F1 | Sponsor e partner, i nuovi accordi delle squadre per il 2022

L’intero circus, in preparazione alla nuova stagione, ha rivisto i propri accordi con chi investe nello sport attraverso le varie squadre, tra rinnovi e marchi debuttanti

Tra pochi giorni la F1 si appresterà a vivere il primo weekend di gara della stagione 2022. Nel corso della pausa invernale, tutte le squadre hanno dovuto fare i conti con la riorganizzazione di sponsor e partner, fondamentali per la permanenza in griglia e, soprattutto, per l’aiuto nel raggiungimento degli obiettivi di ciascuna scuderia. Dopo aver analizzato la situazione in casa Ferrari, che di recente ha rinnovato il proprio accordo con Riva, diamo un’occhiata a come si è evoluta la situazione nell’intera griglia di partenza.

Williams, dalla nuova campagna pubblicitaria fino a un brand associate stellato

Se in Mercedes non ci sono stati particolari movimenti, se non in uscita con la separazione da EPSON e Bose e con l’addio di Qualcomm in direzione Maranello, non si può dire lo stesso per la Williams, che ha concentrato il proprio lavoro principalmente sulla cura dell’immagine affidandosi all’attore Jeremy Irvine, per quella che è la nuova campagna pubblicitaria della squadra di Grove.

Inoltre, la struttura ha ufficializzato l’ingaggio dello chef stellato Niall Keating come brand associate. “Campione dei Campioni” nel programma “Great British Menu” della BBC2 nel 2020, Keating sarà presente a otto GP. Il suo compito sarà quello di creare menu sostenibili per gli ospiti della scuderia e, in aggiunta, lavorerà a stretto contatto col capo cuoco Williams, ossia Dan Motchman, per sviluppare ulteriori concetti e menu per la squadra e per le celebrazioni.

Dal punto di vista sanitario, è stata siglata la partnership con “that’s it”, compagnia tedesca in grado di sviluppare una nuova tecnologia di rivestimento anti batterica e virulenza, incluso il Covid-19. In questo caso, le superfici e le stanze dell’hospitality, della sede e del motorhome Williams saranno rivestite con materiale prodotto da “that’s it”.

Tornando al miglioramento dell’immagine, The Financial Times continuerà la propria avventura a Grove attraverso un accordo pluriennale. Tale rinnovo prevedrà il coinvolgimento di Financial Times all’interno della nuova piattaforma dedicata ai fan digitali. Ultimo ma non per importanza l’approdo di Duracell, una delle aziende leader di batterie alcaline. Le iniziative marketing sono il fulcro di questo nuovo accordo: un nuovo spot televisivo, l’esports e diverse attività sul campo ad alcuni GP (a partire da Miami, ndr).

McLaren divisa tra Gopuff, Hilton, Google e AkzoNobel

Restando sulla sponda delle scuderie motorizzate Mercedes, McLaren ha strappato un rinnovo molto importante e, in questo caso, storico, visto che la partnership tra Woking e Hilton Hotels dura dal 2005. L’accordo prevederà, ancora una volta, la possibilità ai membri della squadra di alloggiare negli alberghi Hilton durante le trasferte in giro per il mondo. La collaborazione fornirà un’esperienza unica ai membri di Hilton Honors come, ad esempio, poter interagire coi piloti. Una delle iniziative fatte dalle due compagini riguarda l’iniziativa “Ride to School with Lando”, che ha permesso a un ragazzino di essere accompagnato a scuola da Lando Norris grazie alla vittoria di questo viaggio da parte del padre, quest’ultimo membro della sopraccitata Hilton Honors.

sponsor
Norris in azione durante i test in Bahrain. Hilton si colloca sull’ala posteriore (Foto: Facebook / McLaren)

Tra i rinnovi c’è anche quello con AkzoNobel, partner di lunga data per quanto riguarda vernici e rivestimenti. Con il nuovo accordo, l’azienda diventa Sustainability Partner di McLaren Racing, espandendo la propria collaborazione a nuove possibilità di esplorazione di sostenibilità, innovazione tecnologica e sviluppo del prodotto. Rimane immutata la creazione e lo sviluppo di tecnologie di verniciatura attraverso l’utilizzo di prodotti e tecnologie a supporto delle prestazioni McLaren.

Arriva anche Google che, grazie a un contratto pluriennale, fornirà alla squadra telefoni Android 5G, oltre a tutti quanti i servizi della compagnia statunitense. McLaren userà browser Google nel corso di prove libere, qualifiche e gare.

Ultimo ma non per importanza è il nuovo accordo stipulato con Castore, dal 2022 fornitore dell’abbigliamento ufficiale della squadra e partner in ambito di guardaroba sportivo. In aggiunta, Castore sarà responsabile del merchandise McLaren.

Aston Martin, non c’è solo Aramco

Il 2022 di Aston Martin è iniziato con la perdita di BWT in favore di Alpine e l’ingresso tramite accordo pluriennale del colosso petrolifero Aramco nelle vesti di nuovo title sponsor. Oltre a questi movimenti, il costruttore britannico, a fine 2021, ha firmato l’accordo di partnership con Juniper Networks e quest’ultima fornirà una piattaforma di rete altamente automatizzata nel nuovo campus tecnologico del team, che vedrà luce a inizio 2023.

Secondo anno consecutivo per Hackett London, che con il rinnovo ha ottenuto la possibilità di diventare nuovo Formal Wear supplier della scuderia, fornendo dunque abbigliamento di lusso e su misura al personale senior e ai due piloti, Sebastian Vettel e Lance Stroll.

Alpine, colpo BWT, Kappa e K-Way

Best Water Technologies è rimasto nel Regno Unito dopo la separazione con la sopraccitata Aston Martin. Lazienda austriaco ha deciso di legarsi con la scuderia con sede a Enstone, Alpine, in un accordo che, come la storia ha insegnato, ha avuto la sua influenza sulla verniciatura della A522.

L’altra novità riguarda il vestiario della compagine transalpina, che ha sposato le cause di Kappa e K-Way, marchi appartenenti al gruppo italiano BasicNet: il primo, official partner, produrrà vestiti per i piloti quando non impegnati in pista, oltre alle squadre tecniche e operative; inoltre, svilupperà diverse collezioni di tessuti tecnici per la divisa del team, che corrisponde al fanwear, a una gamma di calzature e accessori. Il secondo brand, official lifestyle partner, fornirà capi per il viaggio.

Dal punto di vista tecnologico, invece, c’è da segnalare l’ingresso di “data.ai” come digital partner. Infine, la firma di Binance ha permesso ad Alpine di lanciare il suo primo Fan Token attraverso il Binance Launchpad, confermando di fatto il proprio ingresso nel mondo delle criptovalute.

Red Bull, maxi accordo con Oracle, entra ByBit

Anche Red Bull ha deciso di gettarsi sulle crypto, firmando un accordo con ByBit che porterà la scuderia austriaca a compiere una serie di iniziative. Con la stipula del contratto, ByBit è diventata: Principal Team Partner, Cryptocurrency Exchange Partner, Fan Token Issuance Partner e Tech Incubator Partner.

Oltre a ciò, Red Bull ha trovato un nuovo title sponsor nel nome di Oracle. L’impresa americana, grazie a Oracle Clouds, avrà un ruolo ancora più chiave all’interno del team, oltre all’espansione della propria presenza estetica sulla nuova RB18.

sponsor

AlphaTauri, c’è Fantom insieme a RAVENOL e Flex Box

Anche la struttura affiliata a Red Bull si è unita al mondo delle criptovalute, il tutto grazie all’accordo stipulato con Fantom. Il logo dell’azienda sarà presente sulla vettura e sui caschi di Pierre Gasly e Yuki Tsunoda; i piloti avranno i ruoli di ambasciatori.

RAVENOL, brand di Ravensberger Schmierstoffvertrieb GmbH, sarà official lubricant partner e aiuterà la squadra grazie alla loro grande vasta gamma di prodotti come lubrificanti, oli e altri supporti industriali. Sotto il profilo logistico c’è da registrare l’ingresso di Flex Box, compagine di Hong Kong già nota nel panorama motoristico. Rinnovata invece la partnership con Randstad Italia, leader in ambito risorse umane e che fungerà da official HR partner sino alla fine del 2024.

Alfa Romeo fa incetta di sponsor

Chi ha lavorato di più durante questo inverno sul fronte sponsor e partnership è sicuramente Alfa Romeo che, tra l’altro, ha visto l’ascesa di Alessandro Alunni Bravi come nuovo Managing Director del gruppo Sauber. Il primo marchio ad aver sposato la causa della scuderia elvetica è stato WEB EYEWEAR, che fornirà occhiali da sole esclusivi. Sempre restando in ambito estetico, è stata stipulato un accordo anche con Modere, azienda che produce prodotti per la cura personale; l’obiettivo è quello di sostenere salute e benessere dei piloti.

Sul fronte sicurezza c’è da mettere a referto la firma di Sabelt, leader globale nella produzione di equipaggiamento di sicurezza dalle alte prestazioni. In un mondo come il motorsport in cui si cerca sempre il massimo per la tutela della salute dei corridori, le due compagini collaboreranno per raggiungere il massimo della sicurezza e per innovare in tale campo. Anche Rebellion Timepieces sposa la causa Sauber, rientrando nel motorsport dopo la parentesi nel WEC.

A bordo ci saranno anche DRF Bets, piattaforma per le scommesse, e Z Capital Group, uno dei principali asset manager dei mercati privati: entrambi saranno partner, ma non è stata la loro influenza sulle attività di Alfa Romeo in F1. La struttura con sede a Hinwil, nel frattempo, ha espanso il proprio impiego nel mercato decentralizzato grazie all’accordo siglato con il meme coin Floki e con la piattaforma Vauld. Il mondo delle criptovalute, specialmente con le iniziative della squadra, può girare attorno ai fan grazie ai Fan Token o agli NFT: le attività che coinvolgeranno i tifosi Sauber non riguarderanno il mondo crypto, ma si concentreranno sull’immersione in quelle che sono le operazioni di una squadra di F1, il tutto grazie a JigSpace, la piattaforma 3D knowledge-sharing.

Riprendendo il filo del discorso sulle attività di una squadra, la compagine elvetica punta a migliorare l’efficienza e la tempistica decisionale grazie a Hyland, compagnia statunitense che aiuterà Alfa Romeo nel prendere le decisioni giuste, basate sui dati, con l’agilità richiesta dalla nuova era che porta con sé la F1. Le collaborazioni tecniche si espandono anche a Acceleron, brand di ABB Technologies, a Camozzi, già noto nella categoria e che porterà alla creazione di un laboratorio di sviluppo congiunto che coinvolge il Centro di ricerca Camozzi di Milano e la Sauber Technologies di Hinwil per iniziare così un nuovo programma di scambio di conoscenze e talenti, e a Marelli, fresca di rinnovo come fornitore dei propri prodotti nel ruolo di partner tecnologico.

F1 | Sponsor e partner, i nuovi accordi delle squadre per il 2022

Le nuove partnership non si fermano qui: AMX, yogurt senza saccarosio e marchio dell’azienda cinese Yili, seguirà la squadra durante la stagione; insieme a lei ci sarà anche Curam Domi, un centro resilienza con sede in Belgio.

Novità anche sul fronte abbigliamento grazie all’accordo stipulato con la francese Delsey Paris, che fornirà articoli da viaggio ad Alfa Romeo e promuoverà il proprio nome grazie agli ambasciatori Zhou Guanyu e Valtteri Bottas. Per quanto riguarda gli equipaggiamenti tecnici, è di poche ore fa l’accordo con Puma. La squadra, inoltre, potrà usufruire dei migliori dispositivi audio attraverso Nocs, quest’ultima specializzata nella creazione di auricolari, cuffie e altoparlanti. Estesa anche la partnership col produttore di birra thailandese Singha Corporation, in attività con Sauber dal 2019.

Ultima ma non per ordine di importanza la prosecuzione del rapporto, iniziato nel 2019, con Save The Children, al fine di promuovere in tutto il mondo iniziative benefiche a favore dei bambini più sfortunati.

Immagine di copertina: Twitter / F1

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS