F1 | Regole 2026, analisi: dimensioni, l’anteriore riporta al 2008, si sconfessa in parte il cambio del 2017. Basterà ad avere F1 più “agili”?

F1 | Regole 2026, analisi: dimensioni, l’anteriore riporta al 2008, si sconfessa in parte il cambio del 2017. Basterà ad avere F1 più “agili”?

AnalisiF1
Tempo di lettura: 3 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
7 Giugno 2024 - 11:30
Home  »  AnalisiF1

L’analisi completa, in più articoli, delle regole che la F1 adotterà nel 2026

La FIA ha pubblicato, nella giornata di ieri, i dettagli dei regolamenti che entreranno in vigore a partire dal 2026. Si tratta di un (altro) cambio epocale sotto diversi aspetti, che andremo ad analizzare in modo approfondito di seguito.

In linea generale, il regolamento 2026 strizza contemporaneamente l’occhio sia al passato che alla Formula E, con la componente elettrica che diventa di importanza paritaria rispetto al motore elettrico e l’efficienza, in termini di drag, che diventa sempre più importante per quanto riguarda i consumi di energia. Andiamo, quindi, a vedere nel dettaglio i nuovi regolamenti in questa serie di articoli che parte dalle dimensioni delle nuove monoposto.

Guardando il render della monoposto 2026 sembra di fare un salto indietro di quasi 20 anni. Per quanto riguarda l’ala anteriore, al di là dell’appendice orizzontale esterna alla paratia verticale, il main plane che resta “interno” alle ruote richiama il 2008, ultima stagione con questa configurazione, fornendo l’idea di una monoposto decisamente più minuta. Sebbene l’ala resti, globalmente, larga fino al limite delle ruote anteriori, cala drasticamente la superficie che fornisce carico.

Lo stesso vale per l’ala posteriore. Anche in questo caso la conformazione globale dell’ala fa un passo indietro rispetto all’idea futuristica introdotta nel 2022. Sparita la beam wing inferiore, l’ala risulta leggermente più larga, meno profonda e più bassa richiamando, in termini di altezza da terra, quanto visto nel biennio 2017/2018. Si torna, pertanto, decisamente a qualcosa di più tradizionale.

La larghezza totale della vettura è stata ridotta di dieci centimetri, da due metri a 1,90. Si tratta di una via di mezzo tra quanto visto tra 1998 e 2016 (1,8 metri) e l’aumento di 20 cm introdotto nel 2017. Contemporaneamente, è stata ridotta la larghezza delle gomme, tornando ad una via di mezzo tra quanto esistente fino al 2016 e la situazione attuale.

All’anteriore, nel 2017 si era passati da 24,4 cm a 30,5 con un incremento di 6 cm. Con le nuove regole 2026 è previsto un taglio di 2,5 cm, che porterà la larghezza a 28 cm. Al posteriore il taglio previsto è di 3 cm. Tra 2016 e 2017 l’aumento era stato di ben 8 cm, da 32,5 cm a 40,5. Con il nuovo regolamento la larghezza al posteriore sarà di 37,5 cm. In buona sostanza, tra larghezza totale e quella delle gomme, il regolamento 2026 sconfessa in gran parte quello introdotto nel 2017.

Passando alla lunghezza delle monoposto, il passo massimo (la distanza tra ruote anteriori e posteriori) è stato ridotto di 20 cm, da 3,6 a 3,4 metri. Questo non significa che le vetture 2026 saranno più corte di 20 cm, perché oltre alle ruote anteriori c’è il muso e oltre a quelle posteriori ci sono ala e struttura deformabile. La diminuzione di lunghezza effettiva sarà quindi da verificare con le monoposto in pista.

Il peso cala di 30 kg da 798 a 768, il 3,7% in meno. Un valore importante se si considera che gli standard di sicurezza sono stati incrementati ancora una volta e che, a fronte dell’eliminazione dell’MGU-H, è aumentato il pacco batterie così come la grandezza dell’MGU-K. In linea generale, si parla comunque di monoposto dal peso decisamente importante sin da quando è stata introdotta l’era ibrida; difficile che si possa fare di meglio in futuro.

Difficile da dire, inoltre, se tutti questi valori di decremento in termini di dimensioni saranno sufficienti a rendere le monoposto ‘agili’ quanto la FIA si aspetta dal nuovo regolamento. Per questo sarà necessario aspettare il responso della pista.

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#14 | GP BELGIO
DATI E PREVIEWINFO SESSIONI E RISULTATI

26/28 luglio | Spa-Francorchamps
Circuit de Spa-Francorchamps | 44 Giri

#belgiangp

LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: 18:00)
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: 16:30)

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live