F1 | Presentato il layout del nuovo circuito di Rio de Janeiro

F1
Presentato il layout del nuovo circuito di Rio de Janeiro

Si alzano i veli sul probabile sostituto di Interlagos di 22 Maggio 2019, 19:49

A Rio de Janeiro cominciano a fare sul serio lungo la strada che dovrebbe riportare il Gran Premio del Brasile nella megalopoli carioca. Nei giorni scorsi, infatti, è stato svelato ai media quello che sarà il layout definitivo del circuito. Frutto della penna dell'onnipresente Hermann Tilke, della lunghezza stimata in 5 chilometri, con senso di percorrenza antiorario e con 13 curve (9 a sinistra e 4 a destra), l'autodromo sorgerà nella zona nord della città, su una zona ex proprietà militare, bonificata e concessa al consorzio Rio Motorsport per 35 anni.

Così ha commentato il progetto il 64enne ingegnere tedesco: "La proposta che abbiamo avanzato a Rio cerca di presentare un quadro della pista moderna, dinamica e ricca di emozione. Al tempo stesso abbiamo pensato a uno spazio con un approccio multidisciplinare, che permetta un’ampia gamma di impieghi in altri sport, a servizio dell’intera comunità".

E' entusiasta Junior Pereira, Amministratore Delegato di Rio Motorsport: "La vittoria odierna è la conclusione di un lavoro avviato più di 4 anni fa. Abbiamo messo insieme i migliori al mondo quanto a capacità tecniche per assicurare a Rio de Janeiro una pista con i contenuti più moderni al mondo". Non si sa ancora se verrà intitolato ad Ayrton Senna, sebbene nel layout definitivo ci sia una variante a lui dedicata.

Il prossimo futuro del progetto, però, non è sicuro come si potrebbe immaginare. Innanzitutto i tempi di costruzione: al contrario di quanto detto di recente dal Presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, i tempi stimati di costruzione dell'autodromo sono di 14 mesi e non 7, spostando quindi un eventuale debutto nel Mondiale di Formula 1 al 2021; inoltre, ci sarebbero degli studi di impatto ambientale che al momento paiono messi da parte, ma che potrebbero complicare l'iter.

Altro (e più importante) elemento riguarda Interlagos. A San Paolo, infatti, non sono per nulla intenzionati a perdere il Gran Premio di Formula 1; o almeno non vogliono farlo senza lottare, tutt'al più se rischiano di vederla spuntare a quelli di Rio. Ecco quindi che gli attuali promoters dell'evento hanno imbastito con Liberty Media le trattative per il rinnovo del contratto attuale, in scadenza l'anno prossimo.

Ricordiamo che, nella storia, le 46 edizioni del Gran Premio del Brasile sono state ospitate 36 ad Interlagos (1973-77, 1979-80, 1990 ad oggi) e 10 a Jacarepaguà (1978, 1981-89), tracciato oggi non più esistente, essendo stato abbattuto per far posto al Villaggio Olimpico di Rio 2016.



Condividi