F1 | Mick Schumacher al volante della Haas nel 2021

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Dopo due stagioni di F2 Schumacher fa il suo ingresso in F1


La notizia che si attendeva da settimane è ora ufficiale: Mick Schumacher farà il suo debutto in F1 nel 2021 al volante di una Haas.

Schumacher, che questo weekend in Bahrain si giocherà il titolo di F2 da primo in classifica, inizierà il suo percorso tra i grandi del motorsport a nove anni dal secondo ritiro di papà Michael e lo farà portando in pista i colori Ferrari, essendo membro della academy di Maranello dal 2019.

Affiancherà Nikita Mazepin, annunciato ieri dalla scuderia americana. Il tedesco e il russo si sono incrociati più volte, negli anni scorsi, all’interno delle varie categorie propedeutiche ma non avevano mai condiviso lo stesso box come invece si era verificato ai tempi dei kart.

La carriera in monoposto di Schumacher è iniziata nella F4 tedesca, nel 2015, con una vittoria nel weekend d’esordio ad Oschersleben. Dopo una stagione di apprendistato, nel 2016 ha concluso al secondo posto sia nella serie teutonica, battuto da Joey Mawson, che in quella italiana, preceduto da Marcos Siebert.

Anche in F3 il copione è stato analogo, con un’annata di esperienza nel 2017 prima dell’assalto al titolo del 2018. Una corona che questa volta è stata raggiunta, con una seconda parte di stagione a dir poco eccezionale: otto vittorie e un totale di 12 podi nelle ultime 16 gare gli hanno consentito di fregiarsi del titolo europeo.

Arrivato in F2 l’anno scorso, Schumacher ha attraversato una stagione di debutto piuttosto difficile, con la vittoria nella sprint race ungherese come unico lampo di un campionato concluso al 12° posto. Le due vittorie e una grande costanza di risultati, con una striscia di cinque podi consecutivi che ha quasi costituito un record, gli hanno permesso di arrivare all’ultimo round del campionato 2020 con un margine di 14 punti su Callum Ilott. Starà a lui difenderli in questo fine settimana, per arrivare in F1 con un titolo internazionale in tasca.

Ecco le sue parole: “La prospettiva di essere sulla griglia della Formula 1 il prossimo anno mi rende incredibilmente felice e sono semplicemente senza parole. Voglio ringraziare l’Haas F1 Team, la Scuderia Ferrari e la Ferrari Driver Academy per aver riposto la loro fiducia in me. Voglio inoltre ringraziare dal più profondo del cuore i miei genitori – so che devo loro tutto. Ho sempre creduto che avrei realizzato il mio sogno di correre in F1.

Un grande ringraziamento va inoltre a tutti gli appassionati di motorsport che mi hanno sostenuto nel corso della mia carriera. Darò il massimo, come faccio sempre, e non vedo l’ora di intraprendere questo percorso con loro e con il team Haas F1″.

Il team principal Haas, Günther Steiner, ha aggiunto: “Ho il piacere di confermare che Mick Schumacher sarà membro della nostra squadra nella prossima stagione e non vedo l’ora di dargli il benvenuto. Il campionato di F2 è il terreno giusto affinché i giovani talenti mostrino il loro talento e la griglia di partenza di quest’anno è stata indubbiamente una delle migliori di sempre. Mick ha vinto gare, ha collezionato podi e si è distinto contro talenti eccezionali nel 2020.

Credo fermamente che si sia guadagnato l’opportunità di correre in F1, in base alle sue performance. Abbiamo un’opportunità di fronte a noi, come team, quella di valutare e far crescere un nuovo pilota sulla base della conoscenza del nostro pacchetto tecnico. Stiamo continuando a mettere insieme i mattoncini per la crescita a lungo termine del nostro team e sono certo del contributo che darà Mick dentro e fuori dalla squadra in questo processo”.

Immagine copertina: Prema Twitter

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE