F1 | Gran Premio d’Ungheria 2019: anteprima, statistiche, record ed orari di Budapest

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Neanche il tempo di metabolizzare l’ultima gara ed ecco che la Formula 1 si ritrova alla periferia di Budapest, sull’Hungaroring, per il Gran Premio d’Ungheria, dodicesima prova del mondiale 2019. Si arriva in Ungheria dopo un caotico quanto avvincente Gran Premio di Germania, caratterizzato da pioggia, incidenti e molteplici Safety Car. Una lotteria, insomma: il biglietto vincente l’ha pescato Max Verstappen, al secondo successo stagionale dopo quello in Austria.

35° GRAN PREMIO D’UNGHERIA
HUNGARORING – BUDAPEST
Round 12/21 – 2/3/4 agosto 2019
Gran Premio #1009

Disastro totale per la Mercedes, forse la peggiore gara degli ultimi anni: Hamilton ha concluso in undicesima posizione ma, grazie alla penalizzazione di entrambe le Alfa, ha ereditato la nona posizione; Bottas, invece, si è ritirato. In chiaroscuro la gara della Ferrari, finita seconda con Vettel – era scattato dall’ultima posizione – mentre purtroppo Leclerc è stato vittima di un errore alla penultima curva che l’ha costretto al ritiro. Probabilmente sia Hamilton che Leclerc avrebbero potuto vincere la gara, ma il passaggio troppo frettoloso alle gomme slick con la pista ancora umida ha pregiudicato le loro possibilità di vittoria. Nonostante la debacle in terra tedesca, la Mercedes tiene ancora saldamente il comando di entrambe le classifiche. Verstappen, alla seconda vittoria nelle ultime tre gare, si è comunque affrettato a dire che non pensa di avere possibilità in ottica mondiale.

Il Gran Premio di Germania ha anche visto l’applicazione della nuova regola in caso di pioggia: le vetture hanno compiuto una serie di giri dietro la Safety Car per determinare se le condizioni fossero idonee ad effettuare una partenza da fermi, cosa che poi è in effetti avvenuta scalando dal computo totale dei giri quelli già compiuti durante il regime di Safety Car.

Il Gran Premio d’Ungheria si disputa sul circuito dell’Hungaroring che sorge a Mogyorod, una piccola cittadina di circa 5.000 abitanti a 25 km dal centro di Budapest. Il Gran Premio d’Ungheria fu il primo che si disputò al di là della cortina di ferro, sebbene già nel 1936 si era disputato un Gran Premio, non valido per il campionato del mondo – tra l’altro ancora non istituito – nel parco Nepliget del centro di Budapest. A vincere fu da Tazio Nuvolari.

Dal suo debutto la pista non ha subito praticamente modifiche di rilievo fino al 2003, quando si decise di allungare il rettilineo dei box e cambiare le ultime due curve allungando il tracciato di circa 400 metri. Si tratta di un circuito molto stretto e tortuoso, “un Monte Carlo senza le case e i marciapiedi” lo definì Hakkinen. I sorpassi sono molto difficili e l’asfalto molto abrasivo. Da tenere d’occhio anche le temperature che, in questo periodo, sono torride: è facile arrivare anche ai 50 gradi sull’asfalto, sebbene negli ultimi anni qualche sessione durante il weekend sia stata caratterizzata anche dalla pioggia.

In linea teorica la Ferrari dovrebbe essere avvantaggiata dalle temperature piuttosto alte che si incontreranno, sebbene il layout della pista propenda dalla parte della Mercedes che, quest’anno, ha dimostrato di trovarsi molto a suo agio tra le curve lente e strette. Al termine del Gran Premio il Circus si concederà la solita pausa estiva ritrovandosi a Spa in Belgio il prossimo 1 settembre.

Per questa gara Pirelli porterà in pista le mescole C2 (Hard), C3 (Media) e C4 (Soft).

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

LA MAPPA

Hungaroring
[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

I NUMERI DEL GRAN PREMIO

DATI TECNICI

Nazione: Ungheria
Circuito: Hungaroring
Posizione: Google Maps
Lunghezza del circuito: 4,381 km
Giri da percorrere: 70
Distanza totale: 306,630 km
Numero di curve: 14
Senso di marcia: orario
Mescole Pirelli: C2 dura/C3 media/C4 morbida
Primo Gran Premio: 1986
Apertura farfalla: 58% della percorrenza

I RECORD

Giro gara: 1:19.071 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Distanza: 1h35:26.131 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Vittorie pilota: 6 – L Hamilton
Vittorie team: 11 – McLaren
Pole pilota: 7 – M Schumacher
Pole team: 8 – McLaren, Ferrari
Km in testa pilota: 1.752 – L Hamilton
Km in testa team: 3.023 – McLaren
Migliori giri pilota: 4 – M Schumacher, K Raikkonen
Migliori giri team: 9 – Williams, Ferrari
Podi pilota: 9 – K Raikkonen
Podi team: 24 – Ferrari

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

PIRELLI: LA PREVIEW

F1 | Gran Premio d'Ungheria 2019: anteprima, statistiche, record ed orari di Budapest
[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

GOMME: LE SCELTE DEI PILOTI

F1 | Gran Premio d'Ungheria 2019: anteprima, statistiche, record ed orari di Budapest
[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

ALBO D’ORO

YearCircuitDateWinning DriverTeamLaps
352020Hungaroring19 luglioRegno Unito Lewis HamiltonGermania Mercedes70
342019Hungaroring4 agostoRegno Unito Lewis HamiltonGermania Mercedes70
332018Hungaroring29 luglioRegno Unito Lewis HamiltonGermania Mercedes70
322017Hungaroring30 luglioGermania Sebastian VettelItalia Ferrari70
312016Hungaroring24 luglioRegno Unito Lewis HamiltonGermania Mercedes70
302015Hungaroring26 LuglioGermania Sebastian VettelItalia Ferrari69
292014Hungaroring27 LuglioAustralia Daniel RicciardoAustria Red Bull70
282013Hungaroring28 LuglioRegno Unito Lewis HamiltonGermania Mercedes70
272012Hungaroring29 LuglioRegno Unito Lewis HamiltonRegno Unito McLaren69
262011Hungaroring31 LuglioRegno Unito Jenson ButtonRegno Unito McLaren70
252010Hungaroring1 AugAustralia Mark WebberAustria Red Bull70
242009Hungaroring26 LuglioRegno Unito Lewis HamiltonRegno Unito McLaren70
232008Hungaroring3 AgostoFinlandia Heikki KovalainenRegno Unito McLaren70
222007Hungaroring5 AgostoRegno Unito Lewis HamiltonRegno Unito McLaren70
212006Hungaroring6 AgostoRegno Unito Jenson ButtonGiappone Honda70
202005Hungaroring31 LuglioFinlandia Kimi RäikkönenRegno Unito McLaren70
192004Hungaroring15 AgostoGermania Michael SchumacherItalia Ferrari70
182003Hungaroring24 AgostoSpagna Fernando AlonsoFrancia Renault70
172002Hungaroring18 AgostoBrasile Rubens BarrichelloItalia Ferrari77
162001Hungaroring19 AgostoGermania Michael SchumacherItalia Ferrari77
152000Hungaroring13 AgostoFinlandia Mika HäkkinenRegno Unito McLaren77
141999Hungaroring15 AgostoFinlandia Mika HäkkinenRegno Unito McLaren77
131998Hungaroring16 AgostoGermania Michael SchumacherItalia Ferrari77
121997Hungaroring10 AgostoCanada Jacques VilleneuveRegno Unito Williams77
111996Hungaroring11 AgostoCanada Jacques VilleneuveRegno Unito Williams77
101995Hungaroring13 AgostoRegno Unito Damon HillRegno Unito Williams77
91994Hungaroring14 AgostoGermania Michael SchumacherItalia Benetton77
81993Hungaroring15 AgostoRegno Unito Damon HillRegno Unito Williams77
71992Hungaroring16 AgostoBrasile Ayrton SennaRegno Unito McLaren77
61991Hungaroring11 AgostoBrasile Ayrton SennaRegno Unito McLaren77
51990Hungaroring12 AgostoBelgio Thierry BoutsenRegno Unito Williams77
41989Hungaroring13 AgostoRegno Unito Nigel MansellItalia Ferrari77
31988Hungaroring7 AgostoBrasile Ayrton SennaRegno Unito McLaren76
21987Hungaroring9 AgostoBrasile Nelson PiquetRegno Unito Williams76
11986Hungaroring10 AgostoBrasile Nelson PiquetRegno Unito Williams76

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

GLI ORARI

F1 | Gran Premio d'Ungheria 2019: anteprima, statistiche, record ed orari di Budapest
[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

Da quest’anno il nostro Fantapronostici diventa FantaF1 e si trasferisce sul nostro Forum. Registrati o collegati per poter giocare con noi.

Per i testi, anteprima a cura di Domenico Della Valle. Riassunto storico a cura di Francesco Ferrandino. Mappa circuito e grafica orari a cura di Francesco Ferraro. Impaginazione a cura di Alessandro Secchi.

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE