F1 | Roy Nissany in Williams come Test Driver

F1 | Roy Nissany in Williams come Test Driver

Dopo aver esordito sul sedile della Williams durante i test di fine stagione ad Abu Dhabi, l’israeliano Roy Nissany è stato confermato dal team di Grove come test driver per la stagione 2020.

Nissany, che è stato presentato in settimana ad un evento ufficiale a Tel Aviv, nel 2020 correrà anche in Formula 2, dove ha già fatto esperienza nel 2018 con il team Campos: l’annuncio ufficiale non è ancora arrivato, ma la sua nuova squadra dovrebbe essere Trident. L’israeliano guiderà la monoposto del team inglese – la FW43 – in tre weekend ufficiali durante le FP1, oltre ad essere al volante un giorno nei rookie test.

“Sono felice di diventare un test driver del team Rokit Williams. Si tratta di una sorta di pietra miliare per il motorsport in Israele. Quanto ho provato per il team a dicembre ad Abu Dhabi, mi sono sentito subito a mio agio con la monoposto ed integrato nel team. L’esperienza che acquisirò durante quest’anno sarà inestimabile. Non vedo l’ora di cominciare, sia in pista che fuori”. Queste le parole di Nissany.

Claire Williams ha commentato così: “È un piacere accogliere Roy in Williams nel ruolo di test driver. Roy ha dimostato le sue capacità nei test di fine stagione ad Abu Dhabi e siamo rimasti impressionati da quello che è stato capace di fare in così poco tempo. È un ragazzo che lavora duramente e non vediamo l’ora di lavorare con lui in questa stagione”.

Nissany, dopo aver corso per tre stagioni in World Series 3.5, ha poi guidato in F2 nel 2018 per quasi tutta la stagione con Campos. Per lui anche un test nel 2014 a Valencia con una Sauber F1.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

14,524FansLike
867FollowersFollow
1,630FollowersFollow
F1 | Roy Nissany in Williams come Test Driver 2
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE