F1 | Respinto il ricorso Red Bull. Mercedes: “Basta attacchi al buon nome e all’integrità sportiva di Hamilton”

La FIA ha respinto la richiesta di Red Bull di rivedere il caso Silverstone. Mercedes difende il suo pilota con un duro comunicato.

La FIA, nel pomeriggio odierno, ha respinto la richiesta di Red Bull di rivedere il caso Silverstone alla luce di nuovi documenti presentati dal team di Chris Horner. Le nuove prove avrebbero dovuto portare alla luce maggiormente la colpevolezza di Lewis Hamilton nell’incidente del primo giro alla Copse che ha causato l’uscita di pista ed il ritiro di Max Verstappen e, di conseguenza, una richiesta di revisione della penalità di 10 secondi inflitta all’inglese, poi comunque vincitore del Gran Premio di Gran Bretagna.

Tutto rimandato al mittente: la richiesta è stata rifiutata poiché le nuove prove non sono state ritenute rilevanti e perché sono state costruite (e non scoperte, come richiedono i criteri per la richiesta di revisione) sulla base di dati già in possesso dai team al momento dei fatti. Nulla da fare quindi per Red Bull che vede archiviare definitivamente un caso di cui si parlerà ancora per diverso tempo.

A seguire è arrivato un duro attacco, pubblicato tramite i canali social, da parte della Mercedes: “Il team Mercedes accoglie positivamente la decisione degli Stewards di respingere la richiesta di revisione della Red Bull. Oltre a portare questo argomento ad una conclusione, speriamo che questa decisione segni la fine del tentativo da parte del management di Red Bull Racing di minare il buon nome e l’integrità sportiva di Lewis Hamilton, come visto dai documenti forniti nel loro ricorso respinto. Ora non vediamo l’ora di correre questo weekend e di continuare la nostra combattuta lotta per il campionato del mondo 2021”.

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

WEC | Primi test per la Porsche LMDh

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS