F1 | GP Ungheria 2019, qualifiche: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

F1
GP Ungheria 2019, qualifiche: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

Male Renault e Racing Point. Toro Rosso out in Q2. Russell sfiora il miracolo di 04 Agosto 2019, 12:20

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Racing Point, Williams, Renault e Toro Rosso dopo le qualifiche del Gran Premio d'Ungheria 2019. Non brillano i Renault, con Nico Hulkenberg 11° e Daniel Ricciardo appena 18°. Stesso discorso per i Racing Point, eliminati entrambi in Q1, con Sergio Perez che partirà 16° e Lance Stroll 19°. Si ferma in Q2 la qualifica dei Toro Rosso, con Alexander Albon e Daniil Kvyat rispettivamente 12° e 13°. Sfiora l'impresa George Russell, ad un passo dal portare quella carretta della Williams in Q2; oggi comunque partirà 15°, con Robert Kubica 20°.

RACING POINT

11 | SERGIO PEREZ

"È stata una giornata difficile. Ad essere onesti, ero convinto che potevamo passare in Q2; per farlo avremmo avuto bisogno di un buon giro, ma non ce l'abbiamo fatta. Il mio ultimo tentativo è stato rovinato da tutte le monoposto che cercavano di trovare spazio nell'ultima curva. È lì che Ricciardo ha provato a fare qualcosa di folle, sorpassandomi nell'ultima curva. Così ha rovinato il giro di entrambi, perché sono finito troppo vicino a Norris, con Daniel subito alle mie spalle. Sappiamo tutti che il traffico è un problema in Q1. Ne abbiamo parlato nel briefing dei piloti, sottolineando l'importanza di essere rispettosi l'uno dell'altro. Per me, quanto fatto da Daniel è stato abbastanza irrispettoso. È un pilota esperto e non me l'aspettavo da lui. Tornando a noi, sappiamo che questa pista non è la più favorevole, ma ora siamo davvero in una situazione difficile per domani (oggi ndr). È stata una brutta giornata per noi; speriamo di migliorare in gara".

18 | LANCE STROLL

"È stata una giornata frustrante. Budapest non è granché adatto alla nostra monoposto, e l'esito di queste qualifiche lo dimostra ampiamente. Abbiamo faticato tanto in FP3, portandoci i problemi anche in qualifica. In uno dei miei run sono rimasto bloccato dal traffico, ma ho anche commesso non pochi errori, che alla fine mi sono costati tanto. Potevamo fare decisamente meglio, ma non è stata la nostra giornata. Come visto in Germania la scorsa settimana, però, tutto può succedere in gara, e noi spingeremo al massimo".

WILLIAMS

63 | GEORGE RUSSELL

"Sono entusiasta di queste qualifiche. Questo weekend abbiamo completamente voltato pagina con gli aggiornamenti e nella comprensione degli pneumatici. È un peccato aver mancato la Q2 per così poco, ma in generale sono felicissimo. Mi sono sentito davvero a mio agio nell'abitacolo, come mai prima d'ora quest'anno. È stata una gioia guidare la macchina oggi (ieri ndr) e sono molto soddisfatto del mio giro. Indipendentemente da quel che accadrà in gara, ci avvieremo alla sosta estiva con un sentimento positivo, sapendo di aver ottenuto questo risultato con merito".

88 | ROBERT KUBICA

"Oggi (ieri ndr) il meteo è stato ottimo e ho avuto un gran supporto dai miei fan; purtroppo il ritmo è quello che è. Mi sentivo bene in termini di bilanciamento e di feeling con la monoposto, ma ci manca grip. Ci serviva mezzo secondo circa, e abbiamo provato a fare qualcosa di disperato. Ma, come si può ben vedere, non ha funzionato".

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

"Partire 11° domani (oggi ndr) non è così male. Il fatto di poter scegliere la mescola con la quale partire ci garantisce una certa flessibilità in termini di strategia in gara. Ho faticato nel mio ultimo giro della Q2, e la differenza tra i team di centro gruppo è piccolissima. In definitiva, non è stata una brutta giornata per noi, e credo che potremo far bene domani (oggi ndr) in gara".

3 | DANIEL RICCIARDO

"A dire il vero, la monoposto sembrava a posto. Ma siamo rimasti intrappolati nel traffico, e all'ultima curva ho trovato un gruppo di monoposto che rallentavano per prendere spazio. A quel punto, o superi per tenere alte le temperature degli pneumatici, oppure rallenti e cominci il giro con pneumatici freddi. Ho provato ad andare avanti, ma era troppo tardi, e il giro era compromesso. Sarà una gara complicata, ma domani (oggi ndr) è un altro giorno, e vediamo cosa succederà".

TORO ROSSO

23 | ALEXANDER ALBON

"Sono abbastanza soddisfatto della P12 dopo l’incidente delle PL2. L’auto oggi aveva il potenziale per entrare in Q3, ma ci mancava sempre qualcosina ed è stato un po’ frustrante. Nel complesso sono felice perché dopo le PL3 faticavo ancora, non mi sentivo davvero un tutt’uno con la vettura. Così abbiamo apportato alcune modifiche dopo l’ultima sessione di prove libere e abbiamo fatto un passo avanti, recuperando il mio ritmo. Entrare in Q3 sarebbe stato bello, ma dovevamo trovare altri due decimi e il bilanciamento era buono in alcune curve, mentre in altre non lo era. La posizione in pista è un fattore chiave qui, perché non ci sono molti punti dove superare, dunque dovremo pensare a una buona strategia per domani. Avremo scelta libera per le gomme con cui partire e penso che il degrado qui sarà piuttosto elevato, dunque speriamo di riuscire a superare degli avversari".

26 | DANIIL KYVAT

"A parte un piccolo malinteso con la squadra durante l’ultimo run – in cui siamo andati in pista con un assetto sbagliato sulla vettura – è stata una buona qualifica. Oggi non è c’è rimasto molto da spremere dalla monoposto, forse un altro decimo, quindi il nostro livello è questo al momento. Domani potremo comunque lottare partendo dalla P13, ma superare qui è difficile e generalmente le gare da queste parti si trasformano in un trenino. Tuttavia, la gara è lunga e forse con la strategia potremo fare il resto. La partenza sarà un momento cruciale, quindi vedremo dove saremo e poi proveremo a fare la miglior gara possibile".


Condividi