F1 | Presentata (e già portata in pista) la Red Bull RB16

F1 | Presentata (e già portata in pista) la Red Bull RB16

Red Bull ha presentato in mattinata sui suoi canali social la RB16, la nuova monoposto per il campionato 2020 di Formula 1. Il team austriaco, al secondo anno di collaborazione con Honda, punta a fare il salto necessario per lottare per il titolo mondiale.

Una sola immagine e nessun’altra indicazione per il momento per la monoposto che è anche già scesa in pista per il primo shakedown a Silverstone.

Con la livrea mantenuta immutata rispetto alle scorse stagioni, dalla comparazione con la monoposto dell’anno scorso si notano alcune delle differenze. Salta all’occhio la zona delle pance che hanno una conformazione diversa, più bombate anteriormente per poi stringersi visibilmente. Ancora più complessa la piccola presa d’aria sul muso rispetto alla precedente versione.

Grandi aspettative sono riposte in Max Verstappen, autore di un 2019 eccellente condito da tre vittorie e dal terzo posto in classifica iridata. Al suo fianco il confermato Alex Albon, sorpresa della scorsa stagione con l’esordio in Toro Rosso prima e la promozione al posto di Pierre Gasly poi.

Immagini da Twitter / Red Bull

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

WTCR | Il nuovo calendario 2020: sei round in Europa, gran finale ad Adria

Il WTCR 2020 è rinato ufficialmente oggi pomeriggio, con la pubblicazione del nuovo calendario "post-Coronavirus" e una definizione finalmente più accurata...

CONDIVIDI

921FollowersFollow
1,679FollowersFollow
F1 | Presentata (e già portata in pista) la Red Bull RB16 8
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE