F1 | Red Bull RB19: sotto la livrea è tutta nuova, ma non si vede (e sul palco a New York c’era la RB18)

F1Tecnica
Tempo di lettura: 2 minuti
di Paolo Filisetti @paolofilisetech
Coautore: Alessandro Secchi
4 Febbraio 2023 - 12:00
Home  »  F1Tecnica

Tante novità per la nuova Red Bull RB19 che vedremo prossimamente. Tutte, però, ben celate

Se c’è una cosa che non stupisce dell’evento di presentazione della Red Bull a New York, utile a lanciare anche e soprattutto la futura partnership con Ford dal 2026, è che il team di Milton Keynes abbia portato sul palco una RB18 al posto della futura RB19.

D’altronde è illogico pensare che, a tre settimane dal via dei primi test in Bahrain, il team campione in carica mostri al mondo, avversari compresi, la nuova vettura. La stessa strategia era stata utilizzata nella scorsa stagione, ma con un vantaggio in più: servirsi del “manichino” della FIA basato sui nuovi regolamenti per addobbarlo con la nuova livrea. La vera RB18 si sarebbe vista giorni più avanti nello shakedown di Silverstone.

La presenza della RB18, in ogni caso, deve deludere fino ad un certo punto. Max Verstappen, nel corso della presentazione, ha fornito indirettamente un’indicazione abbastanza chiara: “parecchie novità sono all’interno, ma non posso rivelarle”. Ed è proprio questo il punto cruciale di quella che sarà la RB19: esteticamente indistinguibile dalla RB18 per esigenze di progettazione e per eredità delle ottime prestazioni aerodinamiche del 2022, al tempo stesso la nuova vettura è stata quasi completamente rivista. Eccezion fatta per pochi elementi quali volante, piantone dello sterzo, ruote ed altri dettagli minori, il resto è tutto nuovo, partendo da un telaio più leggero e da una review del packaging meccanico.

La filosofia segue una linea strategica molto cara ad Adrian Newey, soprattutto nel corso dei cicli vincenti dei suoi progetti: nascondere ai rivali le novità più importanti ed il relativo sforzo progettuale. Il tutto, grazie ai nuovi regolamenti in vigore dal 2022, con un ulteriore vantaggio. Le monoposto ad effetto suolo hanno nel fondo la parte meno visibile ma più importante, capace di generare oltre il 70% sul totale della performance. È qui che si concentrano gli sforzi maggiori ed i dettagli che possono fare la differenza.

Grande importanza avranno anche le sospensioni (alle quali Christian Horner ha fatto accenno in relazione alla nuova costruzione delle gomme Pirelli 2023) ristudiate nella cinematica alla luce dei test specifici svolti l’anno passato, soprattutto nella seconda metà di stagione. Tante novità, insomma, ma tutte ben celate. Anche questo fa la differenza.

Immagine: Media Red Bull

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#5 | GP CINA
DATI E PREVIEW
INFO SESSIONI E RISULTATI

19/21 aprile - Shanghai
Shanghai International Circuit

56 Giri

#chinesegp

Mappa e Stats
LIBERE
FP1: Ven 05:30-06:30
P1: Stroll
SPRINT QUALI
SKY: Ven 09:30-10:30
Pole: Norris
SPRINT
SKY: Sab 05:00
(TV8: Diretta)
QUALIFICHE
SKY: Sab 09:00
(TV8: Sab 12:00)
GARA
SKY: Dom 09:00
(TV8: Dom 14:00)

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI