F1 | Stefano Domenicali sarà CEO e presidente della F1 dal 2021

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Novità storica nell’ambiente del mondiale, Chase Carey diventerà presidente non esecutivo


Ora è ufficiale: dal 2021, Stefano Domenicali sarà presidente e amministratore delegato della F1. Prenderà il posto di Chase Carey, che andrà invece ad assumere il ruolo di presidente non esecutivo.

La notizia era nell’aria da qualche giorno e ora siamo di fronte ad una novità storica per il mondiale. Liberty Media ha deciso di affidare il ruolo principale della F1 ad una personalità che ha frequentato l’ambiente per moltissimi anni, legato alla Scuderia Ferrari per la quale ha ricoperto in successione la carica di capo del settore sportivo, team manager, direttore sportivo e team principal.

Lasciata Maranello nei primi mesi del 2014, Domenicali è passato per un breve periodo in Audi prima di divenire l’amministratore delegato di Lamborghini, conducendo la Casa bolognese ad un periodo di grande splendore dal punto di vista sportivo e delle vendite.

Queste le parole del presidente ed amministratore delegato di Liberty Media, Greg Maffei: “Chase Carey ha svolto un lavoro fenomenale a capo della F1. Ha messo assieme un’organizzazione commerciale e sportiva di primo livello raggiungendo una lunga serie di traguardi, inclusi l’incremento dell’appeal dello sport, la crescita della sua presenza digitale, la scrittura di nuovi regolamenti tecnici, la formazione del primo cost cap e il raggiungimento di un nuovo Patto della Concordia con i team. Le sue azioni hanno rafforzato la F1 come pinnacolo del motorsport. Come sempre è stato un grande partner e lo avremo ancora come consulente nel ruolo di presidente non esecutivo. Siamo entusiasti di dare il benvenuto a Stefano Domenicali come presidente e amministratore delegato della F1. Stefano porta con sé una storia ricca di successi, in F1 con Ferrari e nell’industria automobilistica con Audi e Lamborghini”.

Così si è espresso invece Carey: “Essere a capo della F1 è stato un onore per me, è uno sport di livello globale e con una tradizione formatasi in 70 anni. Sono fiero di questo team che non solo è riuscito a navigare in questo 2020 così difficile, ma ha portato anche nuovi propositi nel campo della sostenibilità, della diversità e dell’integrazione. Abbiamo costruito solide fondamenta per questo business, al fine di crescere ulteriormente sul lungo termine. È stata una bella avventura e mi è piaciuto lavorare con i team, con la FIA e con tutti i nostri partner. Sono felice di restare coinvolto nel progetto e di supportare Stefano quando prenderà il timone”.

Infine, ecco le parole di Domenicali: “Sono emozionato di diventare parte dell’organizzazione della F1, uno sport che ha sempre fatto parte della mia vita. Sono nato a Imola e vivo a Monza. Sono rimasto connesso a questo sport grazie al mio lavoro nella Commissione Monoposto della FIA e non vedo l’ora di interagire con team, promoter, sponsor e altri partner della F1, continuando a portare avanti questo business. Gli ultimi sei anni tra Audi e Lamborghini mi hanno dato una prospettiva più ampia e un’esperienza che porterò con me in F1”.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

Drop the Gate | Puntata #36

Ascolta qui la 36esima puntata di Drop the Gate, il podcast su Supercross e Motocross firmato P300.it con le voci di Andrea...

CONDIVIDI

F1 | Stefano Domenicali sarà CEO e presidente della F1 dal 2021 1
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE