F1 | Tecnica: l’analisi di Paolo Filisetti della nuova Mercedes W13 [AUDIO]

Per P300.it il commento di Paolo Filisetti sulla nuova Mercedes W13

La Mercedes ha presentato oggi la W13, la sua nuova monoposto per la stagione 2022, che sarà affidata a Lewis Hamilton e George Russell (Apri la Gallery). La monoposto è scesa in pista nel pomeriggio a Silverstone per lo Shakedown (Guarda le immagini).

Per P300.it ecco il commento audio di Paolo Filisetti della nuova Freccia d’Argento, tornata al colore originario dopo due stagioni in versione black.

Puoi ascoltare l’audio avviando il player o leggere l’analisi di seguito.



L’ANALISI

La Mercedes W13 è una vettura che, dopo aver visto la Ferrari F1-75, ci fa capire che Mercedes ha adottato un principio del suo progetto totalmente diverso da quello della Rossa.

Musetto ed ala anteriore

F1 | Tecnica: l'analisi di Paolo Filisetti della nuova Mercedes W13 [AUDIO]

Per quanto riguarda il muso abbiamo un andamento piuttosto stretto ed appuntito, che va ad infulcrarsi in un cucchiaio non eccessivamente pronunciato. L’ala anteriore rappresenta uno degli elementi meno interessanti almeno al momento. Segue le prescrizioni del regolamento mantenendo un elevato effetto outwash.

F1 | Tecnica: l'analisi di Paolo Filisetti della nuova Mercedes W13 [AUDIO]
Confronto vista anteriore W12 e W13 – Copyright Studio Filisetti

Il confronto ravvicinato tra le due vetture mette in risalto le sostanziali differenze tra i due progetti. L’ala anteriore, presenta un cucchiaio centrale, ed è caratterizzata da un accentuato andamento dei flap che favorisce l’out wash. Si nota la diversa geometria delle sospensioni, con i due triangoli quasi paralleli al terreno, dunque con un centro di rollio totalmente differente rispetto a quello della vettura dello scorso anno. Le prese d’aria dei freni sono meno voluminose ma non minimali come sulla McLaren. Si nota l’imboccatura squadrata delle prese d’aria delle fiancate e il profilo anteriore della fiancata che si sviluppa verticalmente inglobando il supporto più esterno degli specchietti, con chiara funzione aerodinamica. Risalta come il volume centrale alle spalle del pilota sia decisamente più generoso che sulla W12. Evidente la doppia sinuosità del profilo principale dell’ala posteriore.

Le fiancate

F1 | Tecnica: l'analisi di Paolo Filisetti della nuova Mercedes W13 [AUDIO]
F1 | Tecnica: l'analisi di Paolo Filisetti della nuova Mercedes W13 [AUDIO]

Mentre Ferrari ha adottato delle fiancate con un certo volume ampio nella parte iniziale e con feritoie di smaltimento del calore nella parte superiore, la Mercedes ha seguito la filosofia di ridurne il volume soprattutto nell’analisi del loro sviluppo verso il retrotreno.

F1 | Tecnica: l'analisi di Paolo Filisetti della nuova Mercedes W13 [AUDIO]
F1 | Tecnica: l'analisi di Paolo Filisetti della nuova Mercedes W13 [AUDIO]

Interessanti le fiancate nella parte anteriore, dove abbiamo una sorta di gibbosità che va quasi ad inglobare uno dei supporti degli specchietti. Le fiancate sono comunque molto lunghe, con delle prese d’aria d’ingresso squadrate, di una tipologia simile a quelle della Aston Martin. Ciò che colpisce è quanto la rampa posteriore delle fiancate sia inclinata e componga un unico volume con lo sviluppo posteriore della carrozzeria.

F1 | Tecnica: l'analisi di Paolo Filisetti della nuova Mercedes W13 [AUDIO]

Sviluppo che ha, a livello del cofano motore, un volume decisamente superiore a quello dello scorso anno: si motiva con il fatto che l’unico foro di smaltimento del calore si trova sul retrotreno, convogliandosi al terminale di scarico. Un’uscita unica centrale che, come sezione, è sostanzialmente doppia rispetto a quella di cui era dotata una vettura come la Red Bull nel 2021.

Il fondo

F1 | Tecnica: l'analisi di Paolo Filisetti della nuova Mercedes W13 [AUDIO]
Dettaglio fiancate e fondo Mercedes W13 – Copyright Studio Filisetti

Colpisce l’accentuata complessità del fondo, caratterizzato da una serie di soffiaggi anteriori che compongono una sorta di “greca”. Altrettanto visibili le gibbosità e ondulazioni che rivelano la complessità del profilo dei canali Venturi sottostanti.  Le fiancate si restringono fortemente con andamento praticamente rettilineo verso il posteriore, raccordandosi in un unico profilo senza cambi di pendenza con il cofano motore. Le sue dimensioni sono molto generose, giustificate dalla necessità di garantire un adeguato scambio termico attraverso l’unico sfogo posteriore. Si nota, però, la presenza di un ampio sportello che potrebbe essere sostituito da feritoie, in occasione dei GP più critici per la gestione delle temperature di esercizio della PU.

I segreti di questa vettura sono tuttora ben celati. Analizzando le immagini divulgate da Mercedes si nota che il fondo è la componente più elaborata. Si nota come ci siano incavi, gibbosità, gobbe e profili. È la parte inferiore, quella invisibile, ad essere zeppa di novità e segreti, che si possono solo intravedere nella parte superiore del fondo per queste sue irregolarità, che lo rendono estremamente complesso.

Sospensioni ed ala posteriore

F1 | Tecnica: l'analisi di Paolo Filisetti della nuova Mercedes W13 [AUDIO]

Pull rod convenzionale

Si può notare l’adozione di una sospensione posteriore pull rod che non sembra avere delle caratteristiche particolari.

Il tirante è posizionato in maniera convenzionale a differenza di quello che abbiamo potuto vedere sulla Ferrari F1-75.

F1 | Tecnica: l'analisi di Paolo Filisetti della nuova Mercedes W13 [AUDIO]

Ala posteriore: un solo pilone

Al retrotreno abbiamo visto un ala dal profilo principale con una doppia ondulazione e sorretta da un singolo pilone.

Questo per evitare l’interferenza con il flusso d’aria calda in uscita dallo sfogo centrale.

La Mercedes W13 È una monoposto da scoprire: cela molto nonostante ci sia altrettanto di visibile e fosse reale nella presentazione (e non nella versione render). Una monoposto che, nel corso dei test, crediamo subirà altre modifica e che potrà riservare qualche sorpresa.

A questo punto è lecito domandarsi quale delle vie seguite nell’interpretazione del nuovo regolamento possa essere effettivamente la più giusta. Fino ad ora la differenziazione tra le varie monoposto è stata notevole. In attesa di vedere, anche se qualche immagine è già trapelata, la Red Bull RB18.

Immagini: Media Mercedes

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS