F1 | Louis Camilleri si è dimesso con effetto immediato dal ruolo di AD Ferrari

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

La notizia è arrivata in serata. Camilleri lascia per motivi personali

Dopo la notizia del ritorno di Mattia Binotto in Italia per un malessere che gli farà saltare l’ultimo appuntamento di Abu Dhabi, in serata è arrivata un’altra notizia totalmente inattesa per la Ferrari. Louis Camilleri, infatti, ha lasciato il ruolo di Amministratore Delegato del Cavallino con effetto immediato per motivi personali. Oltre alla carica in Ferrari, ha lasciato anche quella in Philip Morris.

Camilleri è stato malato di Covid-19. È stato in ospedale per alcune settimane senza però essere in pericolo di vita. Ora è in convalescenza nella sua casa di New York. Questa è una delle ragioni principali per le sue dimissioni dal ruolo di AD di Ferrari.

In attesa della nomina di un successore, il ruolo sarà ricoperto dal Presidente John Elkann, il quale “prendendo atto con dispiacere di tale decisione, ha annunciato che assumerà la carica di amministratore delegato ad interim, mentre il Consiglio di Amministrazione della Ferrari gestirà il processo già avviato di identificazione del successore di Camilleri”.

Queste le parole del Presidente: “Vorrei esprimere i nostri più sinceri ringraziamenti a Louis per la sua incondizionata dedizione nel ruolo di nostro amministratore delegato dal 2018 e di membro del Consiglio di Amministrazione dal 2015. La sua passione per Ferrari è sconfinata e sotto la sua guida la società si è ulteriormente affermata come una delle più grandi al mondo, capitalizzando il suo patrimonio davvero unico e la sua continua ricerca dell’eccellenza. Auguriamo a lui e alla sua famiglia un lungo e felice periodo di pensionamento”.

Queste invece le parole di Camilleri “La Ferrari ha fatto parte della mia vita e servirla come amministratore delegato e’ stato un grande privilegio. La mia ammirazione per gli straordinari uomini e donne di Maranello, per la passione e la dedizione che mettono in tutto ciò che fanno è illimitata. Sono orgoglioso dei numerosi risultati raggiunti dalla società dal 2018 e so che gli anni migliori della Ferrari devono ancora venire”.

Immagine: Media Ferrari

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE