F1 | Svelati alcuni concept sulle monoposto 2021

F1
Svelati alcuni concept sulle monoposto 2021

Ross Brawn ha svelato le immagini durante il seminario Tech Talk tenutosi mercoledì di 14 Settembre 2018, 22:24

La Formula 1 è uno sport in perenne movimento, soprattutto dal punto di vista dell'evoluzione tecnologica e delle innovazioni che, presto o tardi, potrebbero finire sulle strade che percorriamo tutti i giorni. Negli ultimi mesi, oltre ovviamente al focus sul campionato in corso e sul futuro più prossimo (2019), l'attenzione di tutti gli addetti ai lavori è rivolta alla tanto chiacchierata rivoluzione che dovrebbe (condizionale d'obbligo) verificarsi per la stagione 2021, visto che l'attuale Patto della Concordia scadrà a fine 2020.

Nessuno sa o può ipotizzare a quali scenari andremo incontro e, per questo, fervono i lavori e le trattative tra tutte le parti in causa. In particolare FIA, Liberty Media e Costruttori. Sulle power unit, nonostante tanti proclami, ancora si naviga a vista. Idem per quel che riguarda il regolamento tecnico. A tal proposito, su iniziativa dei promotori del Gran Premio di Singapore, mercoledì si è tenuto il seminario Tech Talk, un appuntamento a porte chiuse al quale hanno partecipato varie personalità ruotanti attorno al mondo della Formula 1.

Ross Brawn ha colto l'occasione per presentare i primi concept ufficiali delle monoposto che potremo vedere nel 2021, ed ovviamente le immagini sono subito finite sul web. Presenti concept rappresentanti i tre top team, Ferrari, Red Bull e Mercedes. A prima vista, oltre agli pneumatici con cerchioni da 18" (l'unica cosa certa, a dir la verità) e all'Halo, si nota una linea particolarmente aggressiva, oltre che pulita da ornamenti vari (una sorta di ritorno al pre 2017).

Un'ala anteriore piuttosto semplice e con profilo a V, presenta dei profili laterali molto alti, arcuati verso l'interno in sommità. La carrozzeria attorno alle pance sembra molto più semplificata e filante, senza i vari bargeboard presenti attualmente. Inoltre, cofano motore e profilo dell'ala posteriore sembrano fusi, riproponendo quasi le 'shark fin'. Balza all'occhio, quindi, il particolare della zona laterale dell'ala posteriore, con le paratie che vanno praticamente a coprire gli pneumatici posteriori. Un tentativo, probabilmente, per diminuire il rischio di decolli in caso di contatto.

La curiosità provocata da queste immagini è elevata, ma è dura immaginare quanto di questo primo studio finirà effettivamente sulle monoposto 2021. Liberty Media, infatti, oltre a lavorare con la Federazione Internazionale, dovrà giocoforza incontrarsi con la volontà e le richieste dei team, portando ad una mediazione delle varie istanze.

Intanto, arrivano le prime reazioni dei piloti, a partire da Fernando Alonso, che però saluterà la compagnia a fine stagione. "I cambiamenti sono sempre ben accetti" - spiega l'asturiano a fine prove libere in quel di Marina Bay - "Sembrano IndyCar e Formula Renault. Probabilmente hanno copiato idee che sanno che funzionano e che sono migliori".



Condividi