F1 | Gran Premio di Germania 2019: anteprima, statistiche, record ed orari di Hockenheim

F1
Gran Premio di Germania 2019: anteprima, statistiche, record ed orari di Hockenheim

Si torna in pista per il penultimo appuntamento prima della pausa estiva di 25 Luglio 2019, 09:30

Dopo due settimane di sosta il Circus della Formula 1 torna in pista ad Hockenheim per il Gran Premio di Germania. Si tratta dell'edizione numero 78 di questo appuntamento, la numero 64 valida per il campionato del mondo che, nel corso degli anni, si è alternato tra Hockenheim appunto ed il Nurburgring, con una singola parentesi all'AVUS nel lontano 1959. Curiosità: le due famose location hanno subito la stessa sorte. Dopo l'incidente di Niki Lauda nel 1976, il Nurburgring ha abbandonato la Nordschleife per adottare la versione corta del circuito. Nel 2002, Hockenheim ha visto la sparizione dei lunghi rettilinei per l'attuale versione, accorciata e piuttosto anonima rispetto alla precedente.

78° GRAN PREMIO DI GERMANIA
HOCKENHEIM

Round 11/21 - 26/27/28 luglio 2019
Gran Premio #1008

Si arriva ad Hockenheim con il mondiale saldamente in mano a Mercedes e Lewis Hamilton. Il team campione in carica scenderà in pista con una livrea dedicata all'anniversario dei 125 anni da quella che viene indicata come prima competizione automobilistica organizzata della storia, la Parigi-Rouen del 22 luglio 1894, sebbene si debba tornare indietro al 16 luglio 1878 negli States per una prima corsa tra automobili.

A Silverstone è andata in scena ancora una volta una doppietta del team anglo-tedesco, con Lewis Hamilton vincitore davanti a Valtteri Bottas ed alla Ferrari di Charles Leclerc. Proprio il pilota monegasco, insieme a Max Verstappen, ha dato vita ad un duello rivincita di quello di Spielberg che ha, per qualche giro, fatto dimenticare al pubblico l'ennesimo successo della stella a tre punte. Una lotta davvero entusiasmante e senza esclusione di colpi, che ha risvegliato l'animo degli appassionati che da tempo attendono duelli di questo tipo.

Male, malissimo è andata invece a Sebastian Vettel. Il quattro volte campione del mondo è incappato in un altro errore dopo una qualifica in sordina, andando a centrare la Red Bull dell'olandese negando a Max un podio piuttosto certo. Per il tedesco sono state altre due settimane di passione, nelle quali non si sono sprecate nuovamente le critiche per il suo operato in Ferrari, con i dubbi sul suo futuro che aumentano sempre più.

A rendere ancora più interessante (o ansiosa) la situazione per Vettel ci si mette proprio la location di questo weekend. Quella Hockenheim nella quale, un anno fa, il tedesco dopo la pole del sabato è uscito di pista, nel corso del 52° passaggio, spalancando la porta alla vittoria di un Lewis Hamilton in rimonta dalla 14a posizione. Proprio quel risultato è definito come punto di svolta della scorsa stagione ed inizio della crisi di Vettel il quale, ad un anno di distanza, ha la possibilità di scacciare i fantasmi di quella domenica. Per la Ferrari, inoltre, questo è un periodo di ricordo per il presidente Marchionne, scomparso esattamente un anno fa.

Il Gran Premio di Germania si disputa sul circuito sull'Hockenheimring, un autodromo permanente situato alla periferia est della cittadina di Hockenheim. Si tratta di un tracciato che purtroppo non ha niente a che vedere con lo storico Hockenheim a cui tutti siamo ancora abituati a pensare: un tracciato velocissimo da bassissimo carico con la componente di difficoltà del Motodrom da affrontare con le ali scariche al massimo. Il layout attuale, tra le proteste degli appassionato che ancora non si placano, fu realizzato nel 2002: i due lunghissimi tratti nella foresta sono stati distrutti ed il circuito è stato accorciato realizzando, pressappoco a metà del primo lungo rettilineo, una lunga piega verso sinistra che si ricongiunge al vecchio tracciato più o meno all'altezza della vecchia chicane Senna. In questo modo Hockenheim è diventato un comune tracciato da medio-alto carico tra l'altro tecnicamente poco interessante. Nonostante la presenza della vicina foresta, il tracciato si caratterizza per ospitare spesso gare molto calde, con la temperatura sull'asfalto che può facilmente superare i 40 gradi.

Gli scorsi giorni sono stati caratterizzati dalla notizia del rinnovo del Gran Premio d'Australia fino al 2025. Melbourne, inoltre, sarà ancora il GP d'apertura della stagione nel 2020. La Formula 1, intanto, ha svelato i primi dettagli per il 2021, con l'effetto suolo che potrebbe tornare sulle monoposto del futuro. 

Durante il weekend ci sarà anche un piccolo tuffo nel passato. Mick Schumacher, infatti, libero da impegni con la F2 (le propedeutiche non correranno questo fine settimana) sarà al volante della F2004 di papà Michael per le curve di Hockenheim.

Per questo appuntamento Pirelli porta in pista le mescole C2, C3 e C4 per Hard, Medium e Soft.

LA MAPPA

Hockenheim

I NUMERI DEL GRAN PREMIO

DATI TECNICI

Nazione: Germania
Circuito: Hockenheimring
Posizione: Google Maps
Lunghezza del circuito: 4,574 km
Giri da percorrere: 67
Distanza totale: 306,458 km
Numero di curve: 17
Senso di marcia: orario
Mescole Pirelli: C2 (Hard), C3 (Media), C4 (Soft)
Primo Gran Premio: 1926
Apertura farfalla: 64% della percorrenza

I RECORD

Giro gara: 1:13.780 - K Raikkonen - McLaren Mercedes - 2004
Distanza: 1h23:54.848 - M Schumacher - Ferrari - 2004
Vittorie pilota: 4 - L Hamilton, M Schumacher
Vittorie team: 21 - Ferrari
Pole pilota: 4 - J Clark, J Ickx
Pole team: 20 - Ferrari
Km in testa pilota: 1.391 - J Fangio
Km in testa team: 7.097 - Ferrari
Migliori giri pilota: 5 - M Schumacher
Migliori giri team: 17 - Ferrari
Podi pilota: 7 - M Schumacher
Podi team: 52 - Ferrari

PIRELLI: LA PREVIEW

GOMME: LE SCELTE DEI PILOTI

ALBO D'ORO

Year Circuit Date Winning Driver Team Laps
64 2019 Hockenheimring 28 luglio Paesi Bassi Max Verstappen Austria Red Bull 64
63 2018 Hockenheimring 22 luglio Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes 67
62 2016 Hockenheimring 31 luglio Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes 67
61 2014 Hockenheimring 20 Luglio Germania Nico Rosberg Germania Mercedes 67
60 2013 Nürburgring 7 Luglio Germania Sebastian Vettel Austria Red Bull 60
59 2012 Hockenheimring 22 Luglio Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 67
58 2011 Nürburgring 24 Luglio Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren 60
57 2010 Hockenheimring 25 Luglio Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 67
56 2009 Nürburgring 12 Luglio Australia Mark Webber Austria Red Bull 60
55 2008 Hockenheimring 20 Luglio Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren 67
54 2006 Hockenheimring 30 Luglio Germania Michael Schumacher Italia Ferrari 67
53 2005 Hockenheimring 24 Luglio Spagna Fernando Alonso Francia Renault 67
52 2004 Hockenheimring 25 Luglio Germania Michael Schumacher Italia Ferrari 66
51 2003 Hockenheimring 3 Agosto Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito Williams 67
50 2002 Hockenheimring 28 Luglio Germania Michael Schumacher Italia Ferrari 67
49 2001 Hockenheimring 29 Luglio Germania Ralf Schumacher Regno Unito Williams 45
48 2000 Hockenheimring 30 Luglio Brasile Rubens Barrichello Italia Ferrari 45
47 1999 Hockenheimring 1 Agosto Regno Unito Eddie Irvine Italia Ferrari 45
46 1998 Hockenheimring 2 Agosto Finlandia Mika Häkkinen Regno Unito McLaren 45
45 1997 Hockenheimring 27 Luglio Austria Gerhard Berger Italia Benetton 45
44 1996 Hockenheimring 28 Luglio Regno Unito Damon Hill Regno Unito Williams 45
43 1995 Hockenheimring 30 Luglio Germania Michael Schumacher Italia Benetton 45
42 1994 Hockenheimring 31 Luglio Austria Gerhard Berger Italia Ferrari 45
41 1993 Hockenheimring 25 Luglio Francia Alain Prost Regno Unito Williams 45
40 1992 Hockenheimring 26 Luglio Regno Unito Nigel Mansell Regno Unito Williams 45
39 1991 Hockenheimring 28 Luglio Regno Unito Nigel Mansell Regno Unito Williams 45
38 1990 Hockenheimring 29 Luglio Brasile Ayrton Senna Regno Unito McLaren 45
37 1989 Hockenheimring 30 Luglio Brasile Ayrton Senna Regno Unito McLaren 45
36 1988 Hockenheimring 24 Luglio Brasile Ayrton Senna Regno Unito McLaren 44
35 1987 Hockenheimring 26 Luglio Brasile Nelson Piquet Regno Unito Williams 44
34 1986 Hockenheimring 27 Luglio Brasile Nelson Piquet Regno Unito Williams 44
33 1985 Nürburgring 4 Agosto Italia Michele Alboreto Italia Ferrari 67
32 1984 Hockenheimring 5 Agosto Francia Alain Prost Regno Unito McLaren 44
31 1983 Hockenheimring 7 Agosto Francia René Arnoux Italia Ferrari 45
30 1982 Hockenheimring 8 Agosto Francia Patrick Tambay Italia Ferrari 45
29 1981 Hockenheimring 2 Agosto Brasile Nelson Piquet Regno Unito Brabham 45
28 1980 Hockenheimring 10 Agosto Francia Jacques Laffite Francia Ligier 45
27 1979 Hockenheimring 29 Luglio Australia Alan Jones Regno Unito Williams 45
26 1978 Hockenheimring 30 Luglio Stati Uniti Mario Andretti Regno Unito Lotus 45
25 1977 Hockenheimring 31 Luglio Austria Niki Lauda Italia Ferrari 47
24 1976 Nürburgring 1°Agosto Regno Unito James Hunt Regno Unito McLaren 14
23 1975 Nürburgring 3 Agosto Argentina Carlos Reutemann Regno Unito Brabham 14
22 1974 Nürburgring 4 Agosto Svizzera Clay Regazzoni Italia Ferrari 14
21 1973 Nürburgring 5 Agosto Regno Unito Jackie Stewart Regno Unito Tyrrell 14
20 1972 Nürburgring 30 Luglio Belgio Jacky Ickx Italia Ferrari 14
19 1971 Nürburgring 1°Agosto Regno Unito Jackie Stewart Regno Unito Tyrrell 12
18 1970 Hockenheimring 2 Agosto Austria Jochen Rindt Regno Unito Lotus 50
17 1969 Nürburgring 3 Agosto Belgio Jacky Ickx Regno Unito Brabham 14
16 1968 Nürburgring 4 Agosto Regno Unito Jackie Stewart Francia Matra 14
15 1967 Nürburgring 6 Agosto Nuova Zelanda Denny Hulme Regno Unito Brabham 15
14 1966 Nürburgring 7 Agosto Australia Jack Brabham Regno Unito Brabham 15
13 1965 Nürburgring 1°Agosto Regno Unito Jim Clark Regno Unito Lotus 15
12 1964 Nürburgring 2 Agosto Regno Unito John Surtees Italia Ferrari 15
11 1963 Nürburgring 4 Agosto Regno Unito John Surtees Italia Ferrari 15
10 1962 Nürburgring 5 Agosto Regno Unito Graham Hill Regno Unito BRM 15
9 1961 Nürburgring 6 Agosto Regno Unito Stirling Moss Regno Unito Lotus 15
8 1959 AVUS 2 Agosto Regno Unito Tony Brooks Italia Ferrari 60
7 1958 Nürburgring 3 Agosto Regno Unito Tony Brooks Regno Unito Vanwall 15
6 1957 Nürburgring 4 Agosto Argentina Juan Manuel Fangio Italia Maserati 22
5 1956 Nürburgring 5 Agosto Argentina Juan Manuel Fangio Italia Ferrari 22
4 1954 Nürburgring 1°Agosto Argentina Juan Manuel Fangio Germania Mercedes 22
3 1953 Nürburgring 2 Agosto Italia Nino Farina Italia Ferrari 18
2 1952 Nürburgring 3 Agosto Italia Alberto Ascari Italia Ferrari 18
1 1951 Nürburgring 29 Luglio Italia Alberto Ascari Italia Ferrari 20

GLI ORARI


Per i testi, anteprima a cura di Domenico Della Valle. Riassunto storico a cura di Francesco Ferrandino. Mappa circuito e grafica orari a cura di Francesco Ferraro. Impaginazione a cura di Alessandro Secchi.


Condividi