F1 | GP Ungheria 2020, le dichiarazioni dopo la gara

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Che gara incredibile. Onestamente, una delle mie migliori di sempre, anche se sono stato solo per la maggior parte del tempo…”

Seguono le dichiarazioni dei piloti dopo il Gran Premio di Ungheria 2020, dominato da Lewis Hamilton, seguito da un fantastico Max Verstappen e da Valtteri Bottas.

MERCEDES

Lewis Hamilton | “Che gara incredibile. Onestamente, una delle mie migliori di sempre, anche se sono stato solo per la maggior parte del tempo; è stato un tipo di sfida diverso dal solito, spingendo forte e in particolare per il giro record alla fine. Voglio congratularmi con tutti quelli che sono tornati a casa negli stabilimenti di Brackley e Brixworth, svolgendo un lavoro fantastico, sviluppando e migliorando ancora quest’anno. Un team che continua a stupirmi, adoro lavorare con loro e sono grato di potermi esibire in questo modo nei weekend di gara. Oggi abbiamo avuto un gran ritmo, dei pit-stop brillanti e una strategia fantastica; poi, dato che ho gestito le medie davvero a lungo, alla fine è stato il momento più opportuno per fermarmi, montare le soft e andare a caccia del punto extra del giro record. Un weekend perfetto, dobbiamo continuare così. Non vedo l’ora di correre a Silverstone, anche se mancherà l’energia dei fan; spero di non deluderli e di esibirmi al meglio, poiché mi seguiranno sicuramente da casa”.

Valtteri Bottas | “Per me è stata una gara complicata. Partendo dalla seconda piazzola, l’obiettivo è ovviamente la vittoria; ma sono partito male, perdendo delle posizioni. Ho reagito ad una luce che si è accesa sul mio display, che poi si è spenta; non si trattava delle luci dei semafori, ma sulla macchina era entrato in funzione l’anti-stallo e ho dovuto ricominciare la procedura daccapo. Ho perso del terreno lì e questo ha rovinato la mia gara. Ci ho provato fino alla fine, e sono arrivato abbastanza vicino a Max; anche se non ha dato i frutti sperati, penso che la strategia fosse corretta. Tuttavia ho portato a casa un buon numero di punti e delle cose da imparare in vista di Silverstone”.


FERRARI

Sebastian Vettel | “Questa prestazione per quel che mi riguarda è stata migliore rispetto a quella della prima gara in Austria. Tuttavia, con il senno di poi, avremmo fatto meglio a prendere qualche rischio in più e a fermarci al giro 3 anziché al 4 per passare da gomme Inter a quelle da asciutto. Ho infatti perso molto tempo ai box aspettando che passassero diverse altre macchine prima che mi facessero segno di andare. Alla fine, tuttavia, il massimo a cui potevamo ambire oggi era il quinto o il sesto posto. Nei giri conclusivi ho faticato molto con le gomme e non ho potuto lottare con Alex (Albon) come invece mi sarebbe piaciuto poter fare. Purtroppo non siamo dove vorremmo essere, ma almeno oggi possiamo dire di aver veramente dato tutto quello che avevamo”.

Charles Leclerc | “È stata una gara molto complicata. Non sono sicuro di cosa sia successo, perché non abbiamo fatto modifiche alla vettura eppure oggi era estremamente difficile da guidare, con un bilanciamento che era molto peggiore di quello che avevamo individuato venerdì e sabato, quando eravamo andati meglio delle aspettative. Guidandola, non sembrava nemmeno la stessa macchina e sarà necessario analizzare bene tutti i dati per cercare di capire come mai abbia fatto tanta fatica. Ci siamo fermati per montare gomme Soft un po’ prima degli altri e il tempismo è stato buono ma quando sono tornato in pista la linea asciutta era solo una e le gomme hanno dato il meglio quando era impossibile superare. Per questo direi che le Soft si sono dimostrate una scelta non azzeccata. Da quel momento in poi siamo sempre stati piuttosto lenti. Credo che, tutti insieme, abbiamo un bel po’ di lavoro da fare”.


RED BULL

Max Verstappen | “Questo podio è decisamente dedicato ai miei meccanici. Pensavo che la gara sarebbe finita prima ancora di cominciare. Ho frenato, sono arrivato al bloccaggio, ho mollato e cercato di frenare di nuovo, ma sono finito direttamente a muro. Non ci potevo credere, ma sono riuscito a togliermi da lì e arrivare in griglia. Come team non ci arrendiamo mai e i meccanici hanno fatto un lavoro incredibile nel sistemare la monoposto così velocemente, penso che nessuno ci potesse credere nel farcela, ma siamo rimasti tutti calmi. La pista era ancora molto scivolosa, ma sono partito bene. Abbiamo fatto tutte le scelte giuste da un punto di vista della strategia, quindi dovevo solamente cercare di essere il più consistente possibile e gestire. Essere arrivato secondo tra le due Mercedes è incredibile e non ce lo aspettavamo di certo dopo delle qualifiche difficili. Le Mercedes sono molto difficili da battere, ma non ci fermeremo nel cercare di farlo”.

Alexander Albon | “È stata una buona gara e mi sono divertito a sgomitare. Se mi avessero detto che ieri saremmo stati quinti, non ci avrei creduto. Non è stato facile partire tredicesimo, ma mi sono fatto strada nello schieramento. Non è facile sorpassare, quindi ho dovuto fare delle belle manovre per sorpassare, perché ogni sorpasso qua è veramente al limite, e mi sono divertito.  Abbiamo perso un bel po’ di tempo dietro le Ferrari, altrimenti penso che saremmo stati anche più vicini. Sono felice del risultato, e questi sono punti per il team dopo una giornata impegnativa come ieri, dobbiamo esserne grati. Dobbiamo capire perché il nostro passo gara è molto diverso dalla qualifica, ma tutto questo è positivo, vuol dire che alcuni cambiamenti sulla monoposto stanno funzionando”.


MCLAREN

Carlos Sainz | “Nel complesso oggi è stata una giornata dura. Sono partito bene, trovandomi in una posizione molto buona in vista del primo pit-stop, nel quale però abbiamo perso tanto tempo per il traffico in corsia box; e ciò ci è costato tanto in termini di risultato finale. Sono contento di esser tornato a punti, ma di certo non è stata una domenica positiva, sento che meritiamo qualcosa in più. Non vedo l’ora di arrivare a Silverstone con un bilanciamento migliore. Ringrazio il team per gli sforzi fatti in questo primo triple-header. Continuiamo a spingere!”.

Lando Norris | “Risultato deludente, in una gara che non definirei difficile. La parte più difficile è stata la partenza, dato che ho avuto uno scatto buono salvo poi pattinare tantissimo successivamente; tutto è andato storto, è stato un mio errore. Non sono partito spesso sul bagnato e mai sono riuscito a fare una partenza eccellente in quelle condizioni; mi stavo preparando per un’occasione simile, ma non è andata bene. Il resto della gara è stato tutto un provare a tirarsi su dopo la partenza problematica, ma qui è dura superare e non credo avrei potuto fare molto meglio. Credo che il passo fosse buono e la macchina discreta da guidare. Questo è il primo errore della mia stagione, proprio su una delle piste dove partire bene è una delle cose più importanti. Devo lavorarci su, fare meglio. Ringrazio tutti nel team per aver lavorato duramente per mettere me e Carlos nelle migliori condizioni possibili in queste prime tre gare. Non vedo l’ora di recarmi sul mio circuito di casa per le prossime due gare”.


RACING POINT

Lance Stroll | “Sono davvero contento per questa 4° posizione. Un buon risultato, e ringrazio il team per il grande lavoro sia oggi che in tutto il weekend. All’inizio è stato divertente duellare con Verstappen e ritrovarmi 2° in condizioni mutevoli. In realtà, alla fine la mia è stata una gara abbastanza solitaria, ma la cosa più importante è aver portato a casa tanti punti come squadra, così come ha fatto Checo. È stata una gara complessa e non vedo l’ora di rivederla ed imparare cose importanti in vista delle prossime gare. Ne abbiamo disputate tre e siamo andati forte in tutte. Penso che oggi il podio fosse vicino, vista la battaglia con Bottas; probabilmente avremmo potuto fare le cose diversamente, ma a fine gara è facile parlare. Così vanno le gare e dobbiamo essere contenti di questo risultato”.

Sergio Perez | “Che peccato la mia partenza. Ho fatto pattinare tanto gli pneumatici e questo ci è costato tante posizioni. All’Hungaroring è sempre arduo superare, ma abbiamo fatto del nostro meglio, con anche delle belle battaglie. Sono anche finito largo sull’asciutto, avendo fortuna nel non toccare il muro. Quando ho avuto un po’ di aria pulita ho potuto mostrare il ritmo della macchina, ma il tempo che ho perso al primo giro mi è costato tanto. La cosa più importante è che abbiamo ottenuto tanti punti per il team e che adesso siamo al terzo posto nei Costruttori”.


RENAULT

Daniel Ricciardo | “È stata una gara impegnativa, sono felice di come sia andata. Ho dato il massimo e abbiamo ottenuto il massimo per oggi. La partenza è stata buona e tutti gli altri intorno a noi hanno scelto le slick abbastanza presto. Abbiamo mostrato un buon passo con le medie e siamo quasi arrivati alla Top 6, verso la fine. L’ottava posizione era ciò che potevamo ottenere alla fine. Siamo sempre finiti ottavi, non è male, ma sento che potevamo ottenere un po’ di più in queste prime tre gare, ci sono più punti dietro l’angolo”.

Esteban Ocon | “È stato un fine settimana impegnativo sin dall’inizio. Non siamo soddisfatti, ovviamente, e non è un gran risultato. Siamo tutti delusi e possiamo tornare meglio di prima. Dobbiamo imparare da questo e migliorarci come squadra. Sono successe molte cose durante la gara, ma non abbiamo avuto alcun miglioramento in nessuna situazione. Dobbiamo evitare risultati del genere. Le prime due gare sono state accettabili, ma non c’è stato abbastanza miglioramento in questa gara”.


ALPHATAURI

Daniil Kvyat | “Ero soddisfatto del mio passo gara. Già dal primo giro ho superato alcune vetture e ho anche fatto un’ottima chiamata per passare alle gomme slick nel momento giusto. Dopo i pit-stop però mi sono ritrovato alle spalle di vetture che avevo già superato nei primi giri. Ho bisogno di rivedere la gara per poterla comprendere meglio, perché credevo ci fosse la possibilità di chiudere in zona punti e tagliare il traguardo in P12 non è soddisfacente. Sto ancora lavorando con i miei ingegneri per capire meglio la macchina e nelle ultime tre gare abbiamo imparato molto. Ogni giro è importante. Proveremo diverse soluzioni per adattare un po’ di più la vettura al mio stile di guida già da Silverstone”.

Pierre Gasly | “È stato un weekend molto difficile per noi. Per qualche motivo abbiamo faticato per tutto il tempo con problemi di varia natura. Oggi ne abbiamo avuto uno alla trasmissione: fin dall’inizio della gara ho avuto noie nei cambi di marcia. Abbiamo cercato di risolvere tutto direttamente in pista, ma non ci è stato possibile, e dunque ci siamo dovuti ritirare. È un vero peccato, ma siamo stati sfortunati questo fine settimana. Adesso abbiamo qualche giorno per prepararci alla gara di Silverstone, dove spero potrò contare su un weekend migliore”.


ALFA ROMEO

Kimi Raikkonen | “Non è stata una giornata molto impegnativa per me e, sfortunatamente, finire nelle posizioni dove avevi iniziato vuol dire che il lavoro davanti a te è davvero difficile. Abbiamo fatto quello che potevamo, ma non è stato abbastanza per ottenere qualche punto. Il nostro passo non era poi così male, all’inizio avevo anche recuperato delle posizioni, ma la penalità mi ha rispedito in fondo. La griglia era alquanto scivolosa, sono arrivato troppo lungo nella mia posizione e non ho potuto rimediare. Avremmo potuto terminare almeno un paio di posizioni più in su, quindi è stato abbastanza un peccato. In qualifica abbiamo tanto lavoro da fare, ma sul nostro passo in gara possiamo essere positivi”.

Antonio Giovinazzi | “È sempre difficile recuperare posizioni dopo una qualifica come quella di ieri, ma almeno possiamo essere soddisfatti del nostro passo, soprattutto verso la fine della gara. La mia partenza è stata buona, ma nel primo pit siamo passati alla soft, che si è dimostrata tutto tranne che la mescola migliore. Ciò mi è costato tante posizioni e, quando siamo passati alle hard, che si sono comportate molto meglio, era ormai troppo tardi. Lo stop di una settimana prima di Silverstone sarà molto importante per noi per capire cosa è successo nelle ultime settimane. Dobbiamo lavorare sodo per migliorare la nostra macchina e presentarci in forma per il prossimo triple-header”.


HAAS

Romain Grosjean | “Il team ha fatto la scelta giusta. Via radio ho comunicato che era troppo asciutto per le intermedie, quindi abbiamo preso il rischio. I primi giri sono stati spinosi, ma dopodiché ha funzionato tutto molto bene, il passo era buono. Poi ho cominciato ad avere un po’ di graining alla gomma sinistra anteriore, non l’abbiamo preservata abbastanza. Comunque, stava andando tutto bene, quando, e devo rivedere tutto bene, Albon ha toccato la mia ala anteriore, danneggiandola. Dopodiché, ho avuto molta meno performance. Non siamo più riusciti a stare dentro i punti”.

Kevin Magnussen | “Sono così felice, il team ha fatto la scelta perfetta all’inizio – nel giro di formazione, di scegliere le slick. È stato fantastico che si siano fidati, di mettermi le gomme da asciutto in condizioni non facili. È stato abbastanza rischioso, ma ha funzionato. Il passo c’era e dopo qualche giro ero in terza posizione. Sapevo bene che quello non sarebbe stato il nostro piazzamento finale, ma è stato bellissimo essere lì, ho cercato di tenere la posizione il più possibile. Ho continuato a comunicare con il team per capire dove saremmo finiti realisticamente. Alla fine, siamo finiti in nona posizione, ciò dimostra la monoposto che abbiamo avuto in gara e che il team ha fatto un lavoro fantastico, anche se abbiamo avuto problemi in qualifica”.


WILLIAMS

George Russell | “Prima di tutto, siamo partiti male sul bagnato ed è stato molto impegnativo, penso che tutti abbiano avuto qualche problema. Da lì in poi, la nostra gara è stata veramente scarsa, dobbiamo capire per quale motivo. Lo scorso anno era l’esatto contrario, in gara andavamo meglio rispetto alla qualifica. Ora siamo abbastanza veloci il sabato e abbiamo un sacco di problemi alla domenica. Tuttavia, guardando ai passi fatti, possiamo ritenerci relativamente soddisfatti. Dobbiamo correggere gli aspetti negativi e migliorare la velocità della nostra monoposto”.

Nicholas Latifi | “Abbiamo avuto una buona partenza e un buon primo giro, ma tutto si è rovinato al pitstop, purtroppo può succedere in una pitlane affollata. Ho forato e ho avuto parecchi danni nel riportare la monoposto ai box, una gran parte del fondo mancava, quindi tenere la monoposto in pista è stato difficile. Oggi è andata così, in maniera sfortunata, ma ci sono dei lati positivi da prendere in considerazione da ieri. Dobbiamo azzerare tutto in vista di Silverstone”.


Si ringrazia Gianluca Zippo per la collaborazione.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

Hamilton-Schumacher, il confronto che “non si può fare” ma tutti facciamo

"Non si possono paragonare". Ma, al tempo stesso, si sprecano pagine. Come questa. Innanzitutto - a patto che...

CONDIVIDI

F1 | GP Ungheria 2020, le dichiarazioni dopo la gara 1
Alessandra Leoni
Classe 1989. Appassionata di F1, MotoGP e Superbike sin dalla più tenera età. Le piace tradurre, blaterare, leggere.

ALTRI DALL'AUTORE