F1 | Presentato il calendario del mondiale 2023

Federico Benedusi - 20 Settembre 2022 - 17:10

24 Gran Premi con il ritorno di Cina e Qatar e il debutto di Las Vegas al posto della Francia; si comincia a inizio marzo, si termina a fine novembre


È stata ufficialmente presentata la prima versione del calendario 2023 del mondiale di F1. La prossima stagione ritoccherà ulteriormente il record di Gran Premi, che salirà a 24 in slot tuttavia “serrati” tra inizio marzo e fine novembre, quando nelle scorse annate si è arrivati a sforare abbondantemente il mese di dicembre.

Le novità sono quelle già annunciate negli scorsi mesi: ci sarà il ritorno in Qatar come primo atto di un accordo decennale e il debutto del Gran Premio di Las Vegas sul nuovo circuito cittadino presentato a fine marzo, mentre ricomparirà il nome del Gran Premio della Cina anche se la situazione sanitaria nella zona di Shanghai dovrà essere monitorata nel corso dei mesi. Come ampiamente vociferato, invece, giungerà al termine la quinquennale e poco fortunata esperienza del Gran Premio di Francia a Le Castellet.

Il mondiale 2023 inizierà il 5 marzo nella notte del Bahrain, sul tracciato di Sakhir divenuto ormai storico nel calendario iridato. Invariate anche le collocazioni dei Gran Premi di Arabia Saudita e Australia, che si svolgeranno rispettivamente il 19 marzo e il 2 aprile come secondo e terzo round.

Il quarto appuntamento, almeno attualmente, è proprio quello in Cina a Shanghai previsto per il 16 aprile: sarebbe un ritorno dopo tre stagioni di stop causate naturalmente dalla pandemia globale. La tournée extraeuropea di inizio stagione si concluderà con il Gran Premio d’Azerbaijan a Baku, il 30 aprile, e con il confermato Gran Premio di Miami del 7 maggio.

Per la prima volta dalla nascita del mondiale datata 1950, il primo Gran Premio europeo della stagione sarà addirittura il settimo. Ad inaugurare le tappe nel nostro continente sarà il Gran Premio dell’Emilia Romagna a Imola, il 21 maggio, seguito a distanza di una settimana dal Gran Premio di Monaco. Riguardo lo storico appuntamento nel Principato si è discusso a lungo nel corso del 2022, specialmente a livello di disponibilità economiche, ma alla fine almeno per il 2023 la corsa monegasca è stata salvata.

Il rientro della Cina e l’anticipazione dell’Azerbaijan hanno spostato il Gran Premio di Spagna dopo Montecarlo, passando così al primo weekend di giugno a conclusione del primo triplo appuntamento consecutivo. Del tutto invariato, invece, lo slot del Gran Premio del Canada che si terrà a Montréal il 18 giugno: verrà finalmente evitata, quindi, la concomitanza con la 24h di Le Mans.

Il terzo back to back della stagione sarà quello tra Red Bull-Ring e Silverstone, il 2 e 9 luglio, seguito da un altro doppio appuntamento ravvicinato con i Gran Premi di Ungheria e Belgio. Molto particolare lo spostamento di Spa-Francorchamps a prima della pausa estiva, nel fine settimana del 30 luglio, ma in questo senso sono attese novità poiché per quel weekend è già in programma la 24h del GT World Challenge sulla stessa pista: chi sarà, tra FIA e SRO, a dovere rivedere la propria schedule?

Dopo un mese di sosta, la F1 riprenderà il proprio viaggio con un altro back to back: il 27 agosto si correrà in Olanda a Zandvoort, mentre il 3 settembre andrà in scena il sempre attesissimo Gran Premio d’Italia a Monza. Con la confermata assenza di Russia e Turchia, anche nel 2023 la corsa brianzola sarà l’ultima nel continente europeo.

Il 17 settembre andrà quindi in scena la terza gara notturna della stagione, a Singapore, seguita sette giorni più tardi dal Gran Premio del Giappone a Suzuka. Il ritorno del Gran Premio del Qatar a Lusail si terrà l’8 ottobre.

Tra fine ottobre e metà novembre la F1 sbarcherà nelle Americhe per quattro gare, con la seconda e ultima tripla trasferta. Il 22 ottobre sarà la volta degli Stati Uniti ad Austin, appuntamento seguito a ruota da Città del Messico e dal Gran Premio di San Paolo sul circuito di Interlagos, prima dell’atteso debutto a Las Vegas previsto per sabato 18 novembre: quella del Nevada sarà la prima gara sabatina della F1 dopo 37 anni. Gran finale consueto ad Abu Dhabi, sulla pista di Yas Marina, il 26 novembre.

Ecco il calendario completo:

F1 | Presentato il calendario del mondiale 2023

Immagine copertina: Red Bull