in questi tempi difficili”.

“Il Losail International Circuit, che ospiterà la gara, ha lavorato a stretto contatto con noi per garantire che siano pienamente preparati per questa importante occasione. Siamo molto orgogliosi di questo risultato collettivo. Ringrazio il presidente QMMF Abdulrahman Al-Mannai e Sua Eccellenza Salah bin Ghanem Al Ali, ministro della Cultura e dello Sport, per il loro coinvolgimento”.

Immagine: formula1.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM