F1 | Robert Shwartzman disputerà la FP1 del GP Stati Uniti al volante della Ferrari

Federico Benedusi - 15 Settembre 2022 - 12:58

Debutto in F1 per il pilota russo, proveniente dall’academy di Maranello. Ancora ignoto il nome del titolare che andrà a sostituire


Sarà Robert Shwartzman a prendere parte per Ferrari alle due FP1 che da regolamento devono essere riservate ai piloti debuttanti. La prima presenza del pilota russo, rimasto fuori dalle competizioni propriamente dette durante il 2022 ma sempre in forza alla scuderia di Maranello, è stata annunciata oggi per il Gran Premio degli Stati Uniti ad Austin.

La prima assoluta del campione F3 2019 in F1 sarà quindi in Texas, anche se non è stato ancora definito chi sarà tra Charles Leclerc e Carlos Sainz jr a cedergli il posto. Solo poche squadre hanno già risparmiato sessioni per i loro rookies, pertanto nel finale di stagione si assisterà ad un continuo viavai di volti più o meno nuovi per il grande pubblico.

Quella di Shwartzman sarà un’apparizione storica poiché sarà il primo russo (seppur senza bandiera) a girare su una Ferrari in F1. Il nativo di Tel Aviv ha già preso parte ad alcune sessioni di test privati durante il 2022 a Fiorano e al Mugello, al volante della vettura della stagione scorsa, ma soprattutto ha presenziato alle prove collettive ufficiali di Abu Dhabi sia nel 2020 che nel 2021 in qualità di pilota del Cavallino.

Il racing director della Scuderia Ferrari, Laurent Mekies, ha commentato: “Sarà Robert Shwartzman a svolgere le due FP1 per noi. Non abbiamo preso in considerazione piste come Singapore, o altre su cui i piloti titolari hanno bisogno di chilometraggio. Non penso che possa rappresentare un problema, invece, lasciare da parte una delle piste su cui abbiamo già provato per i test Pirelli”.

Immagine copertina: Scuderia Ferrari Twitter