F1 | Pagelle 2022, Ferrari (6,5): Leclerc 8.1, Sainz 6.9

F1
Tempo di lettura: 4 minuti
di Redazione P300.it @p300it
13 Gennaio 2023 - 18:45
Home  »  F1

Seguono le Pagelle di P300.it per la stagione 2022 del team Ferrari

Alla luce degli avvenimenti di fine anno, con l’uscita di Mattia Binotto e l’arrivo di Fred Vasseur, la pagella della Ferrari per il 2022 rischia di essere un po’ condizionata. A fronte di una seconda metà dell’anno nella quale la Rossa ha faticato, perdendo terreno da Red Bull e anche da Mercedes – l’influenza della TD039 non è pienamente quantificabile – non va però dimenticato il salto in avanti che il Team di Maranello ha fatto rispetto al 2021, proponendosi ad inizio anno come antagonista del Team di Milton Keynes ed illudendo, ad un tratto, di poter lottare per il titolo.

Quattro vittorie, dodici Pole, venti podi non si vedevano da tempo in quel di Maranello e questo deve essere visto, nell’ottica di un nuovo regolamento tecnico, come un punto di partenza e non di arrivo.

La Pagella di P300.it è quindi positiva per quanto riguarda la visione globale della stagione della Rossa in rapporto al recente passato. Anche se, come abbiamo più volte sottolineato su queste pagine, tantissimi sono stati i punti persi per affidabilità, errori di strategia o dei piloti.

Le rotture in Spagna, Azerbaijan e via via quelle successive hanno creato un solco con Red Bull che ha costretto il Team di Maranello a rivedere le sue aspettative per la stagione, con le penalità in griglia che progressivamente hanno costretto Leclerc e Sainz a rimonte dal fondo. Se quello dell’affidabilità è un problema che può essere risolto in termini regolamentari, l’altra questione scottante della stagione è stata quella degli errori ai box che hanno penalizzato in modo pesante soprattutto Charles Leclerc.

Pensando a Monaco, Silverstone, Budapest, tanti sono i punti che il monegasco ha perso per colpe non sue, con la frustrazione che Charles ha faticato a trattenere in più di un’occasione nei suoi team radio. Quello delle strategie è un argomento che da tempo assilla la Rossa e ci sarà da capire se il nuovo corso di Vasseur porterà dei cambiamenti in tal senso.

F1 | Pagelle 2022, Ferrari (6,5): Leclerc 8.1, Sainz 6.9

Charles Leclerc: 8.1

Nonostante tutto, una gran stagione quella di Charles Leclerc. Una partenza col botto, la leadership del campionato mantenuta fino a maggio e poi il calo dovuto soprattutto ai problemi della monoposto. Certo, il monegasco non è stato esente da errori (Imola, Le Castellet), ma nove pole e tre vittorie al primo anno di un nuovo corso tecnico non sono certo da buttare via, così come i bellissimi duelli che ha regalato insieme a Max Verstappen. Numeri che, tra l’altro, sarebbero potuti essere diversi con un po’ più di attenzione nelle strategie, basti pensare a Monaco o a Silverstone.

Il monegasco ci mette sempre il 110%, ha fame di vincere con la Ferrari e si vede. In qualifica, dove l’affidabilità conta il giusto, è stato fantastico in più di un’occasione conquistando da solo il 40% delle Pole dell’anno. In gara ha dato sempre tutto ed è questo che gli viene riconosciuto più di ogni altra cosa dai tifosi. Per P300.it il suo è uno dei voti più alti della griglia.

Carlos Sainz: 6.9

Lo spagnolo ricorderà sicuramente questa stagione come quella della prima vittoria e prima pole (poi diventate tre) in Formula 1. A sua volta vittima di diverse noie (anche spettacolari, come il fuoco in Austria) e protagonista di qualche uscita di troppo (Melbourne, Imola, Suzuka), Sainz ha concluso una stagione meno appariscente rispetto alla prima corsa a Maranello, nella quale si era concesso il lusso di giungere davanti al suo compagno di squadra in classifica piloti.

In generale si tratta comunque di una 2022 positivo (con nove podi complessivi) nel quale, a fronte di tre ritiri in più rispetto a Leclerc, ha incassato “soli” 60 punti in meno in classifica; con il piccolo smacco di essere superato anche da George Russell, giungendo davanti a Lewis Hamilton di soli 6 punti.

Immagine: Media Ferrari

I Commenti sono chiusi.