F1 | Ross Brawn: “Meglio gare senza spettatori che nessuna gara”

F1 | Ross Brawn: “Meglio gare senza spettatori che nessuna gara”

Nella giornata di martedì il Gran Premio del Canada è stato l’ultimo appuntamento del campionato 2020 ad essere rinviato a causa dell’emergenza Coronavirus. Con il Gran Premio di Francia del 28 giugno prima data utile per l’inizio del mondiale, Ross Brawn ha parlato al sito ufficiale della Formula 1 in relazione alle possibilità che la stagione inizi in Europa e a porte chiuse.

Brawn ha esordito sottolineando che il desiderio della Formula 1 è quello, ovviamente, di iniziare quanto prima compatibilmente con l’emergenza, anche se questo dovesse significare correre gli appuntamenti iniziali senza pubblico.

“Il viaggio, per i team e per chiunque è coinvolto, sarà uno dei problemi maggiori. Una volta giunti a destinazione, però, possiamo immaginarci un po’ come in auto-isolamento”.

“La nostra idea è che un inizio in Europa sarebbe preferibile, possibilmente a porte chiuse. Potremmo avere una sorta di ambiente chiuso, dove i team arrivano con i charter e vengono portati in circuito, noi ci assicuriamo che ognuno venga testato ed abbia un ok in modo che non ci siano rischi”.

“Possiamo avere gare senza spettatori. Non è il massimo, ma è meglio che non avere gare per nulla”

“Dobbiamo ricordare che abbiamo milioni di spettatori che ci seguono seduti a casa. Molti di loro sono in isolamento ed essere in grado di mantenere vivo lo sport ed intrattenere le persone sarebbe un grande bonus in questo periodo di crisi. Ma non possiamo mettere nessuno a rischio”.

“Stiamo valutando l’organizzazione che possa permetterci di partire quanto prima così come continuare con la stagione. Non ha senso avere un inizio e poi doversi fermare ancora. Per questo si inizierà probabilmente in Europa e a porte chiuse”.

“Otto gare sono il minimo indispensabile per avere un campionato, secondo gli statuti della FIA. Potremmo averne otto partendo da ottobre, quindi se dobbiamo immaginare una deadline sarebbe questo il mese ultimo per partire”.

“Oltre a questo c’è la possibilità di sforare nel prossimo anno, abbiamo valutato la cosa. Possiamo finire il campionato a gennaio? Ci sono delle complicazioni come si può immaginare”.

“Se avessimo la possibilità di partire a luglio potremmo avere una stagione di 19 gare. Sarebbe difficile, vorrebbe dire avere tre gare di seguito ed un weekend di sosta, poi altre tre gare ed un altro weekend di stacco. Abbiamo considerato anche tutto il problema relativo alla logistica e pensiamo di poter avere una stagione da 18-19 gare con partenza ad inizio mese. La scelta è tra questi due numeri”.

“Potremmo anche avere eventi racchiusi in due giorni in modo da agevolare la logistica. Un esempio è la Cina: se riusciremo a correre li, considerando l’arrivo e la ripartenza per l’evento successivo, è più facile organizzare un weekend da giorni”.


Da maggio P300.it non pubblicherà più su Facebook. Per restare aggiornato, segui il canale Telegram.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

925FollowersFollow
1,678FollowersFollow
F1 | Ross Brawn: "Meglio gare senza spettatori che nessuna gara" 3
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE