F1 | Gran Premio del Messico 2019: anteprima, statistiche, record ed orari di Mexico City

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il Circus della Formula 1 torna in pista per l’appuntamento numero 18 della stagione a Città del Messico per il Gran Premio del Messico 2019. Due settimane dopo il weekend compresso di Suzuka, monoposto e piloti tornano in azione per la quinta volta dal rientro in calendario di questo GP nel calendario iridato.

21° GRAN PREMIO DEL MESSICO
Autodromo Hermanos Rodriguez – MEXICO CITY

Round 18/21 – 25/26/27 ottobre 2019
Gran Premio #1015

Si torna all’azione dopo un caotico Gran Premio del Giappone: il tifone Hagibis ha ribaltato il calendario del weekend, con la giornata del sabato annullata e le qualifiche che si sono disputate nella mattina di domenica portando la Ferrari ad una prima fila completa con Sebastian Vettel in pole davanti a Charles Leclerc. Sono bastati però pochi secondi di gara per far scemare l’entusiasmo della Rossa. La partenza fulminea di Valtteri Bottas ha messo il finlandese della Mercedes davanti a tutti dopo pochi metri, mentre il monegasco ha rovinato la sua gara e – soprattutto – quella di Max Verstappen, costretto poi al ritiro, con un contatto alla seconda curva. 

Le strategie di gara hanno poi riportato in lotta per la vittoria Lewis Hamilton, il quale con una sola sosta avrebbe potuto ambire al successo rispetto al doppio cambio del suo compagno di squadra. Un secondo pit stop ha invece ristabilito le gerarchie, con l’inglese che nel finale ha pressato con insistenza Sebastian Vettel per la seconda posizione. Il tedesco è stato bravo a resistere conquistando la posizione d’onore. 

Il risultato del Gran Premio è stato incerto fino a poche ore fa. Dopo la gara abbiamo avuto infatti il giallo della bandiera a scacchi, una doppia penalità inflitta a Charles Leclerc che ha fatto perdere una posizione al monegasco ed il reclamo di Racing Point contro Renault. Nella serata di ieri è arrivato il verdetto della FIA.

Il Gran Premio del Messico è tornato in calendario nel 2015 dopo ben 23 anni di assenza. L’ultima apparizione era stata infatti quella del 1992 con la vittoria di Nigel Mansell. Dal suo rientro in calendario, il GP è stato terreno fertile per la Mercedes, vittoriosa nel 2015 con Nico Rosberg e nel 2016 con Lewis Hamilton, così come per la Red Bull, con Max Verstappen vincitore nelle ultime due edizioni del 2017 e 2018. Il circuito è stato completamente rivisto nelle strutture e nel layout. Gran parte delle curve sono state rese più spigolose, la zona delle esse è stata anch’essa rivista mentre la più grande modifica è l’eliminazione dal layout F1 della famosa curva Peraltada. Le vetture ora passano in una zona ricavata all’interno della stessa curva, avvolta da uno stadio nel quale è inserito anche il podio. Leggi la scheda dell’Autodromo Hermanos Rodriguez.

Si tratta del primo match point per Lewis Hamilton per la conquista matematica del suo sesto titolo mondiale. Diverse sono le combinazioni che possono portare l’inglese alla vittoria: in generale Lewis deve guadagnare 14 punti su Valtteri Bottas per essere certo del suo sesto alloro. La Mercedes dovrà però vedersela con la Ferrari, che sul lunghissimo rettilineo iniziale di questo circuito venderà cara la pelle. Proprio la Power Unit Ferrari è sotto osservazione da parte dei suoi avversari. Si corre in altura, dove l’aria è più rarefatta ed i motori saranno sottoposti a sforzi maggiori rispetto al resto del campionato.

Per questo appuntamento è stata introdotta una terza zona DRS prima della parte dello stadio, mentre Pirelli porterà in pista gomme C2, C3 e C4 rispettivamente per dure, medie e soft.

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

LA MAPPA

autodromo_hermanos_rodriguez_mexico

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

I NUMERI DEL GRAN PREMIO

DATI TECNICI

Nazione: Messico
Circuito: Autodromo Hermanos Rodriguez
Posizione: Google Maps
Lunghezza del circuito: 4,304 km
Giri da percorrere: 71
Distanza totale: 305,354 km
Numero di curve: 17
Senso di marcia: orario
Mescole Pirelli: C2 (dura), C3 (Media), C4 (Soft)
Primo Gran Premio: 1962

I RECORD

Giro gara: 1:18.741 – V Bottas – Mercedes – 2018
Distanza: 1h36:26.550 – M Verstappen – Red Bull – 2017
Vittorie pilota: 2 – J Clark, N Mansell, A Prost
Vittorie team: 3 – Lotus, McLaren, Williams
Pole pilota: 4 – J Clark
Pole team: 6 – Lotus
Km in testa pilota: 955 – J Clark
Km in testa team: 1.288 – Lotus
Migliori giri pilota: 3 – J Clark
Migliori giri team: 4 – Ferrari, Lotus
Podi pilota: 4 – J Brabham, D Hulme, N Mansell, R Patrese, A Senna
Podi team: 10 – Brabham, Ferrari

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

PIRELLI: LA PREVIEW

F1 | Gran Premio del Messico 2019: anteprima, statistiche, record ed orari di Mexico City
[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

GOMME: LE SCELTE DEI PILOTI

F1 | Gran Premio del Messico 2019: anteprima, statistiche, record ed orari di Mexico City
[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

ALBO D’ORO

YearCircuitDateWinning DriverTeamLaps
202019Autodromo Hermanos Rodriguez27 ottobreRegno Unito Lewis HamiltonGermania Mercedes71
192018Autodromo Hermanos Rodriguez28 ottobrePaesi Bassi Max VerstappenAustria Red Bull71
182017Autodromo Hermanos Rodriguez29 ottobrePaesi Bassi Max VerstappenAustria Red Bull71
172016Autodromo Hermanos Rodriguez30 ottobreRegno Unito Lewis HamiltonGermania Mercedes71
162015Autodromo Hermanos Rodriguez1 NovembreGermania Nico RosbergGermania Mercedes71
151992Autodromo Hermanos Rodriguez22 MarzoRegno Unito Nigel MansellRegno Unito Williams69
141991Autodromo Hermanos Rodriguez16 GiugnoItalia Riccardo PatreseRegno Unito Williams67
131990Autodromo Hermanos Rodriguez24 GiugnoFrancia Alain ProstItalia Ferrari69
121989Autodromo Hermanos Rodriguez28 MaggioBrasile Ayrton SennaRegno Unito McLaren69
111988Autodromo Hermanos Rodriguez29 MaggioFrancia Alain ProstRegno Unito McLaren67
101987Autodromo Hermanos Rodriguez18 OttobreRegno Unito Nigel MansellRegno Unito Williams63
91986Autodromo Hermanos Rodriguez12 OttobreAustria Gerhard BergerItalia Benetton68
81970Autodromo Hermanos Rodriguez25 OttobreBelgio Jacky IckxItalia Ferrari65
71969Autodromo Hermanos Rodriguez19 OttobreNuova Zelanda Denny HulmeRegno Unito McLaren65
61968Autodromo Hermanos Rodriguez3 NovembreRegno Unito Graham HillRegno Unito Lotus65
51967Autodromo Hermanos Rodriguez22 OttobreRegno Unito Jim ClarkRegno Unito Lotus65
41966Autodromo Hermanos Rodriguez23 OttobreRegno Unito John SurteesRegno Unito Cooper65
31965Autodromo Hermanos Rodriguez24 OttobreStati Uniti Richie GintherGiappone Honda65
21964Autodromo Hermanos Rodriguez25 OttobreStati Uniti Dan GurneyRegno Unito Brabham65
11963Autodromo Hermanos Rodriguez27 OttobreRegno Unito Jim ClarkRegno Unito Lotus65

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

GLI ORARI

F1 | Gran Premio del Messico 2019: anteprima, statistiche, record ed orari di Mexico City
[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

Per i testi, anteprima a cura di Domenico Della Valle. Riassunto storico a cura di Francesco Ferrandino. Mappa circuito e grafica orari a cura di Francesco Ferraro. Impaginazione a cura di Alessandro Secchi.

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE