F1 | Sakhir Test Day 1: Verstappen svetta negli ultimi minuti, Schumacher secondo

F1
Sakhir Test Day 1: Verstappen svetta negli ultimi minuti, Schumacher secondo

In una giornata funestata dalla pioggia è l'olandese a chiudere davanti a tutti di 02 Aprile 2019, 17:56

La prima delle due giornate di test sul circuito di Sakhir è stata largamente segnata da un meteo inclemente. La pioggia è infatti caduta sul tracciato del Bahrain per diverse ore, annullando totalmente l'azione in pista poiché nessuna squadra ha selezionato gomme da bagnato per queste prove collettive, come confermato dallo stesso Mario Isola nel Q&A su Twitter di questo pomeriggio.

Il cielo si è schiarito solo nell'ultima ora a disposizione di piloti e team, che sono dunque tornati a lavorare per migliorare i tempi della mattinata. Il più veloce è stato Max Verstappen al volante della Red Bull, che a cinque minuti dalla bandiera a scacchi ha segnato un 1:29.379 su gomma C3, battendo di sei decimi il precedente primato stabilito da Mick Schumacher sulla Ferrari.

Il ritorno di uno Schumacher al volante della Rossa ha ovviamente aperto il cuore di tanti appassionati nostalgici, che hanno potuto ammirare il figlio del pilota più vincente nella storia del Cavallino alla guida della SF90. Mick, reduce dal debutto in F2 dello scorso weekend, ha messo a referto 56 giri, il migliore in 1:29.976 su pneumatico C5.

Terzo Lando Norris, che ha riportato la McLaren nelle prime posizioni della classifica dopo l'eccellente sesto posto di domenica. 1:30.800 (gomma C3) il tempo del britannico, che ha percorso 22 tornate nel pomeriggio. Quarta la Haas di Romain Grosjean, leader fino alla lunga "interruzione" per pioggia; nel pomeriggio, la scuderia statunitense ha effettuato un piccolo cambio di programma mettendo in pista Pietro Fittipaldi, che ha percorso una ventina di giri sulla VF-19.

Quinta posizione per Alexander Albon sulla Toro Rosso mentre Lewis Hamilton, il vincitore del Gran Premio, ha messo a segno solo il sesto crono in 1:31.156 su copertura a mescola media. Come sempre, però, Mercedes si è concentrata maggiormente sul chilometraggio e difatti il cinque volte iridato è stato il pilota con più giri all'attivo oggi, 77. Settimo Daniel Ricciardo sulla Renault e ottavo Lance Stroll sulla Racing Point, che ha messo fine alla giornata di test con qualche minuto d'anticipo causando una bandiera rossa.

Top ten chiusa da Carlos Sainz jr, che ha portato in pista la McLaren in mattinata, e dalla Sauber-Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi. 11° tempo per Fernando Alonso, primo dei tester delle gomme Pirelli 2020: 64 giri per il due volte iridato, il migliore in 1:32.207. 

A chiudere la classifica troviamo il già citato Fittipaldi, Robert Kubica, che ha girato solo nel pomeriggio, Daniil Kvyat e George Russell, impegnato solo in mattinata nel programma Williams. Kvyat ha invece girato con le gomme 2020 al volante della Toro Rosso, portando a termine altri 45 giri con il miglior riferimento di 1:33.653. È importante ribadire che i test Pirelli vengono svolti totalmente "alla cieca", poiché piloti e squadre non sanno che tipologia di gomma stanno utilizzando.

Per domani è prevista un'altra giornata di prove, si spera più meteorologicamente fortunata di quella odierna.

Ecco la classifica di oggi, che non comprende i "tester" Alonso e Kvyat:



Condividi