F1 | La FIA approva l'assegnazione del punto per il giro più veloce in gara

F1
La FIA approva l'assegnazione del punto per il giro più veloce in gara

La modifica è stata resa definitiva oggi dallo Strategy Group. Si parte da Melbourne di 11 Marzo 2019, 20:50

Mancava l'ufficialità ma la voce era nell'aria da giorni. Tramite un voto elettronico, lo Strategy Group e la F1 Commission hanno trovato accordo unanime nell'introduzione di una novità nel sistema di punteggio della Formula 1.

A partire dal Gran Premio d'Australia, che aprirà il mondiale 2019 questo fine settimana a Melbourne, sarà infatti assegnato un punto al pilota che farà segnare il giro più veloce in gara, a patto che concluda la corsa nelle prime dieci posizioni. Nel caso in cui il GPV venisse fatto segnare da un pilota giunto al traguardo dall'11° posto in poi, non verrà assegnato alcun punto aggiuntivo.

Il punto verrà assegnato, oltre che al pilota autore del GPV, anche al suo team e questo sarà valevole per entrambe le classifiche, sia quella piloti che quella costruttori. Durante la stagione, quindi, ci saranno 21 punti potenziali a disposizione dei piloti. Nel corso del 2018 è stato Valtteri Bottas a far segnare per sette volte il GPV durante la gara.

Non si tratta, comunque, di una vera e propria novità. Il punto per il giro più veloce fa parte addirittura della storia, essendo stato assegnato nelle prime dieci stagioni di Formula 1, tra il 1950 ed il 1959.

La parola a Ross Brawn, Managing Director della F1:

"Insieme alla FIA ci siamo impegnati nel valutare idee e soluzioni che potessero migliorare lo spettacolo preservando l'integrità del nostro sport. Crediamo che la reintroduzione, dopo sessant'anni, di un punto per l'autore del giro più veloce in gara vada in questa direzione. Abbiamo preso in considerazione questa soluzione - che rappresenta una risposta a quanto emerso da ricerce e sondaggi che hanno coinvolto migliaia di appassionati nel mondo - per diversi mesi. Quante volte abbiamo sentito chiedere dai piloti via radio ai propri team chi fosse l'autore del giro più veloce? Adesso non si tratterà più solo di una questione di record e prestigio, ma di una motivazione in più che renderà la parte finale di gara ancora più interessante.

A volte è utile guardare all'eredità del nostro sport per andare avanti".

E, su questa ultima frase, siamo più che d'accordo.

Segue il Tweet ufficiale dall'account Media F1.



Condividi