F1 | Gran Premio del Bahrain 2019: anteprima, record, statistiche ed orari di Sakhir

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il Circus fa tappa nel Golfo Persico: il circuito di Sakhir ospita il Gran Premio del Bahrain, seconda prova del mondiale 2019. È la prima gara dell’anno ad andare in scena in notturna, scelta fatta a partire dalla stagione 2014.

Siamo ad un passo da un traguardo storico. Il GP del Bahrain, infatti, è il 999° Gran Premio di Formula 1 della storia. 

15° GRAN PREMIO DEL BAHRAIN
SAKHIR
Round 2/21 – 29/30/31 marzo 2019
999° Gran Premio

Si giunge in Bahrain dopo la, tutto sommato, inattesa vittoria di Valtteri Bottas in Australia. La Mercedes è parsa in forma smagliante, conquistando l’intera prima fila al sabato e imponendosi con una perentoria doppietta domenica. Chi ha fortemente deluso le aspettative è stata la Ferrari. La delusione di Binotto e dei suoi uomini era palpabile nel dopo gara. Decisamente un brutto risveglio dopo che i test invernali avevano lasciato intendere tutt’altro. La stessa Mercedes è parsa meravigliata dello stato di forza messo in pista. Intervistato a fine gara, Allison ha dichiarato che Wolff e soci pensavano di essere ancora leggermente dietro alla Ferrari e che non si aspettavano assolutamente di dominare la gara. Abbastanza positiva la prova della Red Bull motorizzata Honda, che ha detto di mirare alla prima vittoria entro l’estate.

Il Gran Premio del Bahrain si svolge sul circuito di Sakhir, che sorge in pieno deserto a sud di Manama, capitale e di fatto unica città dello Stato. Il tracciato fu realizzato seguendo le tecniche più innovative per l’epoca dallo studio dell’architetto tedesco Tilke, padre dei tracciati moderni. Come modello si usò il tracciato di Sepang, realizzato in Malesia qualche anno prima e considerato un vero e proprio banco di prova per la costruzione di tutti i tracciati successivi che hanno fatto la loro comparsa nei calendari degli ultimi anni.

La pista si caratterizza per tre lunghi rettilinei, una sede stradale molto larga e un tratto misto con curve da medio carico. Notevole problema è il vento che spira quasi incessantemente e che trasporta la sabbia del vicino deserto sulla pista causando non pochi grattacapi a piloti e tecnici, tant’è che la linea ideale di percorrenza è quasi obbligata e uscire dalla traiettoria comporta notevoli conseguenze. Come a Monza anche in Bahrain sono sotto stress i freni: i lunghi rettilinei tendono a raffreddarli molto causando la cosiddetta “vetrificazione” del carbonio. Il tracciato può essere utilizzato in sei configurazioni diverse: per tutte le edizioni fin qui disputate si è sempre usata la medesima configurazione tranne che nel 2010, quando fu utilizzata la versione più lunga della pista chiamata Endurance.

Siamo appena alla seconda gara di un lungo campionato ma per la Ferrari c’è già aria di prova d’appello. La debacle subita in Australia è stata davvero clamorosa: distacchi abissali in qualifica, con la rossa che non è riuscita nemmeno ad eguagliare il tempo della pole dello scorso anno, mentre ancora peggio le cose sono andate in gara con entrambe le macchine fuori dal podio a quasi un minuto di ritardo dal vincitore, complici (forse) anche dei problemi soprattutto sulla monoposto di Sebastian Vettel.

In linea del tutto teorica la Mercedes dovrebbe fare bene anche in Bahrain, ma è onestamente troppo presto per fare delle previsioni, anche perchè lo scorso anno a vincere nel deserto fu Vettel, chiamato a riscattarsi dopo la deludente prova australiana.

Per questo weekend la Pirelli porterà le mescole identificate dai codici C1, C2 e C3, che saranno marcate di bianco, giallo e rosso. Ricordiamo che i colori, quest’anno, saranno sempre questi tre sebbene le gomme saranno di specifiche diverse di gara in gara. Lo scorso weekend in Australia le mescole erano C2, C3 e C4, quindi in questo fine settimana il colore rosso identificherà le gomme che in Australia erano marcate di giallo.

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

LA MAPPA

Bahrein_International_Circuit_Sakhir

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

I NUMERI DEL GRAN PREMIO

DATI TECNICI

Nazione: Bahrain
Circuito: Bahrain International Circuit
Posizione: Google Maps
Inaugurazione: 2004
Primo GP in F1: 2004
Lunghezza del circuito: 5,412 km
Giri da percorrere: 57
Distanza totale: 308,238 km
Numero di curve: 15
Senso di marcia: orario
Mescole Pirelli: C1 Hard, C2 Medium, C3 Soft
Apertura farfalla: 63% della percorrenza

I RECORD

Giro gara: 1:30.252 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Distanza: 1h28:34.875 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Vittorie pilota: 4 – S Vettel
Vittorie team: 6 – Ferrari
Pole pilota: 3 – S Vettel
Pole team: 5 – Mercedes
Km in testa pilota: 1.279 – S Vettel
Km in testa team: 1.622 – Ferrari
Migliori giri pilota: 3 – N Rosberg
Migliori giri team: 4 – Ferrari, Mercedes
Podi pilota: 8 – K Raikkonen
Podi team: 13 – Ferrari

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

ANTEPRIMA PIRELLI

F1 | Gran Premio del Bahrain 2019: anteprima, record, statistiche ed orari di Sakhir

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

GOMME: LE SCELTE DEI PILOTI

F1 | Gran Premio del Bahrain 2019: anteprima, record, statistiche ed orari di Sakhir

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

ALBO D’ORO

YearCircuitDateWinning DriverTeamLaps
162020Bahrain International Circuit29 novembreRegno Unito Lewis HamiltonGermania Mercedes57
152019Bahrain International Circuit31 marzoRegno Unito Lewis HamiltonGermania Mercedes57
142018Bahrain International Circuit8 aprileGermania Sebastian VettelItalia Ferrari57
132017Bahrain International Circuit16 aprileGermania Sebastian VettelItalia Ferrari57
122016Bahrain International Circuit4 aprileGermania Nico RosbergGermania Mercedes57
112015Bahrain International Circuit19 AprileRegno Unito Lewis HamiltonGermania Mercedes57
102014Bahrain International Circuit6 AprileRegno Unito Lewis HamiltonGermania Mercedes57
92013Bahrain International Circuit21 AprileGermania Sebastian VettelAustria Red Bull57
82012Bahrain International Circuit22 AprileGermania Sebastian VettelAustria Red Bull57
72010Bahrain International Circuit14 MarzoSpagna Fernando AlonsoItalia Ferrari49
62009Bahrain International Circuit26 AprileRegno Unito Jenson ButtonRegno Unito Brawn57
52008Bahrain International Circuit6 AprileBrasile Felipe MassaItalia Ferrari57
42007Bahrain International Circuit15 AprileBrasile Felipe MassaItalia Ferrari57
32006Bahrain International Circuit12 MarzoSpagna Fernando AlonsoFrancia Renault57
22005Bahrain International Circuit3 AprileSpagna Fernando AlonsoFrancia Renault57
12004Bahrain International Circuit4 AprileGermania Michael SchumacherItalia Ferrari57

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

GLI ORARI

F1 | Gran Premio del Bahrain 2019: anteprima, record, statistiche ed orari di Sakhir

[spacer color=”CCCCCC” icon=”Select a Icon” style=”1″]

Da quest’anno il nostro Fantapronostici diventa FantaF1 e si trasferisce sul nostro Forum. Registrati o collegati per poter giocare con noi.

Per i testi, anteprima a cura di Domenico Della Valle. Riassunto storico a cura di Francesco Ferrandino. Mappa circuito e grafica orari a cura di Francesco Ferraro. Impaginazione a cura di Alessandro Secchi.

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE