F1 | GP Turchia 2020, Qualifiche, Perez: “Sono molto contento della terza posizione”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Sergio Perez dopo le qualifiche del GP Turchia 2020 di F1

Leggi il resoconto delle FP3

Leggi il resoconto delle Qualifiche

Leggi la cronaca

Sergio Perez: “È una grande giornata per il team e sono molto contento. In Q1 ho dovuto abortire il mio miglior giro per le bandiere gialle e questo mi è quasi costato l’accesso alla Q2, specialmente perché altri non hanno rallentato con doppia bandiera gialla. Per fortuna siamo passati per un pelo. Una volta in Q3, abbiamo deciso di andare fuori con gomme intermedie perché ero fiducioso di poterle mettere in temperatura e farle funzionare. Ha pagato e giro dopo giro abbiamo migliorato diventando veloci.

Credo sarei potuto essere in pole oggi, ma nel mio giro finale con le gomme al meglio Giovinazzi era davanti a me in curva 5, è andato fuori pista e poi mi è rientrato davanti costringendomi a rallentare. Nonostante questo, sono molto contento della terza posizione, specialmente perché partiremo dalla parte pulita della pista rispetto alla seconda piazzola. Possiamo essere orgogliosi di come abbiamo migliorato da un giorno con l’altro, eravamo davvero forti sul bagnato.

Dovremo vedere cosa sarà possibile fare in gara domani, tutto può succedere. Sappiamo che Mercedes tornerà su e Max sarà forte, ma speriamo di avere un buon primo giro. Mi aspetto una partenza complicata perché sarà difficile scaldare le gomme rapidamente, ma spero che potremo avere un vantaggio dalla nostra posizione e portare a casa punti importanti per il team”.

Fonte: Racing Point Media

Immagine di copertina: Twitter – Racing Point

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci